Ispezionare con il drone gli aerei colpiti dai fulmini: ENAC approva una ricerca tutta italiana .@DronEzine

Non c’è scampo: almeno una volta all’anno, cioè circa ogni mille ore di volo, I fulmini colpiscono ogni singolo aeroplano. Non è un’esperienza piacevole, ma è raro che il fulmine crei problemi seri. Però ogni tanto ci sono danni difficili da individuare, che possono mettere a rischio l’aereo. Oggi i droni possono aiutare a controllare gli aerei dopo che il fulmine ha colpito: un progetto tutto italiano che riunisce l’Aeroclub dell’Aquila, la compagnia aerea Blue Panorama e Oben.

In generale i fulmini non producono danni diretti ai passeggeri ed equipaggio, che sono protetti dalla struttura metallica, conduttrice di elettricità, della fusoliera. La corrente scorre sulla superficie dell’aereo e non raggiunge l’interno, grazie al principio della gabbia di Faraday…

Da @DronEzine di Luca Masali 17.10.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: fulmini, incidenti aerei, danni alla fusoliera, monitoraggio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.