Drone e termo camera sorvolano Halaesa

#98zero #Tusa – L’acropoli e le pendici orientali sono state ispezionate per rilevare possibili anomalie termiche che potrebbero indicare la presenza di strutture sepolte nel terreno della potente Halaesa.

La collaborazione tra il comune di Tusa, il Museo di Mistretta e le Università Francesi di Amiens e Potiers continua ed “entra in profondità”. Grazie anche all’architetto Anastasio, responsabile del sito, che ha autorizzato velocemente i sorvoli del drone, ad Halaesa la professoressa Michela Costanzi, dell’Università di Amiens e i geo-archeologi dell’Università dì Camerino, Fabio Pallotta, Matteo Pompei, Fabrizio Pesci e Marco Materazzi, hanno lavorato con droni e termo camera per …

Da http://www.98zero.com di Marila Re – 10 marzo 2017

LEGGI TUTTO su 98ZERO

Si parla di: Halaesa, scavi, droni, monitoraggio luoghi, sito archeologico, rilievi da drone, prospezioni aeree, aerofotogrammetria

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...