Pompei, con droni e laser alla scoperta del quartiere inesplorato

Intatto dall’eruzione del 79, si preparano scavi hi-tech. Droni, laser, ricostruzioni in 3D: le nuove tecnologie sono grandi protagoniste nei nuovi scavi di Pompei che puntano a riportare alla luce un intero quartiere a Nord della città, rimasto inesplorato dalla tragica eruzione del 79.

Esteso per mezzo ettaro nella Regio V, comprende un vicolo completamente sepolto con gli edifici limitrofi, incluse case, botteghe e taverne.

“Prevediamo grandi scoperte”, dice all’ANSA il direttore generale del Parco Archeologico Massimo Osanna, che…

Da @AnsaScienza – 09.03.2018

LEGGI TUTTO su ANSA S&T Tecnologie

Si parla di: monitoraggio luoghi,m aerofotogrametria, telerilevamento da drone, rilievo 3D, laserscanner, pompei, eruzione, vesuvio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.