#Droni per cercare i #reperti #preistorici

@GiornaleVicenza Droni per cercare i reperti preistorici

Dopo un anno in sordina, sono riprese le ricerche archeologiche da parte dell’Università di Padova al sito del Bostel a Castelletto di Rotzo. E stavolta si scaverà con l’ausilio di droni e nuova tecnologie di rilevazione. Il sito, inoltre, con la riapertura è nuovamente visitabile dai turisti.

Gli scavi, che proseguono dal 1993, saranno diretti come di consueto da Armando De Guio, professore del dipartimento dei beni culturali dell’Università di Padova.

In particolare quest’anno l’ateneo patavino finanzierà il progetto innovativo, proposto dagli studenti di archeologia, chiamato “Stempa”; ovvero scavo, telerilevamento, studio dei materiali e analisi del paesaggio dell’Altopiano di Asiago. Un progetto che ha permesso ad una ventina si studenti di intraprendere un percorso di didattica applicata finalizzata alla…

Da @GiornaleVicenza di Gerardo Rigoni – 23.08.2017

LEGGI TUTTO su IL GIORNALE DI VICENZA

Si parla di: ricerche archeologiche, archeologia, sensori ottici termici,bsensore LiDar dedicato, algoritmi per il riconoscimento delle strutture archeologiche sepolte

Annunci

One thought on “#Droni per cercare i #reperti #preistorici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...