Lotta antizanzare col drone? Se ne parla al Castello del Monferrato .@tvalessandria

Sabato 1 dicembre, alle 10, presso il Castello del Monferrato, il Comitato Casale Monferrato Capitale della Doc ospita la presentazione da parte di Antonio Carlin e Roberto Grassi, ingegneri del Politecnico di Torino, del Drone Pbkopter, un importante prototipo, molto adatto soprattutto per la sua flessibilità tecnica da proporre per future prove in campo, in funzione soprattutto del trattamento antizanzare in risaia ed anticrittogamico in vigneto.

In pratica il progetto Pbkopter permette la distribuzione del principio attivo solo dove è richiesto, evitando che…

Da @tvalessandria – 27.11.2018

LEGGI TUTTO su TELE ALESSANDRIA

Si parla di: sistema antizanzare, insetticida, aerosol, agricoltura di precisione, precision farming, eventi

Annunci

30 novembre: CORSO PROFESSIONALE FOTOGRAMMETRIA DA DRONE a Reggio Emilia .@DronEzine

ICAROS in collaborazione con D4S organizza un corso professionale di 16 ore, teorico e pratico, di Fotogrammetria da Drone nei giorni 30 novembre 1 e 2 dicembre 2018 a Rubiera (RE)
Corso Professionale di Fotogrammetria da DRONE si rivolge a professionisti, tecnici e non, aspiranti piloti e non, ed in generale a chi vuole approfondire le tecniche e gli aspetti fondamentali di questa disciplina. Seguendo un percorso teorico – pratico che affronta le esigenze tecniche, operative ed organizzative del Pilota/Operatore, verrà simulata una vera attività/missione fotogrammetrica di acquisizione…

Da @DronEzine di Luca Masali – 24.11.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: aerofotogrammetria, telerilevamento, nuvole di punti, 3D, monitoraggio territorio

Un corso gratuito per scoprire le potenzialità dei droni .@gonews_it

Imparare a usare i droni per proteggere l’ambiente e controllare il territorio, è l’opportunità che il Rotary Club di Cascina, presieduto dal professor Giuseppe Saccomanni, offre al personale degli enti pubblici e agli studenti dell’Università di Pisa.

Il corso, totalmente gratuito e finanziato dal Rotary cascinese, prenderà il via sabato 24 novembre, alle 9, nella sede della Navicelli S.P.A., in via Darsena 3 a Pisa, sarà articolato in 40 ore di lezione frontale e 8 di esercitazioni pratiche, e sarà…

Da @gonews_it – 22.11.2018

LEGGI TUTTO su GONEWS

Si parla di: formazione, Pisa, eventi sui droni, incontro formativo

Droni in edilizia, seminario di Formedil Cpt Taranto e IDS .@inchiostroverde

“L’uso dei droni in edilizia” è il tema del seminario organizzato dal Formedil Cpt Taranto in collaborazione con l’azienda IDS, Ingegneria dei Sistemi, in programma venerdì prossimo, 23 novembre, dalle ore 15 alle ore 18.

L’iniziativa, che si terrà al quartiere Paolo VI di Taranto nella sede del Formedil in via Amendola 10, è rivolta principalmente a professionisti, addetti ai lavori e imprenditori del settore edile. Riflettori puntati, in particolare, sulle tecniche e le modalità operative di un rilievo aerofotogrammetrico condotto mediante i sistemi di aeromobile a pilotaggio remoto, i droni appunto…

Da @inchiostroverde – 21.11.2018

LEGGI TUTTO su INCHIOSTRO VERDE

Si parla di: edilizia, aerofotogrammetria, rilievi, mappatura 3D, APR, eventi sui droni

DRONI E ROBOT MARINI NEL FUTURO DELLA BLUE ECONOMY GRANDE SUCCESSO A GALLIPOLI PER “SEA DRONE TECH SUMMIT”

Il futuro della Blue Economy vedrà crescere l’utilizzo di droni e robot marini. Queste sofisticate macchine hanno già iniziato a rivoluzionare ogni attività e professione legata al mondo del mare, dalle riprese sottomarine all’esplorazione dei fondali, dal monitoraggio dell’ambiente marino alla ricerca di siti archeologici o di navi affondate, dal controllo di piattaforme offshore e di allevamenti ittici fino al soccorso di naufraghi e bagnanti in difficoltà.

