Vaccini via drone invece che consegnati a piedi dalle ostetriche, il progetto Unicef in Vanuatu .@DronEzine

Vanuatu è un arcipelago vulcanico di 83 isole situato nel bel mezzo del Pacifico, tra le Fiji, le isole Salomone e la Nuova Caledonia.

Acque cristalline, natura selvaggia, etc: ci sono tutte le carte in regola per considerarlo il classico paradiso, ma la verità è che un territorio a tratti impervio e ricoperto in grandissima parte da foreste rappresenta purtroppo un limite molto serio per la popolazione, specie se parliamo di far arrivare i vaccini alle comunità che vivono più isolate.

Solo un terzo del territorio di questa nazione è servito da…

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 13.11.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: sanità, salute, prevenzione, delivery drone, consegne vaccini con drone, sistema di trasporto aereo, droni per aiuti umanitari

Annunci

Sicurezza Bologna, arriva il drone .@Carlino_Bologna

Sperimentazione per sei mesi in città
Il Comune di Bologna utilizzerà per sei mesi un drone come alleato delle politiche sulla sicurezza. Lo comunica Palazzo d’Accursio in una nota in cui convoca i giornalisti a una conferenza stampa in programma domani. L’utilizzo del drone Aquila 100, sistema unico in Italia, sarà sperimentale…
Da @Carlino_Bologna – 13 novembre 2018
Si parla di: sicurezza, monitoraggio luoghi, controllo del territorio, operazioni di polizia, vigilanza dall’alto, aeroispezione, riprese dal’alto, videosorveglianza

DRONI: ESPERTI E TECNICI A GALLIPOLI PER “SEA DRONE TECH SUMMIT” APRE DOMANI IL PRIMO CONGRESSO SUI ROBOT PER IMPIEGO MARINO

Oltre duecento esperti e tecnici stanno arrivando a Gallipoli (Le) da tutta Italia per partecipare al “Sea Drone Tech  Summit 2018”, il primo congresso nazionale su droni e robot per impiego marino e subacqueo.

Questo importante evento si aprire oggi presso l’Ecoresort Le Sirenè (Gruppo Caroli Hotels) con la prima giornata di lavori, in cui saranno presentate oltre 20 relazioni suddivise in 3 sessioni: droni e robot subacquei; droni aerei per utilizzo in mare; e droni navali di superficie. Sono anche previste alcune prove in vasca di piccoli droni marini. Dopodomani sabato 17, invece, il congresso proseguirà presso il Circolo della Vela di Gallipoli, che ospiterà al Molo San Giorgio alcune dimostrazioni operative di droni subacquei, navali ed aerei. “Per la prima volta in Italia, sarà possibile fare il punto sullo sviluppo di questi nuovi mezzi, che rivoluzioneranno le attività di studio, esplorazione e sfruttamento dell’ambiente marino”, ha spiegato Luciano Castro, organizzatore del congresso. “Un Paese come l’Italia – con oltre 7mila chilometri di coste, senza contare le acque interne di laghi, bacini idrici e fiumi – potrà trovare in questa tecnologia sofisticata nuove soluzioni per il monitoraggio e la tutela di questo grande patrimonio ambientale e di ciò che nasconde nelle sue profondità”.

Il “Sea Drone Tech Summit 2018” è promosso dall’associazione Ifimedia ed organizzato dalla società Mediarkè, in collaborazione con “Roma Drone Campus”. Il congresso ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, CNR, ENEA, Università del Salento, Università Roma Tre, Link Campus University, ISME, OGS e RINA. Nella giornata di domani 16, presso l’Ecoresort Le Sirenè sarà anche presente un’ampia area espositiva con la mostra statica di vari modelli di droni e robot subacquei, navali ed aerei, negli stand di 12 enti e aziende: Drone Store Italia, Green Tech Solution, MDM Team, Novacavi, Orion, Proambiente, TopView, Università di Firenze, Università Sapienza di Roma, Università del Salento, Università di Verona e Zad Marine. La partecipazione al congresso è gratuita ed è riservata ai professionisti del settore. I lavori saranno trasmessi in diretta streaming sul canale Drone Channel Tv.

Roma, 15 novembre 2018

Comunicato stampa a cura di: Mediarkè

Su DroneFly.Shop oggi è DRONE BLACK FRIDAY

Venerdi 16 novembre SCONTO 20% su tutta la categoria prodotti: “DRONE BLACK FRIDAY”
Utilizzando questo codice sconto BF18DR11 potrai avvalerti di uno sconto del 20% sul prezzo di listino esposto nello shop online.
Inserisci il codice sconto nell’apposito campo e approfitta di questa promozione!

