Video: il dirigibile lancia-droni di Amazon fa paura, ma è un Fake .@DronEzine

Bisogna ammetterlo: il video dell’enorme dirigibile di Amazon che scarica uno sciame di piccoli droni è spaventoso.

L’imponente aeromobile che sorvola la città evoca scene da invasione aliena (ricordate l’astronave del film Independence Day?) ma non è proprio il caso di preoccuparsi, perché si tratta di un fake realizzato da un artista giapponese della video produzione, che ha postato il video (e in seguito alcune ricostruzioni del suo lavoro) sul suo account Twitter…

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 06.04.2019

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: Fake, dirigibile, sciame, swarm, droni, Amazon, viral marketing, branding,

Annunci

Dronitaly, si è chiusa la più importante fiera B2B dedicata agli aeromobili a pilotaggio remoto

Saranno 7,4 milioni i droni che voleranno nei cieli europei nel 2035, quando sul continente la domanda di prodotti e servizi relativi agli aeromobili a pilotaggio remoto toccherà i 10 miliardi di euro.

A crescere saranno soprattutto i SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto) a uso commerciale, impiegati in agricoltura, nella logistica, per il monitoraggio di pozzi, nella gestione delle emergenze e nelle grandi industrie. Per questo professionisti di vari settori hanno visitato e sono intervenuti nella seconda giornata di Dronitaly, la fiera B2B dedicata alla filiera dei sistemi a pilotaggio remoto aerei, acquatici e terrestri. La manifestazione, organizzata da Mirumir nella splendida cornice del Palazzo delle Stelline di Milano, è giunta alla quinta edizione e ormai da anni è l’appuntamento di riferimento del settore, vantando il patrocinio di Enac, Enav e delle associazioni Aopa, Assorpas e Fiapr e la presenza tra gli espositori delle più note aziende produttrici, a partire da Aviewgroup, Skypersonic e 3D Target.

La seconda giornata si è aperta con il convegno dedicato all’uso dei droni per il monitoraggio ambientale e la prevenzione delle emergenze, che negli ultimi anni si stanno presentando con una frequenza crescente e pesanti ricadute, anche per le persone. A discutere delle possibilità offerte dall’utilizzo di sistemi SAPR sono stati relatori di grande prestigio, tra cui professionisti dell’ARPA, agronomi, architetti, con il contributo di Edoardo Cavalieri d’Oro, direttore vice dirigente Ministero degli Interni – Vigili del Fuoco di Milano, che ha raccontato come l’impiego di droni ha cambiato il sistema della gestione delle emergenze negli ultimi anni. Solo dieci anni fa, quando capitava il terremoto dell’Abruzzo, era difficile immaginare il contributo che gli aeromobili a pilotaggio remoto avrebbero potuto dare ai soccorritori, che proprio grazie ai droni possono ora intervenire in tempo più breve e in maggiore sicurezza. “Il drone può accorciare i tempi o raggiungere aree inaccessibili via terra. In questo il caso di Rigopiano è emblematico: nelle prime ore successive all’arrivo della valanga, a causa delle avverse condizioni meteo, non poteva volare nulla, nemmeno gli elicotteri, i droni invece ci hanno permesso di poter raccogliere dati”, ha spiegato Cavalieri d’Oro, che ha vinto un bando dell’Agenzia Spaziale Europea per studiare l’impiego di droni e satelliti nella gestione di emergenze in cui siano rilasciate nell’ambiente sostanze chimiche o radiologiche.

Nella seconda giornata della manifestazione è stato dedicato ampio spazio anche all’impiego dei SAPR per l’analisi dell’involucro edilizio di condomini e supercondomini e in ambito industriale, dove i droni possono essere utilizzati per ispezioni, attività di prevenzione, oltre che nella gestione delle emergenze. Dronitaly non ha dimenticato i più giovani, come gli studenti e i dottorandi del Politecnico di Milano, che alla fiera hanno potuto presentare i loro prototipi e l’Osservatorio Droni, il primo di questo genere in Italia, dove mira a diventare un punto di riferimento per lo studio e il monitoraggio degli UAS. I giovani ingegneri dell’ateneo milanese sono stati anche tra i premiati dalla Call 4 Papers, un’iniziativa speciale di Dronitaly, giunta alla seconda edizione, a cui hanno aderito circa venti progetti. Sette quelli selezionati da una giuria di esperti, che hanno valutato l’originalità dell’argomento trattato e l’apporto innovativo nell’uso delle tecnologie. La varietà delle applicazioni immaginate dai vincitori, dalle scene del crimine, fino al ghiacciaio del Belvedere, mostrano il ventaglio di possibilità offerte dal settore dei droni, che proprio per questo è in costante e rapida crescita. Per applicare questa innovativa tecnologia servono piloti esperti, a cui la passione per il volo può aprire grandi opportunità professionali. Dronitaly ha dato spazio anche a loro, con panel dedicati alle competenze interdisciplinari che è utile acquisire, fino all’aspetto più ludico, legato alle competizioni di velocità: la manifestazione è stata l’occasione per lanciare l’appuntamento con l’Italian Drone Series, la prima gara a squadra di aeromobili a pilotaggio remoto, di cui il 6 aprile a Peschiera Borromeo, si è disputata la seconda corsa.

