‘Driver+’ #droni e nuovi software per gestire le catastrofi naturali .@euronewsit

Immaginiamo che ci sia un edificio in fiamme, una situazione di caos e paura, di emergenza totale, con allagamenti e feriti durante un’alluvione.

Su questo scenario immaginario dozzine di vigili del fuoco e scienziati, tra Varsavia e Nowy Dwór Mazowiecki in Polonia, testano nuove tecnologie per aiutare a gestire meglio le situazioni di crisi come questa.

La simulazione prefigura uno scenario in cui 2,5 milioni di metri cubi di rifiuti tossici sono stati trasportati da un’alluvione in una città europea, 15 persone sono morte, 200 persone sono gravemente intossicate; l’alluvione tossica sta progredendo rapidamente. Come gestire questa crisi? 100 vigili del fuoco di 3 nazionalità diverse si allenano…

Da @euronewsit

LEGGI TUTTO su EURONEWS

 

 

 

 

 

Si parla di: emergenze, software, applicazioni, catastrofi naturali, ambientali, disastri, mappatura territorio, immagini 3D, aerofotogrammetria

Annunci

Sondrio, controllare i ponti? Ci pensa il #drone .@Giorno_Sondrio

La manutenzione di edifici e infrastrutture è ciò su cui ha scelto di puntare l’amministrazione provinciale con il denaro che resta in capo all’ente
Sondrio, 6 giugno 2018 – L’attività di ispezione e analisi dello stato di salute dei ponti provinciali sarà eseguita dai droni. La valutazione della conservazione delle infrastrutture è stata già avviata nei mesi scorsi e prevista nel bilancio del prossimo triennio da parte della Provincia. In alcuni casi, però, l’indagine non era stata completata per oggettive impossibilità tecniche, che invece i mini aeromobili possono superare…
Da @Giorno_Sondrio di LAURA TADDEI – 6 giugno 2018
Si parla di: monitoraggio luoghi, ispezione, infrastrutture, ponti, verifiche strutturali, analisi, manutenzione, aerofotografia, aeroispezione

#Drone scopre antichi geoglifi: sono più vecchi delle linee di Nazca .@LaStampa

Gli archeologi hanno scoperto oltre 25 nuovi geoglifi nel deserto peruviano.

La scoperta è stata possibile grazie all’utilizzo di un drone, che ha scovato queste antiche rappresentazioni realizzate dalla società dei Paracas.

I geoglifi sarebbero più antichi di centinaia di anni rispetto alle…

Da @LaStampa

LEGGI TUTTO su LA STAMPA TV

Si parla di: archeologia, linee di Nazca, Unesco, patrimonio umanità, aerofotografia, foto da drone

Da Geo-Fly uno starter-kit efficiente per fare topografia con i #droni .@rivistageomedia

Il recente fascino esercitato dai veicoli a pilotaggio remoto sui topografi nasce sicuramente dalla possibilità di poter effettuare riprese “aerofotogrammetriche” ora alla portata di tutti.
Certamente l’esplosione dell’uso del mezzo ha rasentato situazioni vicine al gaming e all’hobby dell’aeromodellismo. Basti pensare alle fabbriche di droni avviate da parte di hobbisti del settore aeronautico che hanno visto finalmente la possibilità di realizzare qualcosa di più professionale adatto anche a scopi di telerilevamento e mappatura del territorio.
Ovviamente il tutto è relativo e il sistema aerofotogrammetrico da drone si dirige ad aree molto limitate. Ma è proprio in queste aree che giungono notizie e richieste per mettere a fuoco le soluzioni più rispondenti alle esigenze di una topografia operativa tradizionale e catastale. ..
Da @rivistageomedia – 29.05.2018
Si parla di: topografia, telerilevamento, rilievi, Archeologia, Infrastrutture, registrazione enac,

I tetti delle chiese fiorentine controllati con i #droni / FOTO e VIDEO .@Nazione_Firenze

Si è concluso il monitoraggio dei vigili del fuoco su San Marco, Santa Maria Maddalena dei Pazzi e San Paolino
Firenze, 29 maggio 2018 – Si sono concluse oggi con successo le operazioni di monitoraggio dei tetti delle chiese di San Marco, Santa Maria Maddalena dei Pazzi in Borgo Pinti e San Paolo Apostolo, meglio conosciuta come chiesa di San Paolino nell’omonima via. Questi tre complessi sacri fanno parte del Fondo per gli Edifici di Culto del Ministero dell’Interno. L’obiettivo delle verifiche è stato quello di realizzare una documentazione video fotografica in alta definizione, per permettere poi alla Soprintendenza di programmare direttamente gli interventi sulle coperture e sugli elementi svettanti, laddove necessario.
Le operazioni, coordinate dalla Prefettura, sono state rese possibili da…
Da @Nazione_Firenze – 29 maggio 2018
Si parla di: monitoraggio luoghi, edifici storici, chiese di firenze, luoghi di culto, drone vigili del fuoco, DJI mavic

Yellowscan Demo Day – Scopri la soluzione LiDAR da #drone e da auto .@rivistageomedia

Scopri la flessibilità dei sistemi Yellowscan con sensori Applanix e Riegl il 19 Giugno al Yellowscan Demo Day.

