Regno Unito | Droni commestibili come importante svolta umanitaria

@Internazionale E se i #droni #commestibili fossero una #svolta #umanitaria?

L’idea del Pouncer è nata da una conversazione casuale che Nigel Gifford ha avuto con un ufficiale della Royal air force (Raf) britannica. Gifford è un imprenditore di poco più di settant’anni, ex membro degli Army catering corps, già alpinista e ingegnere aeronautico, uno scienziato arzillo e dai modi entusiastici.

I due stavano parlando di questioni militari quando l’ufficiale della Raf ha detto: “Smetto per un attimo i panni del militare e le chiedo, visto che abbiamo provato a farlo, se c’è un modo di far arrivare del cibo ad Aleppo”.

Avevano tentato di paracadutare tonnellate di provviste con i Jpads (Joint precision airdrop system, sistema congiunto di consegna aerea di precisione, uno di quegli acronimi militari dal suono ironico ma in realtà serissimi). Ma i paracaduti sono imprecisi: “Si dice che possano arrivare a trecento metri dall’obiettivo, ma spesso atterrano più lontani”, ha spiegato Gifford.

La maggior parte del cibo che facevano cadere finiva nelle mani dei cattivi. Hanno anche…

Da @Internazionale di Wendell Steavenson, Prospect, Regno Unito – 9 luglio 2017

LEGGI TUTTO su INTERNAZIONALE

Si parla di: Regno Unito, Droni commestibili, svolta umanitaria, fame nel mondo, mangiare un drone, delivery drone, drone da trasporto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...