Il drone da 400 mila euro della nave Ong. Così il sistema privato dei soccorsi umanitari aiuta gli scafisti a far sbarcare i migranti. Tutte le accuse

.@tiscalinotizie L’analisi dei dossier in mano al procuratore di Catania: quattro interventi con circa mille migranti sono avvenuti dentro le acque territoriali libiche, anche ad appena sette miglia dalla costa

Era stato molto chiaro il 22 marzo scorso il procuratore di Catania, nella sua prima audizione in Parlamento: «A partire da settembre scorso si segnala l’improvviso proliferare delle ONG che hanno svolto il lavoro dei trafficanti di accompagnare i barconi di immigranti fino al nostro territorio».

E i rapporti degli organismi di investigazione, di polizia, militari europei hanno segnalato in tempo i sospetti dei traffici tra Ong e organizzatori dei viaggi dei migranti, con la probabile riconsegna degli scafi e dei motori da riutilizzare per nuovi viaggi.

Nei dossier e nelle relazioni istituzionali, le navi delle ONG sono diventate un porto d’attracco italiano al limite se non dentro le acque territoriali…

Da @tiscalinotizie di Guido Ruotolo – 03.05.2017

LEGGI TUTTO su TISCALI NOTIZIE

Si parla di: drone da 400 mila euro, nave Ong, soccorsi umanitari, scafisti, sbarcare i migranti, uso dei droni, monitoraggio tratto di mare, Mare Nostrum, Mare Sicuro, Frontex, droni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...