Sensori e droni per salvare Civita di Bagnoregio

.@Agenzia_Dire #droni Civita di Bagnoregio ha ufficialmente iniziato il suo percorso per diventare Patrimonio dell’Umanità.

Una candidatura che arriva grazie all’impegno di associazioni e istituzioni che hanno sostenuto il borgo immerso della valle dei Calanchi.

E tra petizioni, firme e appelli, quest’anno a difendere Civita di Bagnoregio arrivano anche i satelliti, i droni e i sensori di Artek, un progetto ad alto tasso tecnologico finanziato dall’Esa (Agenzia spaziale europea) con il sostegno di Asi (Agenzia spaziale italiana), e sviluppato dalla pmi laziale Nais in collaborazione, tra gli altri, con l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro.

Artek-Satellite enabled services for preservation and valorisation of cultural heritage, questo il nome dell’iniziativa, coinvolge i siti di Civita di Bagnoregio, Matera, Villa Adriana, Gianola e Baia per creare una piattaforma che raccolga tutti i dati e le informazioni arrivati dal monitoraggio continuo del terreno e…

Da @Agenzia_Dire – 03.05.2017

LEGGI TUTTO su DIRE.it

Si parla di: Sensori, droni per salvare Civita di Bagnoregio, mappatura territorio, strutture a rischio, monitoraggio luoghi, mappatura tridimensionale, 3D,

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...