Il laser-scanner lidar Yellowscan è la soluzione UAV LIDAR più leggera e più accurata del mondo nel campo dell’ingegneria civile e mineraria. Con un sistema solido e completamente integrato progettato per soddisfare le esigenze della maggior parte dei professionisti del rilievo, Yellowscan è integrabile su qualsiasi drone in maniera semplice e rapida.

La giornata si concentrerà su prove pratiche in volo con drone DJI MATRICE 600 e con il nuovo attacco rapido dei lidar che permette la veloce installazione anche su autovetture. Elaborazione dei dati per DTM sotto vegetazione e…

Da @rivistageomedia 25.05.2018

LEGGI TUTTO su RIVISTA GEO MEDIA GEOforALL

Si parla di: LIDAR, drone, sensore, laser, scaner, rilevi, aerofotogrammetria, Microgeo

Droni sui tetti delle chiese .@firenzetoday

E’ in corso il monitoraggio delle coperture delle chiese che appartengono al Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno.

Nei prossimi giorni le chiese di San Marco, Santa Maria Maddalena de’ Pazzi e San Paolino saranno sorvolate da dei droni per verificare le condizioni dei tetti. Si tratta di un’inedita attività che la Prefettura sta conducendo in collaborazione con il comando provinciale dei vigili del fuoco e la soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Firenze, Prato e Pistoia. L’obiettivo è quello di approfondire la conoscenza dello stato manutentivo e di conservazione delle coperture dei…

Da @firenzetoday – 25 maggio 2018 11:38

LEGGI TUTTO su FIRENZE TODAY

Si parla di: monitoraggio luoghi, chiese, edifici sacri, monumenti, firenze, verifiche strutturali, San Marco, Santa Maria Maddalena dè Pazzi, San Paolino

Bologna, un drone per le Due Torri: dal Comune 45mila euro .@repubblica

Un occhio elettronico verificherà le condizioni del monumento simbolo della città
Sarà l’occhio elettronico di un drone a tenere sotto controllo, per i prossimi due anni, le Due Torri. Il Comune ha infatti affidato alla società Tecno In di Napoli, che in questi anni si è già occupata di verificare le condizioni del monumento simbolo di Bologna, “il servizio di monitoraggio strutturale e geotecnico mediante riprese video e fotografiche con drone di Asinelli e Garisenda”…
Da @repubblica – 13.05.2018
Si parla di: monitoraggio luoghi, controllo del territorio, verifiche strutturali, ispezione monumenti, beni architettonici, sovrintendenza, bologna, sensori geotermici

Apple Maps, per migliorarle saranno impiegati i #droni .@TomsHWItalia

Apple ha confermato di aver approfittato del permesso accordato da parte del governo degli Stati Uniti a testare i droni in deroga alle regole imposte dall’ente federale di aviazione per avviare un importante programma di mappatura al fine di migliorare la propria app Apple Maps.
Al momento il programma è limitato ai soli Stati Uniti ma chissà che in futuro non venga esteso anche al resto del mondo, imitando così Google Street View.
Apple tra l’altro ci ha tenuto ad assicurare che rispetterà assolutamente le direttive sulla privacy oscurando qualsiasi volto e targa durante le riprese: un’affermazione che farebbe pensare proprio all’implementazione di un servizio…
Da @TomsHWItalia di Alessandro Crea – 10 Maggio 2018
Si parla di: apple maps, aerofotogrammetria, telerilevamento, fotografia aerea, mappatura del territorio

Le “rughe” dell’Etna ricostruite in 3D con un #drone .@lasiciliait

Fotografata la colata lavica del 1974 sul fianco ovest. Lo studio compiuto dai ricercatori dell’Ingv in collaborazione con i francesi dell’Università Blaise Pascal di Clermont Ferrand aggiorna le topografia del Vulcano
CATANIA – Le “rughe” disegnate sul fianco occidentale dell’Etna dalla colata lavica del 1974 sono state ricostruite in 3D grazie alle foto scattate da un drone. Il modello digitale del campo lavico, ottenuto in alta definizione, aggiorna così la topografia del vulcano, fornendo preziose informazioni per la previsione di pericolosi fenomeni come le colate di lava e i flussi piroclastici. Il risultato è pubblicato sulla rivista Bulletin of Volcanology dai ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) in collaborazione con i francesi …
Da @lasiciliait – 08.05.2018
Si parla di: Università Blaise Pascal, Clermont Ferrand, geologia, mappatura 3D, aerofotogrammetria, telerilevamento, Stucture from Motion, SfM, sicilia, vulcano, vulcanologia, etna