Una conferma del trend in crescita di queste applicazioni hi-tech ai vari settori dell’economia del mare si è avuta nei giorni scorsi a Gallipoli (Le), dove si è svolto il “Sea Drone Tech Summit 2018”, prima edizione del congresso nazionale su droni e robot per impiego marino, ospitato dall’Ecoresort Le Sirenè (Gruppo Caroli) e dal Circolo della Vela. Oltre 150 esperti, tecnici e ricercatori, provenienti da tutta Italia, si sono dati appuntamento per una due giorni di lavori nella cittadina salentina, presentando il meglio della ricerca e della produzione di droni e robot marini e subacquei in Italia.

Molte le novità presentate durante il congresso, che ha visto 20 relazioni tecniche di alto livello. La Marina Militare ha illustrato l’impiego duale dei droni marini e le linee di indirizzo del progetto “Maritime Underwater System”. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha invece presentato il sistema di ricerca strumentale subacquea integrata del Servizio Sommozzatori. L’ENEA ha fornito i primi dettagli del programma per l’impiego di droni con tecnologia a sciame, mentre l’Istituto di Ingegneria del Mare del CNR ha mostrato alcuni risultati dell’impiego di droni aerei e marini nell’Artico norvegese. Diversi gli atenei presenti al congresso di Gallipoli. L’Università del Salento e l’Università di Firenze, entrambe collegate al polo interuniversitario ISME (Integrated Systems for the Marine Environment), hanno presentato le proprie attività nella realizzazione di sistemi autonomi subacquei e di superficie, tra cui i robot “FeelHippo” e “WiMust”. L’Università di Verona, da parte sua, ha illustrato il progetto “H2020 Intcatch” relativo a droni intelligenti per il monitoraggio della qualità delle acque interne, mentre droni a guida autonoma per il monitoraggio costiero sono stati al centro dell’intervento dell’Università Sapienza di Roma. Interessante anche la relazione della Scuola di Robotica di Genova sui progetti di formazione in ambito scolastico per docenti e studenti.

Numerosi anche gli interventi da parte di aziende specializzate. Il RINA ha illustrato l’uso di droni e di tecnologie digitali di indagine per l’impiego in ambito ispettivo, mentre l’ENEL ha presentato le sue esperienze nell’impiego di droni a supporto del monitoraggio e della sicurezza degli impianti industriali in zone marine. Da parte sua, Seastema (Gruppo Fincantieri) ha svelato i primi dettagli del progetto “Marin” relativo a un sistema di monitoraggio ambientale su piattaforma navale, finanziato dalla Regione Puglia. La MDM Team di Firenze ha parlato del nuovo drone subacqueo “Zeno AUV” per indagini archeologiche, il Consorzio Proambiente di Bologna del progetto “OpenSwap” relativo ad un veicolo autonomo di superficie per il monitoraggio degli ambienti acquatici, mentre la Orion-Watec di Padova della progettazione di droni acquatici di superficie. Inoltre, la Green Tech Solution di Napoli ha presentato il progetto “Litter Hunter System” per l’uso di droni per il monitoraggio e il recupero di rifiuti plastici nel mare, la Zad Marine di Bologna il drone sottomarino a basso costo “Bravo 1” e la Novacavi di Peschiera Borromeo (Mi) la sua produzione di cavi per l’impiego con droni e robot subacquei. Grande interesse anche per il progetto “Sara” della TopView di Caserta, relativo ad un drone aereo vincolato per missioni di sorveglianza a bordo di navi e imbarcazioni, e per il drone impermeabile e galleggiante “Splash Drone 3+”, prodotto dalla cinese SwellPro e distribuito da Drone Store Italia, utilizzabile per il trasporto di un salvagente in operazioni di soccorso in mare.

“Siamo molto soddisfatti di questa prima edizione del Sea Drone Tech Summit”, ha dichiarato l’organizzatore Luciano Castro. “I partecipanti al congresso hanno espresso apprezzamento per l’alto livello degli interventi e per l’opportunità di creare nuove partnership e di dar vita a nuovi progetti. Le prospettive di crescita del settore dei droni marini sono infatti molto interessanti per il futuro. Proseguiremo  dunque su questa strada, iniziando a lavorare da subito alla seconda edizione per il 2019”. Il “Sea Drone Tech Summit 2018” è stato promosso dall’associazione Ifimedia ed organizzato dalla società Mediarkè, in collaborazione con “Roma Drone Campus”. Il congresso ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, CNR, ENEA, Università del Salento, Università Roma Tre, Link Campus University, ISME, OGS e RINA. Ulteriori informazioni su www.seadrone.it.

