Il “fantasma” del cavaliere catturato dal drone .@CorriereTv

Thomas Arnold stava pilotando il suo drone sopra l’affascinante castello di Berkeley, nel Gloucestershire, datato XI secolo e appartenuto ai Tudor, quando ha notato qualcosa di strano muoversi nel cortile.

Un “fantasma”? Certo, sarebbe bello crederci. Ne è sicuramente convinto il 41enne inglese. Forse, tuttavia, si tratta solo di un’illusione ottica (YouTube/Umo)

Da @CorriereTv – 16.04.2018

GUARDA IL VIDEO su CORRIERE TV

 

 

Si parla di: curiosità, effetti ottici, riflessi, giochi di luce, fantasma nel castello, drone

Annunci

Scuola di pilotaggio e centro di addestramento #Droni: presto l’apertura di una sede in provincia di Imperia .@SanremoNews

La conferma di Mauro Rattone, istruttore e Flight Examiner dell’Aeroclub Genova e FI-FE APR HT Deputy CA APR ENAC N24 Ente Nazionale Aviazione Civile.
 Si è conclusa a Savona, la prima parte (teoria) del corso per professionisti Droni, organizzato dal centro addestramento Enac 24 Aeroclub di Genova-Drone Academy. Numerosi gli allievi che hanno partecipato e portato a termine con esito positivo il test teorico. Merito indiscusso di uno dei tanti bravi e preparati  istruttori della Scuola di teoria e pilotaggio Marco de Alessandri. Presto …
Da @SanremoNews – 19.04.2018
Si parla di: centro di addestramento, liguria, imperia, Marco de Alessandri, enac, aeroclub Genova, Drone Academy, imparare ad usare un drone, formazione, diventare piloti

Apple vuole bloccare i voli dei #droni sull’Apple Park .@iPhone_Italia

Un pilota di droni che ha effettuato diversi voli sull’Apple Park ritiene che Apple stia monitorando tutti i voli sul campus e pensa che sia solo questione di tempo prima che vengano utilizzate delle contromisure per bloccare voli futuri.
Duncan Sinfield sottolinea che ora la sicurezza di Apple impiega non più di dieci minuti per raggiungere la sua postazione, indipendentemente da dove si trovi il punto di partenza. In futuro, però, le cose potrebbero peggiorare, tanto da rendere impossibile effettuare voli tramite droni sul cielo dell’Apple Park…
Da @iPhone_Italia di Giuseppe Migliorino – 16 aprile 2018
Si parla di: riprese video, videomaker, aerofotografia, riprese dall’alto, privacy, apple park,

Stalker spiava l’amata usando un drone .@mattinodipadova

Le vie della persecuzione possono essere infinite: chiesto il processo per un 53enne di Saonara
SARMEOLA. Le vie della persecuzioni possono essere infinite. Non bastano pedinamenti, chiamate telefoniche e valanghe di sms. Non bastano neppure riprese fotografiche o video. L’ultima frontiera dello stalking passa attraverso il drone impiegato da F. Z. , 53 anni di Saonara, per spiare ogni istante di vita della donna di cui sperava di conquistare il cuore. Una donna 54enne che, fin da subito, era stata chiara: non era interessata a un legame con lui. Quando, dopo la seconda denuncia, era arrivata la nuova segnalazione della vittima che lamentava l’impiego del drone per spiarla, in procura …
Da @mattinodipadova di Cristina Genesin – 17.04.2018
Si parla di: spiare col drone, stalker, stalking, privacy, persecuzione, riprese dall’alto,

Leonardo: un nuovo drone per l’addestramento .@FilippoAstone

Via libera all’impiego operativo di M-40, che andrà a integrare le flotte di Mirach 100/5, e potrà essere utilizzato come aereo bersaglio dalle forze armate di sedici paesi.

