#Aeroscope: #DJI dice alla #polizia di chi è quel #drone

@DronEzine Aeroscope: DJI dice alla polizia di chi è quel drone

Il colosso cinese è sempre più attivo nella sua politica di condivisione delle informazioni con le autorità. L’ultima trovata si chiama Aeroscope, un sistema che comunica alle forze dell’ordine i dati del drone (e del suo pilota) durante il volo, sfruttando il link di controllo del drone stesso. Naturalmente funziona solo con i DJI.

I furbetti sono avvisati: a volare dove non si deve si rischia grosso, è il drone stesso che sussurra all’orecchio della polizia chi è il suo pilota e…

Da @DronEzine di Luca Masali – 12.10.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: dati telemetrici, telemetria, numero di serie, comunicare dati personali, dati del drone, dji, regole

Annunci

#DJI #ZenmuseX7: #gimbal per #droni per #film in #6K

@fotodigitali DJI Zenmuse X7: gimbal per droni per film in 6K

“Adotta un sensore in formato APS-C da 24 megapixel che registra in video in formato Super 35 e un nuovo innesto proprietario per le ottiche (DL-Mount). Sarà in grado di registrare in formato 6K CinemaDNG Raw o 5.2K Apple ProRes a 30p e nei formati 3.9K CinemaDNG e 2.7K ProRes a 59.94p. DJI dichiara 14 stop di gamma dinamica.”

Il luogo del lancio parla chiaro sulla vocazione del nuovo modulo videocamera DJI Zenmuse X7: Hollywood. Il modulo formato da videocamera e testa cardanica motorizzata si inserisce nella scia dei modelli precedenti ed è compatibile con il drone DJI Inspire 2…

Da @fotodigitali di Roberto Colombo – 12 Ottobre 2017

LEGGI TUTTO su FOTOGRAFIDIGITALI.it

Si parla di: DJI, gimbal, droni, aerofotografia, fotografia aerea, foto da drone, fotografare dall’alto, alta definizione, 6K

#DJI #ZenmuseX7 provata sul #passodelloStelvio con un #drone #Inspire2

@Quadricottero DJI Zenmuse X7 provata sul passo dello Stelvio con un drone Inspire 2

DJI ha scelto anche l’Italia per mostrare le capacità del nuovo gimbal camera Zenmuse X7.
Ormai è diventato un segreto di Pulcinella. Il misterioso prodotto che la DJI presenterà l’ 11 ottobre è il nuovo gimbal camera Zenmuse X7.

Niente di ufficiale, tuttavia in queste ore su youtube è stato pubblicato da un utente un video che sembra essere made in DJI, evidentemente sfuggito in qualche modo dalla factory cinese.

Il video mostra un Inspire 2 equipaggiato con la nuova Zenmuse X7, impegnato a riprendere 2 Porsche che percorrono il tratto di strada che…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 07.10.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO News

Si parla di: nuovo gimbal camera Zenmuse X7, DJI, droni, riprese video, aerofotografia, fotografia aerea, riprese dall’alto, videoriprese da drone

#Milano: #droni, #salute e #design. Conto alla rovescia per le #vetrine #Citylife

@corrieremilano Milano: droni, salute e design. Conto alla rovescia per le vetrine Citylife

Due mesi all’inaugurazione del centro commerciale e all’apertura di un’altra porzione di parco pubblico da 40 mila metri quadrati (su 170 totali). Attorno ai grattacieli di Citylife è conto alla rovescia.

Le case Hadid e Libeskind sono occupate all’80 per cento, la Torre Allianz (il Dritto di Isozaki) inizierà a riempirsi a metà ottobre (con i 2.800 dipendenti del gruppo assicurativo) e, tra i cantieri, i primi marchi stanno prendendo in consegna i loro spazi. Il 30 novembre si apre il sipario sulle vetrine che illumineranno la galleria a cielo aperto da piazza VI febbraio, la piazza interrata sotto i tre grattacieli e il padiglione di tre piani alla base della Torre Generali (lo Storto di Hadid).

(…) Tra le aperture c’è DJI, marchio …

Da @corrieremilano di Giacomo Valtolina – 27.09.2017

LEGGI TUTTO su CORRIERE DELLA SERA Milano / Cronaca

Si parla di: DJI, negozi in Italia, Citylife, area metropolitana, centro urbano, architettura, design, moda milanese

#Drone #Phantom4Pro #Obsidian, la #DJI ha deciso di cambiare il #gimbal #camera

@Quadricottero Drone Phantom 4 Pro Obsidian, la DJI ha deciso di cambiare il gimbal camera

Troppo complicato produrre il gimbal con rivestimento in magnesio anti-impronta. La DJI ha deciso di cambiare il gimbal camera del drone Phantom 4 Pro Obsidian.

