Droni, termocamere e mini robot: ecco il futuro del soccorso alpino

«Go there», vai là, ordina il “Busy Genius”. Il “genio occupato” è un falconiere 2.0 che con addosso cuffie, microfono e bracciale sensorizzato indica un bosco sul crinale della montagna, dov’è sparito un escursionista. Il quadricottero elettrico, grande quanto una pizza e dotato di…

Da @la_stampa di STEFANO SERGI – 14/04/2016

LEGGI TUTTO su LA STAMPA edizione di AOSTA

Si parla di: programma sherpa, ricerca dispersi, protezione civile, Aslatech, Yamaha, Wasp, Monte Bianco, droni professionali, payload, autonomia drone, emergenze, droni soccorso alpino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.