Roma, 20 novembre 2018

Ufficio Stampa Sea Drone Tech Summit 2018: Mediarkè

DRONI: ESPERTI E TECNICI A GALLIPOLI PER “SEA DRONE TECH SUMMIT” APRE DOMANI IL PRIMO CONGRESSO SUI ROBOT PER IMPIEGO MARINO

Oltre duecento esperti e tecnici stanno arrivando a Gallipoli (Le) da tutta Italia per partecipare al “Sea Drone Tech  Summit 2018”, il primo congresso nazionale su droni e robot per impiego marino e subacqueo.

Questo importante evento si aprire oggi presso l’Ecoresort Le Sirenè (Gruppo Caroli Hotels) con la prima giornata di lavori, in cui saranno presentate oltre 20 relazioni suddivise in 3 sessioni: droni e robot subacquei; droni aerei per utilizzo in mare; e droni navali di superficie. Sono anche previste alcune prove in vasca di piccoli droni marini. Dopodomani sabato 17, invece, il congresso proseguirà presso il Circolo della Vela di Gallipoli, che ospiterà al Molo San Giorgio alcune dimostrazioni operative di droni subacquei, navali ed aerei. “Per la prima volta in Italia, sarà possibile fare il punto sullo sviluppo di questi nuovi mezzi, che rivoluzioneranno le attività di studio, esplorazione e sfruttamento dell’ambiente marino”, ha spiegato Luciano Castro, organizzatore del congresso. “Un Paese come l’Italia – con oltre 7mila chilometri di coste, senza contare le acque interne di laghi, bacini idrici e fiumi – potrà trovare in questa tecnologia sofisticata nuove soluzioni per il monitoraggio e la tutela di questo grande patrimonio ambientale e di ciò che nasconde nelle sue profondità”.

Il “Sea Drone Tech Summit 2018” è promosso dall’associazione Ifimedia ed organizzato dalla società Mediarkè, in collaborazione con “Roma Drone Campus”. Il congresso ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, CNR, ENEA, Università del Salento, Università Roma Tre, Link Campus University, ISME, OGS e RINA. Nella giornata di domani 16, presso l’Ecoresort Le Sirenè sarà anche presente un’ampia area espositiva con la mostra statica di vari modelli di droni e robot subacquei, navali ed aerei, negli stand di 12 enti e aziende: Drone Store Italia, Green Tech Solution, MDM Team, Novacavi, Orion, Proambiente, TopView, Università di Firenze, Università Sapienza di Roma, Università del Salento, Università di Verona e Zad Marine. La partecipazione al congresso è gratuita ed è riservata ai professionisti del settore. I lavori saranno trasmessi in diretta streaming sul canale Drone Channel Tv.

Roma, 15 novembre 2018

Comunicato stampa a cura di: Mediarkè

DRONI SUL MARE: IN MISSIONE PER LA SICUREZZA DEL MEDITERRANEO NUOVI PROGETTI E TECNOLOGIE AL “SEA DRONE TECH SUMMIT 2018”

Il congresso di Gallipoli riunirà università, centri di ricerca e aziende specializzate

La sicurezza del Mediterraneo sarà sempre più affidata a droni super-tecnologici. Sofisticati robot volanti e imbarcazioni senza equipaggio saranno infatti utilizzati per monitorare le principali rotte marittime, fornire dati sull’inquinamento delle acque e contribuire a fronteggiare i traffici illeciti e l’immigrazione clandestina. In un prossimo futuro, potranno anche intervenire per missioni di soccorso in caso di incidenti e naufragi. Già oggi, i velivoli teleguidati “Predator” dell’Aeronautica Militare vengono impiegati in missioni sul mare per individuare navi sospette o carrette cariche di migranti, mentre presto velivoli “Falco EVO” costruiti da Leonardo saranno utilizzati dall’agenzia europea Frontex per missioni di sorveglianza sul Mediterraneo. I nuovi progetti per l’utilizzo di droni per la sicurezza marittima saranno tra i temi al centro di “Sea Drone Tech Summit 2018”, il primo congresso in Italia dedicato a droni e robot per impiego marino e subacqueo, che si svolgerà nei giorni 16 e 17 novembre prossimi a Gallipoli (Lecce). Vi interverranno i maggiori esperti in ambito nazionale, in rappresentanza di Marina Militare, Vigili del Fuoco, ENEA, CNR, università, centri di ricerca e aziende specializzate.