Droni, utilizzo per scopo ricreativo nel rispetto del GDPR .@altalex

La diffusione e l’incremento esponenziale che ha riguardato l’utilizzo dei droni negli ultimi anni ha sollevato notevoli problematiche non solo in tema di sicurezza dello spazio aereo ma anche di protezione dei dati personali tenuto conto che, attraverso tali strumenti, è possibile raccogliere, anche involontariamente, immagini e informazioni di persone fisiche – ovvero di spazi e luoghi comunque privati – per cui si rende necessario disciplinare tale attività di trattamento al fine di tutelare lariservatezza delle persone ed i loro dati personali, anche alla luce del nuovo Regolamento UE n. 679/2016.

Quanto alla normativa nazionale, la definizione di mezzi aerei a pilotaggio remoto (quali, appunto, i droni) è contenuta per la prima volta nel Regolamento dell’Enac del 16.12.2013, nato dalla necessità di disciplinarne l’utilizzo anche per…

Da @altalex di Marco Martorana, professionista Avvocato – 09.11.2018

LEGGI TUTTO su ALTALEX

Si parla di: regole, GDPR, uso dei droni, regolamento, privacy, dati sensibili, riprese video con drone

Protezione civile, a Borgomanero i dipendenti comunali vanno a lezione di droni .@LaStampa

Il sindaco: “Serviranno a fare controlli sugli edifici pericolanti o in caso di emergenza maltempo”
Corso per operatori di droni per due dipendenti del Comune di Borgomanero. L’amministrazione comunale ha deciso di fare svolgere a due dipendenti un apposito corso di formazione per imparare a utilizzare i droni in operazioni specializzate «critiche» nell’ambito della protezione civile. I lavoratori seguiranno i corsi della ditta specializzata «iDroni srl» di Bergamo e costeranno 2.800 euro…
Da @LaStampa di MARCELLO GIORDANI – 08/11/2018
Si parla di: protezione civile, calamità naturali, prevenzione, monitoraggio territorio, formazione, corso per operatori droni, pilota di apr

Come recuperare i files video danneggiati sui droni DJI [HowTo] .@DronEzine

A chi non è mai capitato di aprire una registrazione effettuata con una ActionCam, una telecamera o con un drone e non riuscire a leggere il video appena registrato? Non è una cosa tanto comune, ma potrebbe succedere a chiunque e con qualsiasi tipo di  drone e non solo DJI ovviamente.

In questo articolo si parla di questa azienda in quanto certamente la più diffusa e blasonata.
Quindi le probabilità che succeda una cattiva registrazione di un video, non è da imputarsi al mancato funzionamento delle telecamere installate, quanto a una questione meramente probabilistica causata dalla ampia diffusione sul mercato dei droni DJI.

In questo semplice HowTo, non volevo fare un articolo acchiappa click, come si dice in gergo, pertanto avevo aggiunto una parentesi nel…

Da @DronEzine di Stefano Orsi – 11.11.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: recuperare file, utility, mp4, recovery, DJI

DRONI SUL MARE: IN MISSIONE PER LA SICUREZZA DEL MEDITERRANEO NUOVI PROGETTI E TECNOLOGIE AL “SEA DRONE TECH SUMMIT 2018”

Il congresso di Gallipoli riunirà università, centri di ricerca e aziende specializzate

La sicurezza del Mediterraneo sarà sempre più affidata a droni super-tecnologici. Sofisticati robot volanti e imbarcazioni senza equipaggio saranno infatti utilizzati per monitorare le principali rotte marittime, fornire dati sull’inquinamento delle acque e contribuire a fronteggiare i traffici illeciti e l’immigrazione clandestina. In un prossimo futuro, potranno anche intervenire per missioni di soccorso in caso di incidenti e naufragi. Già oggi, i velivoli teleguidati “Predator” dell’Aeronautica Militare vengono impiegati in missioni sul mare per individuare navi sospette o carrette cariche di migranti, mentre presto velivoli “Falco EVO” costruiti da Leonardo saranno utilizzati dall’agenzia europea Frontex per missioni di sorveglianza sul Mediterraneo. I nuovi progetti per l’utilizzo di droni per la sicurezza marittima saranno tra i temi al centro di “Sea Drone Tech Summit 2018”, il primo congresso in Italia dedicato a droni e robot per impiego marino e subacqueo, che si svolgerà nei giorni 16 e 17 novembre prossimi a Gallipoli (Lecce). Vi interverranno i maggiori esperti in ambito nazionale, in rappresentanza di Marina Militare, Vigili del Fuoco, ENEA, CNR, università, centri di ricerca e aziende specializzate.

