Sensori, droni e robot tra i filari, la vigna hi-tech degli Antinori .@iltirreno

Parlano Albiera e Allegra, a capo del gruppo vinicolo «La tecnologia ci dà le informazioni per lavorare meglio»
“Sotto le viti la terra rossa è dissodata, le foglie nascondono tesori”. Cesare Pavese, grande amante della vigna, rivela una verità profonda: lo studio accurato delle piante può darci informazioni importantissime per il benessere della vite e il rispetto della sostenibilità. Le foglie possono raccontarci tanto.
Forse è per questo che le aziende più lanciate nel mondo della tecnologia vinicola stanno studiando dei sensori da applicare proprio sotto le foglie delle piante in grado di svelare il livello di umidità, la necessità di irrigazione, la presenza di malattie, lo stato di maturazione del frutto e così via. È la viticoltura 4.0 che trova nella vigna la sua…
Da @iltirreno di Lara Loreti – 01 febbraio 2019
Si parla di: Antinori, cantina, vini, agricoltura di precisione, viticoltura, vigne, precision farming
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.