Ora si capisce come mai il Phantom 4 Pro Obsidian annunciato il 31 agosto all’ IFA di Berlino risulta ancora out of stock nonostante il fatto che i comunicati ufficiali di quei giorni riportassero che sarebbe stato disponibile a partire da settembre.

La versione Obsidian del Phantom 4 Pro vista a Berlino era caratterizzata da una struttura liscia color grigio opaco con un camera gimbal elettro-placcato e anti-impronta in magnesio che richiede…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 27.09.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO News

Si parla di: DJI, Obsidian, Phantom, drone nero, gimbal magnesio anti impronta

Nuovo #Assistant2 impedisce di variare i #parametri nascosti dei #droni #DJI

@Quadricottero Nuovo Assistant 2 impedisce di variare i parametri nascosti dei droni DJI

Sparisce anche la possibilità di abilitare la modalità ATTI al posto della SPORT su Mavic Pro e Spark.

Proseguono le iniziative della DJI per contrastare il fenomeno dell’ hacking dei suoi droni anche grazie al programma Bug Bounty, finalizzato a premiare chi individua vulnerabilità e problemi di sicurezza, che probabilmente sta già dando i suoi frutti.

Così, dopo aver rilasciato a stretto giro di posta ben due aggiornamenti firmware su Mavic e Spark per impedire la disabilitazione delle No Fly Zone e l’eliminazione del limite di altezza massima di 500 metri e dopo aver obbligato ad un ulteriore aggiornamento i possessori del mini drone Spark pena il …

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 09.09.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO News

Si parla di: Assistant 2 versione 1.1.6, parametri nascosti, DJI, APP, applicazioni, no fly zone, firmware, feature, debug, pilotare drone

Incredibile ma vero, con #DJI prendi in #prestito un #MavicPro #gratis per 2 settimane

@DronEzine Incredibile ma vero, con DJI prendi in prestito un Mavic Pro gratis per 2 settimane

Avete sempre sognato di fare almeno un giro di prova su un Mavic Pro della DJI, ma non avete mai avuto il coraggio (o i soldi) per comprarlo? Tranquilli, DJI ve lo offre in prova gratuita per due settimane.

Letta così, verrebbe da pensare a quelle iniziative di marketing a metà tra l’oscuro e una truffa palese, ordite da un’azienda collegata ad un’altra azienda, che possiede delle quote di un’altra azienda ancora. E invece è tutto vero, con tanto di pagina dedicata sul…

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 11.09.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: DJI, Mavic Pro, gratis, prestito,

#DJI all’ #IFA di #Berlino con due nuovi #droni: #MavicProPlatinum e #Phantom4ProObsidian. #Sphere per lo #Spark

@Quadricottero DJI all’IFA di Berlino con due nuovi droni: Mavic Pro Platinum e Phantom 4 Pro Obsidian. Sphere per lo Spark

Un Mavic Pro Platinum più silenzioso, il nuovo Phantom 4 Pro Obsidian e la nuova modalità “Sphere” dello Spark renderanno la fotografia aerea più divertente e piacevole.

DJI, il leader mondiale nella produzione di droni civili e della tecnologia per le riprese aeree, presenta oggi due nuovi droni, il Mavic Pro Platinum e il Phantom 4 Pro Obsidian e annuncia la nuova modalità “Sphere” dello Spark all’IFA 2017 di Berlino.

“DJI è alla continua ricerca di miglioramenti per i propri prodotti e di nuove funzionalità, molte delle quali sono il risultato di riscontri positivi ottenuti dal mercato globale e di esplicite richieste dei nostri clienti”. Ha affermato Paul Pan…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 31.08.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO News

Si parla di: DJI, nuovi droni, Mavic Pro Platinum, Phantom 4 Pro Obsidian, Spark Sphere, novità

#Alleggerimento #drone #Spark da 300 gr. chi lo offre?

@DronEzine Alleggerimento drone Spark da 300 gr. chi lo offre?

Con l’avvento del drone DJI Spark, dal peso di qualche centinaio di grammi, di poco sopra i 300 per l’esattezza, molti imprenditori italiani hanno visto l’opportunità di offrire un prodotto chiavi in mano o un kit di alleggerimento, per far rientrare lo Spark nella categoria degli APR professionali al di sotto di 0,3Kg come previsto dalla normativa ENAC.
Va detto che come rivista Dronezine in occasione della visita in Italia di un responsabile DJI e in seguito dopo la presentazione ufficiale, avevamo domandato se fosse possibile che la stessa DJI producesse un drone che rispettasse questi limiti di peso, ma evidentemente per questioni a noi non note, la richiesta non è stata accolta.