Tra i nuovi progetti che saranno presentati al congresso di Gallipoli, alcuni riguardano l’utilizzo di droni aerei multirotore in ambiente marino. Tra questi, grande interesse sta suscitando il “Sav” (Sistema Aeromobile Vincolato), sviluppato dalla società casertana TopView. Inserito nel progetto europeo “Sara”, questo drone è dotato di sensori ottici e termici ed è vincolato con un lungo cavo che fornisce  l’alimentazione elettrica; può essere utilizzato dal ponte di un’imbarcazione per aumentare l’orizzonte di osservazione in missioni di monitoraggio e soccorso in mare. Un altro drone innovativo è lo “Splash Drone 3+”, prodotto dalla cinese SwellPro e importato da Drone Store Italia: è il primo quadricottero totalmente impermeabile e con capacità di galleggiamento, utilizzabile in mare anche con pioggia e vento, ad esempio per trasportare un salvagente ad un naufrago o ad un bagnante in difficoltà. Droni volanti fanno anche parte del progetto “Marin”, sviluppato da Seastema (gruppo Fincantieri), in collaborazione con RINA Consulting, Co.M.Media e Università del Salento, per missioni di controllo ambientale e sicurezza costiera: il sistema sarà articolato su un’imbarcazione senza equipaggio di circa 20 metri, che servirà come piattaforma di appoggio per uno o più droni aerei ed un’eventuale drone subacqueo, oltre ad una stazione terrestre per il comando e controllo a distanza. Piccole navi-drone per il monitoraggio marino saranno anche presentate dall’Università Sapienza di Roma con il progetto “SeaLab”, una sorta di mini-aliscafo superveloce con propulsione areazione, e dalla società palermitana Eng.Co.Sys. con il progetto “SI-USV”, imbarcazione dotata di una carena planante e capace anche di immergersi sotto al pelo dell’acqua e di trasportare droni aerei e subacquei.

Il “Sea Drone Tech Summit 2018” è promosso dall’associazione Ifimedia ed organizzato dalla società Mediarkè, in collaborazione con “Roma Drone Campus”. Il congresso ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, CNR, ENEA, Università del Salento, Università Roma Tre, Link Campus University, OGS, ISME e RINA. Il programma prevede venerdì 16 novembre la cerimonia inaugurale presso l’Ecoresort Le Sirenè, prestigiosa struttura alberghiera gallipolina del gruppo Caroli Hotels, a cui seguiranno tre sessioni: la prima sarà dedicata a droni e robot subacquei, la seconda ai droni aerei per impieghi marini, mentre la terza ai droni navali di superficie. Si svolgeranno anche dimostrazioni operative dei vari mezzi in vasca e in mare, quest’ultime sabato 17 presso il Circolo della Vela di Gallipoli. La partecipazione è gratuita ed è riservata ai professionisti del settore, previa registrazione online su www.seadrone.it.

Roma, 12 novembre 2018 – Ufficio Stampa Mediarkè

Salone Orientamento, accanto al Bigo un’area volo per i droni .@genova24

Grazie al supporto dell’aero club di Genova
Genova Ci sarà anche l’Aero Club di Genova al 23° Salone della Scuola, della Formazione e dell’Orientamento del Lavoro che avrà luogo ai Magazzini del Cotone, Porto Antico, dal 13 al 15 novembre.
Due le linee orientative e determinanti che saranno proposte dal Club nell’evento: la scuola di pilotaggio e la “Droneacademy”.
I visitatori avranno occasione di approfondire tutti gli aspetti relativi ai corsi di pilotaggio presso la sede Aeroportuale e di drone nelle sedi decentrate sul territorio regionale grazie
Da @genova24 – 10 novembre 2018
Si parla di: eventi sui droni, droneacademy, imparare a volare con un drone, scuola di pilotaggio, pilota di apr, Genova