www.dronitaly.it

Il drone che si pilota col pensiero .@Agenzia_Italia

Il drone che si pilota col pensiero

Per farlo alzare in volo basta il pensiero. Ecco come funziona il primo drone che si pilota con la mente…

Da @Agenzia_Italia di Next New Media | 04 aprile 2019,21:19

GUARDA IL VIDEO su AGI.it

Si parla di: pilotaggio remoto, mente, cervello, coscienza, concentrazione, pilotare con la mente, controllare,

Il taxi del futuro è un drone biposto senza pilota, il test a Vienna .@moneypuntoit

(…) in Austria il battesimo del taxi aereo a guida autonoma, il drone testato per la prima volta in Europa
La società aerospaziale austriaca FACC e il suo partner cinese EHang hanno testato, per la prima volta in Europa, un taxi volante senza pilota.
Il drone biposto è decollato a Vienna, alzandosi in aria e trasportando due passeggeri. Il test arriva in occasione del prossimo Festival 4GameChanger, che si svolgerà nella capitale austriaca dal 9 all’11 aprile prossimi…
Da @moneypuntoit di Elisabetta Scuncio Carnevale 4 Aprile 2019
Si parla di: Ehang, Cina, delivery drone, trasporto, merci, persone, ottocottero, taxi, logistica,

A Grottaglie si studia sicurezza droni .@Agenzia_Ansa

Progettare e sviluppare un campo di prova (test range) per la valutazione della vulnerabilità e resistenza dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (Sapr o droni) rispetto agli attacchi informatici, sia in ambienti sintetici (simulatori) che eseguendo voli di prova nello spazio aereo segregato collegato all’aeroporto di Grottaglie (Taranto): è l’obiettivo del progetto di ricerca Cruise, finanziato con due milioni di euro dall’Esa (Agenzia spaziale europea), che si svolgerà nello scalo tarantino. Cruise, infatti, è collegato al programma ‘Grottaglie Airport Test Bed’, coordinato dal distretto tecnologico Aerospaziale della Puglia…

Da @Agenzia_Ansa – 04.04.2019

LEGGI TUTTO su ANSA.it PUGLIA

 

 

 

 

 

Si parla di: sicurezza, volo, spazio aereo, antiterrorismo, sicurezza, attacchi informatici, datalink,

D-Flight a Dronitaly, i Droni Open Category non potranno volare ovunque se non autorizzati caso per caso .@Quadricottero

Registrazione di tutti i droni sopra i 250g e precisazioni su dove potranno volare di “default” droni Open Category.
Il regolamento europeo droni, che ancora per un mesetto sarà sotto scrutinio del Parlamento Europeo e del Consiglio per essere presumibilmente emanato entro giugno 2019 con applicabilità giugno 2020, per le Open Category, in particolare per le categorie più leggere C0 (drone < 250g) e C1 (drone <  900g ma nel periodo transitorio dovranno essere < 500g – leggi: Bocciati i droni 900g nel periodo transitorio EASA), prevede che chiunque potrà condurre un drone seguendo un corso online con superamento di test finale online…
Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 04.04.2019
Si parla di: EASA, regolamento europeo droni, Europa, volare, pilotare, categorie, open Category