Al fine di evitare confusione precisiamo che la questione dei 300 grammi di peso, riguarda solo gli operatori professionali che se rispetteranno le normative previste dal regolamento ENAC edizione 2 – emendamento 3, relativo al articolo 12 comma 5, potranno…

Da @DronEzine di Stefano Orsi – 31.09.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: alleggerimento drone DJI SPark, droni sotto i 300gr. drone inoffensivo, volare in area critica, patentino, enac,

#Droni e #Webdesign – Come catturare l’attenzione dei visitatori

Droni e Webdesign – Come catturare l’attenzione dei visitatori

Tra le svariate applicazioni che si possono attribuire ai droni quella che preferisco resta la straordinaria e sorprendente caratura che delle semplici immagini scattate da un drone possono dare al design di un sito web.

Risulta incredibile come delle immagini aeree possano rendere il design di un sito web completamente differente e molto più accattivante rispetto a delle foto tradizionali.

Negli anni ho maturato un’esperienza tale per cui posso fermamente affermare che le immagini rivestono un luogo centrale nel fornire un’identità al nostro sito.

Scattando delle fotografie aeree oppure registrando dei video mentre si sorvola un parco renderà il tutto più interessante per l’utente finale.

I visitatori dei siti web prediligono le immagini e i video alle presentazioni con tanto di excursus storico dell’azienda, pertanto durante la fase di realizzazione dei miei progetti propongo sempre un servizio fotografico con il mio drone DJI Spark (Dalla breve esperienza che ho avuto posso consigliarvi di acquistarlo anche se ho notato notevoli limiti come la scarsa resistenza al vento).

Un altro limite notevole del drone DJI Spark è la scarsa durata della batteria. Seguendo le informazioni fornite da DJi dovrebbe durare 16 minuti ma effettivi sono circa 13 di conseguenza è indispensabile avere altre batterie sostitutive perché 13 minuti di volo sono davvero limitati.

L’applicazione è molto intuitiva e semplice da usare soprattutto in modalità beginner (che ha il limite però di non dare accesso alle funzioni di volo automatico come tap and fly, helix etc e non permette al drone di allontanarsi per più di 30 metri dal telecomando) ma non permette il volo senza gps.

Sono davvero di aiuto le modalità di volo automatico che permettono di fare riprese professionali anche senza avere alcun tipo di esperienza col volo o con qualsiasi tipo di drone, per questo motivo è consigliati ai neofiti che si approcciano per la prima volta al mondo dei droni.

Anche la gesture mode è davvero impressionante soprattutto per l’effetto quasi “fantascientifico” che suscita in coloro che la provano per la prima volta, perchè pilotare un drone attraverso il movimento delle mani non è cosa da tutti i giorni.

Nonostante tutto, questa funzione è abbastanza inutile perché oltre a suscitare stupore non è di grande aiuto, inoltre il drone non è waterproof e bisogna volare solo col bel tempo.

Ho notato inoltre una straordinaria solidità del telaio del drone che permettere di resistere ad urti modesti senza dare segni di cedimento o di rompersi, ed è sempre stato pronto e reattivo ai comandi da me impartiti.

Pilotando col wifi del telefono ad una altezza di circa 24 metri iniziava a perdere il segnale mentre a 30 metri si disconnetteva del tutto, col l’apposito telecomando invece si poteva spingere fino a circa 80 metri mantenendo un’ottima qualità dell’immagine.

Salendo ancora sopra gli 80 metri iniziava a dare scatti o comunque a mostrare una immagine non nitida. Tuttavia subito dopo l’uso non è possibile caricarlo finché non si raffredda, e questo credo sia lo svantaggio più grosso del drone, anche se per caricarsi completamente richiede un tempo di circa 80 minuti.

Essendo un drone piccolo e maneggevole mi risulta semplice entrare all’interno di capannoni senza dare troppo nell’occhio ed è perfetto per fare piccoli progetti o i selfie, sicuramente non è consigliabile per chi deve fare riprese lunghe in zone ventose, ma il rapporto qualità-prezzo è davvero ottimo.

Devo dire che la qualità dell’immagine è davvero ottima e anche la qualità video è davvero soddisfacente. Uscendo dalla modalità beginner diventa tutto più interessante anche i tempi di risposta del drone migliorano e la velocità di movimento può raggiungere fino a 50 km orari.

Il prezzo di circa 549 € è sicuramente un punto di forza di questo drone che però nonostante tutto presenta delle forti limitazioni.

Come accennato in precedenza le fotografie catturano immediatamente l’attenzione del visitatore ed un sito che mostra in bella vista delle foto aeree è in primis sinonimo di serietà ed inoltre lancia un messaggio importante, dicendo che l’azienda in questione ha una forte propensione all’innovazione ed è ben disposta ad investire in pubblicità ed immagine.

Luca Casali Web Designer è il nome del sito web e della pagina Facebook e in cui potrete trovare i progetti da me realizzati e le fotografie da me scattate col drone DJI Spark.