SEA DRONE TECH SUMMIT 2018: ONLINE IL PROGRAMMA IL CONGRESSO A GALLIPOLI SARA’ TRASMESSO SU DRONE CHANNEL TV

2 giornate di congresso, 3 sessioni in aula, 20 relatori di alto livello tecnico-scientifico, 6 dimostrazioni operative in mare. Sono questi i numeri di “Sea Drone Tech Summit 2018”, il primo congresso in Italia su droni e robot per impiego marino e subacqueo, che si svolgerà nei giorni 16 e 17 novembre a Gallipoli (Lecce).Organizzato dall’associazione  Ifimedia e da Mediarkè srl, lo stesso team delle manifestazioni “Roma Drone”, rappresenterà il primo summit a livello nazionale tra esperti e tecnici di droni acquatici. “E’ un settore poco conosciuto dal grande pubblico, ma molto attivo e con importanti prospettive di crescita tecnologica e di mercato”, ha spiegato Luciano Castro, organizzatore dell’evento gallipolino. “In questo congresso, i maggiori esperti italiani in ambito scientifico e imprenditoriale presenteranno i loro progetti ed iniziative, creando nuove opportunità di partnership e di business”. Il programma del congresso è stato pubblicato online: https://seadrone.it/programma. I lavori saranno trasmessi in diretta streaming su Drone Channel Tv: https://www.youtube.com/c/DroneChannelTV/live.“Sea Drone Tech Summit 2018” ha già ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, CNR, ENEA, Università del Salento, Università Roma Tre, Link Campus University, ISME e RINA. Il programma prevede venerdì 16 novembre la cerimonia inaugurale presso l’Ecoresort Le Sirenè (Caroli Hotels), a cui seguiranno tre sessioni: la prima sarà dedicata a droni e robot sottomarini, la seconda ai droni aerei per impieghi marini, mentre la terza ai droni navali di superficie. Le dimostrazioni operative dei vari mezzi si svolgeranno in vasca e in mare, quest’ultime sabato 17 presso il Circolo della Vela di Gallipoli. La partecipazione è gratuita ed è riservata ai professionisti del settore, previa registrazione online su https://www.eventboost.com/e/-sea-drone/11913/.

Comunicato stampa a cura di  Mediarkè srl

BUSINESS, INNOVAZIONE E RICERCA: DRONITALY A MILANO DAL 4 AL 5 APRILE 2019

La quinta edizione di Dronitaly si svolgerà nell’elegante struttura del Palazzo delle Stelline. Alla luce dei risultati dello scorso anno, la manifestazione amplia gli spazi espositivi e rafforza  gli appuntamenti convegnistici di approfondimento tecnico e normativo.

MILANO, 8 NOVEMBRE 2018

Il  4 e 5 aprile del prossimo anno Dronitaly “Working with Drones” torna al Palazzo delle Stelline di Milano, riconfermando la formula, gradita alle aziende e ai professionisti, che abbina esposizione e convegni di alto contenuto tecnico. Gli ottimi risultati della passata edizione – oltre 30 aziende espositrici, 1400 operatori accreditati, 21 convegni e seminari, 700 partecipanti in sala – hanno reso necessario l’ampliamento dello spazio espositivo e un più intenso rapporto con le professioni che stanno valorizzando l’impiego dei droni nelle loro attività.

Il lancio dell’edizione 2019 avviene durante l’Esposizione Internazionale delle Macchine Agricole (Eima 2018) che vede la partecipazione di Dronitaly con una collettiva a cui prendono parte aziende leader nel settore dei droni e delle loro applicazioni per l’agricoltura di precisione.

I droni in agricoltura sono l’esempio della crescita,  di anno in anno, del contributo e dell’efficacia degli strumenti unmanned nella lotta ai grandi e piccoli problemi che agricoltori e agronomi affrontano in ogni stagione dell’anno.

I droni, inoltre, si confermano validi strumenti nelle attività di sicurezza, nella progettazione, monitoraggio e verifica delle infrastrutture a carico delle amministrazioni locali, nelle operazioni di logistica avanzata dell’industria 4.0, nelle attività di ricerca e soccorso, facendo della precisione, dell’archiviazione dei dati,  dell’abbattimento dei costi e del miglioramento dei risultati i loro punti di forza.

A Milano, nei due giorni di manifestazione, Mirumir – società organizzatrice dell’evento – desidera rafforzare i momenti di incontro qualificati fra gli operatori del settore e facilitare percorsi innovativi, nel rispetto costante del quadro regolativo europeo e nazionale.

Proseguendo nel filone che vede Dronitaly avvalersi della collaborazione delle principali associazioni di settore, oltre che dei più importanti centri universitari e altri stakeholder interessati al ruolo dei droni all’interno delle loro attività, Mirumir riproporrà anche per il 2019 il Call4Papers.

L’iniziativa che nel 2018 ha visto l’entusiastica partecipazione di ricercatori, studenti, aziende e istituzioni si ripromette anche per la prossima edizione di dare lustro alle migliori intuizioni e ai progetti più innovativi per l’utilizzo dei droni in ambito professionale.

Comunicato stampa a cura di MIRUMIR