Tra i nuovi progetti che saranno presentati al congresso di Gallipoli, alcuni riguardano l’utilizzo di droni aerei multirotore in ambiente marino. Tra questi, grande interesse sta suscitando il “Sav” (Sistema Aeromobile Vincolato), sviluppato dalla società casertana TopView. Inserito nel progetto europeo “Sara”, questo drone è dotato di sensori ottici e termici ed è vincolato con un lungo cavo che fornisce  l’alimentazione elettrica; può essere utilizzato dal ponte di un’imbarcazione per aumentare l’orizzonte di osservazione in missioni di monitoraggio e soccorso in mare. Un altro drone innovativo è lo “Splash Drone 3+”, prodotto dalla cinese SwellPro e importato da Drone Store Italia: è il primo quadricottero totalmente impermeabile e con capacità di galleggiamento, utilizzabile in mare anche con pioggia e vento, ad esempio per trasportare un salvagente ad un naufrago o ad un bagnante in difficoltà. Droni volanti fanno anche parte del progetto “Marin”, sviluppato da Seastema (gruppo Fincantieri), in collaborazione con RINA Consulting, Co.M.Media e Università del Salento, per missioni di controllo ambientale e sicurezza costiera: il sistema sarà articolato su un’imbarcazione senza equipaggio di circa 20 metri, che servirà come piattaforma di appoggio per uno o più droni aerei ed un’eventuale drone subacqueo, oltre ad una stazione terrestre per il comando e controllo a distanza. Piccole navi-drone per il monitoraggio marino saranno anche presentate dall’Università Sapienza di Roma con il progetto “SeaLab”, una sorta di mini-aliscafo superveloce con propulsione areazione, e dalla società palermitana Eng.Co.Sys. con il progetto “SI-USV”, imbarcazione dotata di una carena planante e capace anche di immergersi sotto al pelo dell’acqua e di trasportare droni aerei e subacquei.

Il “Sea Drone Tech Summit 2018” è promosso dall’associazione Ifimedia ed organizzato dalla società Mediarkè, in collaborazione con “Roma Drone Campus”. Il congresso ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, CNR, ENEA, Università del Salento, Università Roma Tre, Link Campus University, OGS, ISME e RINA. Il programma prevede venerdì 16 novembre la cerimonia inaugurale presso l’Ecoresort Le Sirenè, prestigiosa struttura alberghiera gallipolina del gruppo Caroli Hotels, a cui seguiranno tre sessioni: la prima sarà dedicata a droni e robot subacquei, la seconda ai droni aerei per impieghi marini, mentre la terza ai droni navali di superficie. Si svolgeranno anche dimostrazioni operative dei vari mezzi in vasca e in mare, quest’ultime sabato 17 presso il Circolo della Vela di Gallipoli. La partecipazione è gratuita ed è riservata ai professionisti del settore, previa registrazione online su www.seadrone.it.

Roma, 12 novembre 2018 – Ufficio Stampa Mediarkè

Salone Orientamento, accanto al Bigo un’area volo per i droni .@genova24

Grazie al supporto dell’aero club di Genova
Genova Ci sarà anche l’Aero Club di Genova al 23° Salone della Scuola, della Formazione e dell’Orientamento del Lavoro che avrà luogo ai Magazzini del Cotone, Porto Antico, dal 13 al 15 novembre.
Due le linee orientative e determinanti che saranno proposte dal Club nell’evento: la scuola di pilotaggio e la “Droneacademy”.
I visitatori avranno occasione di approfondire tutti gli aspetti relativi ai corsi di pilotaggio presso la sede Aeroportuale e di drone nelle sedi decentrate sul territorio regionale grazie
Da @genova24 – 10 novembre 2018
Si parla di: eventi sui droni, droneacademy, imparare a volare con un drone, scuola di pilotaggio, pilota di apr, Genova

I droni in aiuto agli archeologi. I reperti raccontano l’antica Luni .@qn_lanazione

Preziosi ritrovamenti durante gli ultimi scavi con gli studenti

Anfore per vino, olio e salse di pesce, vasellame da cucina e da tavola e, ancora, in grande quantità, ossa di animali residuo dei pasti. Sono i reperti trovati nell’ultima campagna di scavi a Luni condotta dall’Università di Pisa che documentano la vita quotidiana dei lunensi nell’età tardo antica. «E’ emerso che gli abitanti dell’area consumavano vino e olio provenienti dai mercati mediterranei, in particolare dal Nord-Africa, dall’Asia minore e…

Da @qn_lanazione – 8 novembre 2018

LEGGI TUTTO su LA NAZIONE – Sarzana

SI parla di: archeologia, aerofotogrammetria, rilievi con droni, geomapping, modellazione 3d