Terminata la campagna di test presso il Poligono Interforze di Salto di Quirra (PISQ) in Sardegna, il nuovo drone bersaglio Mirach-40 (M-40) di Leonardo ha ottenuto l’autorizzazione all’impiego dalla Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (ARMAEREO). Questo ultimo modello della famiglia M-40, sviluppato da Leonardo in Italia, offre prestazioni simili a quelle del Mirach 100/5 a fronte di minori costi operativi, ed è libero da vincoli all’esportazione. Potrà integrare le flotte di Mirach 100/5, aero-bersaglio utilizzato da oltre 16 Forze Armate incluse quelle di Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Regno Unito, Spagna, Algeria, Argentina e Israele…

Da @FilippoAstone 17.04.2018

LEGGI TUTTO su INDUSTRIA ITALIANA

Si parla di: difesa, droni da addestramento, militare, forze armate, Leonardo

ANSV: Ancora troppe interferenze tra aerei e droni, e troppi droni volano dove non è permesso .@DronEzine

L’Agenzia Nazionale della Sicurezza del Volo ha rilasciato il il “Rapporto informativo sull’attività svolta e sulla sicurezza dell’aviazione civile in Italia – Anno 2017”.
Per quanto riguarda i droni, dobbiamo purtroppo constatare che continuano ed esserci troppe interferenze tra droni e aeroplani (46 segnalazioni) e addirittura 300 segnalazioni di droni entrati senza permesso in aree dove il volo è vietato, regolamentato o ristretto.
Anche nel 2017 l’ANSV ha continuato a monitorare, con grande attenzione, le interferenze registratesi nello spazio aereo italiano tra mezzi aerei unmanned ed aeromobili manned.
In particolare, le segnalazioni pervenute all’ANSV (46) riguardanti eventi che, in generale, hanno visti coinvolti mezzi aerei unmanned, sono state sostanzialmente in …
Da  @DronEzine di Luca Masali – 17.04.2018
Si parla di: sicurezza, aviazione civile, spazio aereo, regolamenti, regole dell’aria, interferenze droni aeroplani,

Il defibrillatore arriva dal cielo .@laregione

Droni non solo per hobby. Progetto di Ticino Cuore per raggiungere le zone remote: ‘Uso sicuro’. Ora si spera nel via libera da Berna
«La tecnologia oggi potrebbe permettere l’utilizzo sicuro di un drone anche senza pilota». Perciò non resta che attendere il parere dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (Ufac), che per ora vieta il volo a questi “mini aerei”.
«L’Ufac ha seguito il nostro progetto fin dall’inizio e ora dovrà valutarne le conclusioni». Conclusioni che hanno però già convinto la Fondazione Ticino Cuore: l’uso del “drone ambulanza” per raggiungere le zone discoste del Canton Ticino sarebbe fattibile, oltre che auspicabile. «Noi siamo pronti – spiega alla ‘Regione’ Claudio Benvenuti, direttore della Fondazione –.
Con questo però non voglio creare false aspettative: non è un progetto che può concretizzarsi dall’oggi al domani. Anche se sulla carta c’è già tutto, rimane comunque molto complesso». Ma se l’Ufac, ed è ciò che auspica Ticino Cuore, dovesse dare l’avallo, allora la Fondazione sarebbe…
Da @laregione di Chiara Scapozza – 18.04.2018
Si parla di: defibrillatore, Ticino, ufac, svizzera, trasportare defibrillatori, First Responder, sicurezza, emergenze mediche

Rapporto ANSV 2017, tra le segnalazioni un #drone vincolato precipitato a causa degli uccelli .@Quadricottero

Sono 46 le segnalazioni pervenute all’Agenzia Nazionale Sicurezza Volo sulle interferenze tra droni e aeromobili con equipaggio avvenute in Italia. Tra queste un drone in flyaway durante attività di addestramento, e uno vincolato precipitato a Bologna causa uccelli.
L’ Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo ha pubblicato oggi il rapporto informativo sulla sicurezza dell’aviazione civile in Italia per il 2017. Per quanto riguarda i droni, le segnalazioni pervenute all’ANSV (46) riguardanti eventi che, in generale, hanno visti coinvolti mezzi aerei unmanned, sono state sostanzialmente in linea con quelle dell’anno …
Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 17.04.2018
Si parla di: sinistri, incidenti, bird strike, drone abbattuto da uccelli, rapporto ANSV, drone con cavo di vincolo, vincolato

COMPRARE UN DRONE CON I BITCOIN? ORA IN ITALIA E’ POSSIBILE CRIPTOVALUTA PER ACQUISTARE PRODOTTI DEL COLOSSO CINESE DJI

I Bitcoin sono sempre più diffusi: in Italia, per la prima volta al mondo, potranno essere utilizzati anche per l’acquisto di droni DJI.