Tello Iron Man Edition, il drone dei supereroi .@webnewsit

Tello Iron Man Edition è una versione speciale del piccolo drone di RYZE Tech che si caratterizza per una livrea ispirata all’armatura di Iron Man.
Il drone Tello è stato un vero e proprio successo. Trattasi di un piccolo ma sofisticato drone che sfrutta le tecnologie di Intel e di DJI. Punto di forza di questo prodotto il suo eccellente rapporto qualità / prezzo. Tello, infatti, è in grado di offrire un’eccellente esperienza di volo e garantisce scatti e registrazioni video di buona qualità per la sua categoria. RYZE Tech, la startup che realizza Tello, ha voluto festeggiare l’accordo di collaborazione con Marvel e Disney lanciando una versione davvero speciale del suo…
Da @webnewsit di Filippo Vendrame, 4 Aprile 2019
Si parla di: IronMan, Marvel, Disney, DJI, Tello, drone, comics, fumetti, livrea, custom

Droni da tenere sotto controllo. Nasce l’Osservatorio che monitora l’evoluzione .@ITespressoIT

L’Osservatorio Droni intende diventare un punto di riferimento nazionale per lo studio e il monitoraggio degli UAS, in rapida crescita ma anche in costante evoluzione, sia per numero di macchine prodotte sia per applicazioni sviluppate
Secondo Goldman Sachs, il mercato dei droni supererà nel mondo i 100 miliardi di dollari entro il prossimo anno, quando ne saranno prodotti oltre 5 milioni, quasi il doppio di quelli realizzati nel 2017 (3 milioni, fonte Teal Group). Una vera e propria invasione, un fenomeno massivo che non si può ignorare, anzi, va tenuto sotto stretta osservazione per capirne dinamiche, andamenti, utilizzi, costi e benefici.
Specialmente in Italia, dove il mercato è solo agli inizi, ma l’interesse suscitato dal fenomeno e gli investimenti che si stanno mettendo a budget lasciano presagire sviluppi interessanti in moltissimi campi di attività, sia in ambito industriale e agricolo che nei servizi, dalla logistica ai trasporti alla…
Da @ITespressoIT di Stefano Belviolandi – 2 aprile 2019
Si parla di: sicurezza, monitoraggio, statistica, evoluzione, settore, applicazioni, impiego droni, mercato, economia

Consumi, Findomestic: Pil asfittico, ma le famiglie comprano droni

Nella percezione delle famiglie sembrano contare poco o nulla le sistematiche revisioni al ribasso della crescita del Paese. La fiducia dei consumatori si mantiene stabile e, al di là di ogni allarme internazionale, stabile è il sentiment sulla situazione economica italiana.
Lo rileva l’Osservatorio Findomestic che da anni (in collaborazione con Prometeia) monitora i comportamenti e la propensione al consumo delle famiglie. Intanto, il nostro consumatore “connesso” come lo definisce Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Consumi di Findomestic, compra ogni genere di marchingegno tecnologico purché sia costoso e avanzato. Entrano i primi robot nelle case italiane, i primi droni, mentre si guarda ancora con sospetto all’auto elettrica perché le famiglie non sono ancora sicure che quella sarà l’innovazione vincente del nostro futuro.
Bardazzi, quanti sono gli italiani che ricorrono al credito al consumo?
Secondo i dati Assofin, negli ultimi cinque anni il credito al consumo ha avuto un incremento costante che ha accompagnato la crescita dei consumi a livello nazionale. Nel 2018 la cifra si aggira sui …
Da http://www.stamptoscana.it di Laura D´Ettole –  27 Marzo, 2019
Si parla di: tecnologia, credito al consumo, Findomestic, studio, studi, acquisto, rate, debito,

Droni, a Malpensa “situazione fuori controllo” .@Giorno_Varese

Il sindacalista Dimauro: 31 dipendenti Enac vegliano su tre regioni

Malpensa (Varese), 3 aprile 2019 – «La situazione ormai è fuori controllo, bisogna intervenire prima che sia troppo tardi».

Il segretario della Cisl Funzione Pubblica di Milano, Giorgio Dimauro, aveva già lanciato l’allarme lo scorso dicembre, denunciando i continui tagli del personale Enac, che tra i vari compiti ha anche quello di vigilare su scuole e certificazioni come pilota Sapr (aeromobile a pilotaggio remoto). Da allora, spiega, «nulla è cambiato…

Da @Giorno_Varese di ANDREA GIANNI – 3 aprile 2019

LEGGI TUTTO su IL GIORNO cronaca di Varese

Si parla di: ATZ, CTZ, no fly zone, Malpensa, drone non autorizzato, regole, regolamento, ENAC, codice navigazione aerea, violazione spazio aereo, pericolo