Droni per le specie a rischio

.@ASI_spazio .@giulia_bonelli #droni Un team internazionale di astronomi ed ecologi ha utilizzato dati raccolti da telecamere a infrarossi installate sui droni per monitorare lo stato di salute di alcuni ecosistemi e proteggere le specie a rischio

Circa quattro secoli fa, Galileo ha iniziato una vera e propria rivoluzione scientifica puntando il suo telescopio verso il cielo. Ora un nuovo filone di ricerca sta in un certo senso ribaltando la prospettiva galileiana, puntando potenti telecamere verso la Terra per valutare lo stato di salute del pianeta. Questo approccio ha permesso a un team internazionale di astrofisici ed ecologi di utilizzare i dati raccolti ‘dal cielo’ per mettere a punto un piano di protezione…

Da @ASI_spazio di di Giulia Bonelli – 07.02.2017

LEGGI TUTTO su ASI Agenzia Spaziale Italiana

Si parla di: Droni per le specie a rischio, International Journal of Remote Sensing,  LJMU Astrophysics Research Institute, monitoraggio fauna, specie protette, controllo territorio, telecamere a infrarossi, immagini termiche

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...