Roma 18.04.2018 – I prodotti del colosso cinese, leader planetario nella produzione di multirotori per usi amatoriali e professionali, potranno essere infatti acquistati con la criptovaluta tramite la piattaforma di e-commerce DJI Authorized Retail Store (www.dji-store.it). “Al momento è possibile pagare in Bitcoin esclusivamente sul nostro store digitale, scegliendolo come opzione di pagamento”, spiega Flavio Dolce, direttore di Elite Consulting, la società romana che rappresenta DJI in Italia. “Nel breve futuro, però, implementeremo questa tipologia di pagamento anche nei nostri due store ufficiali DJI presso i centri commerciali Euroma2 a Roma e CityLife a Milano”.

E’ possibile pagare con Bitcoin tramite una app Wallet semplicemente scansionando un QR Code: si tratta di un pagamento sicuro ed istantaneo che, a differenza delle carte di credito, garantisce un alto livello di privacy. Tra i Wallet più famosi e diffusi figurano BitPay, Bitstamp.net, Breadwallet e GreenBits. Per il lancio di questa iniziativa in Italia, è anche prevista un’offerta speciale: a tutti gli ordini sul DJI Authorized Retail Store che verranno pagati con la criptovaluta entro il 30 giugno prossimo verrà riconosciuto un buono sconto del 10% sul prossimo acquisto. “Il nostro DJI Store è il primo a livello mondiale ad accettare Bitcoin per l’acquisto di prodotti”, sottolinea Flavio Dolce. “L’Italia è stata anche la prima ad aprire un DJI Store in tutta Europa e la prima ad offrire una piattaforma online con corsi sui droni gratuiti”.

Sfruttando le fluttuazioni dei Bitcoin, sarà anche possibile pagare meno per i propri acquisti. C’è già chi, approfittando di una fase di momentanea discesa delle quotazioni, acquista la criptovaluta per poi spenderla in una successiva fase di risalita. “In questo caso, sarebbe possibile pagare un prodotto anche il 50% in meno o addirittura acquistarlo quasi gratuitamente”, suggerisce Dolce. “Insomma, con i Bitcoin ciascuno potrà diventare la banca di se stesso, senza intermediari”.

Comunicato stampa a cura di: DJI Authorized Store Ufficio Stampa Mediarké srl

L’altra visuale. Ecco il #drone per individuare gli incendi e scoraggiare i piromani .@agenziaimpress

A monitorare la pineta d’estate ci sarà la termocamera. E non solo. Il Comune di Grosseto si doterà anche di un’altra tecnologia che permetterà di sperimentare un nuovo sistema di videosorveglianza delle pinete unico in regione: nel periodo estivo un drone (anzi tre che si alterneranno assieme a tre operatori), messo a disposizione gratuitamente dall’azienda grossetana Bigmax Multiservizi, si occuperà di sorvolare le pinete per individuare eventuali rischi di incendio e tenere lontani i piromani.
Si aggiunge alla termocamera, in grado di individuare princìpi di rogo fino a sei chilometri di distanza.
Il sindaco: «Obiettivo scoraggiare l’azione dei piromani» «Il drone – spiega il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna – pattuglierà quotidianamente le aree a rischio negli orari più rischiosi. I roghi potrebbero essere quindi individuati sul nascere ed essere tenuti sotto controllo dall’alto …
Da @agenziaimpress – 17.04.2018
Si parla di: monitoraggio luoghi, controllo del territorio, prevenzione incendi, piromani, controllo aree boschive, pineta, grosseto