DJI sblocca le NoFlyZone, ma solo per i #droni degli operatori autorizzati .@DronEzine

Il problema della sicurezza e delle interferenze con lo spazio aereo tradizionale è molto sentito da DJI, leader cinese nella produzione di droni amatoriali e professionali.
Sin dal 2013 il colosso asiatico aveva implementato un sistema di geofencing e NoFlyZone che grazie al segnale ricevuto dai satelliti GPS, impediva il volo dei droni DJI troppo vicino agli aeroporti o zone sensibili quali: carceri ed edifici governativi.
Naturalmente ci sono anche le eccezioni, ovvero coloro che sono debitamente riconosciuti e autorizzati a compiere voli, magari nei pressi di un aeroporto, come fare quindi?
Per costoro la stessa DJI aveva previsto una procedura di sblocco…
Da @DronEzine di Stefano Orsi – 18.07.2018
Si parla di: DJI, geo fencing, no fly zone, divieto di sorvolo, operatori professionali,
Annunci

Partnership internazionale per la sicurezza degli #UAS in contesti urbani .@rivistageomedia

L’Autorità dell’Aviazione Civile di Singapore (CAAS), l’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea (EASA) e Airbus hanno deciso di collaborare allo sviluppo di standard di sicurezza e requisiti normativi per UAS in ambito urbano.
L’accordo, firmato dai rappresentanti delle tre realtà coinvolte, stabilisce un perimetro di azione che preveda lo scambio di informazioni e di competenze tecniche tra la parti, per facilitare lo sviluppo di standard di sicurezza e di requisiti normativi, oltre che le valutazioni operative e tecnologiche per la diffusione dei droni in contesti urbani, come ad esempio…
Da @rivistageomedia – 16.07.2018
Si parla di: sicurezza aerea, droni in contesti urbani, mobilità aerea autonoma, Skyways UAS

Droni, servono regole chiare .@InsuranceTrade

Insurance Europe chiede alla Commissione Ue un chiaro quadro normativo, necessario per la concessione di licenze, la certificazione, l’autorizzazione e la classificazione dei mezzi
È previsto per il 2021 o al più tardi per il 2022 il nuovo regolamento europeo sui droni, che dovrebbe garantire stabilità in un ambito in cui le regole cambiano molto velocemente. In Italia il regolamento in vigore, emanato dall’Enac, ha messo ordine nell’utilizzo dei droni a uso civile introducendo, tra l’altro, l’obbligatorietà alla copertura assicurativa di responsabilità civile (sono esclusi coloro che utilizzano i droni per hobby. Ma da allora la filiera dei droni a uso professionale ha registrato frequenti cambiamenti regolamentari che hanno seguito nuove esigenze di sicurezza e l’evoluzione tecnologica.
L’aspettativa per l’arrivo del nuovo regolamento europeo è …
Da @InsuranceTrade di Beniamino Musto di 16/07/2018
Si parla di: regole chiare per l’uso dei droni, regolamento, filiera dei droni a uso professionale, classi assicurative, polizze droni, assicurare

Il QR Code da applicare ai #droni professionali non si può più produrre in attesa del nuovo D-Flight e qualcosa non quadra .@Quadricottero

Su un drone ad uso professionale ci vuole targhetta più dispositivo elettronico di identificazione, quest’ultimo sostituito dal QR-Code a sua volta sostituto temporaneamente dalla targhetta.
Tutto chiaro?
Alla fine di giugno 2018, D-Flight, il sito web sperimentale ENAV-ENAC utilizzato dagli operatori dei droni per registrare i loro mezzi autorizzati/riconosciuti ENAC, è stato temporaneamente sospeso al fine di apportare importanti aggiornamenti e implementare nuovi servizi. (D-Flight ENAV in aggiornamento, in arrivo i …
Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 11.07.2018
Si parla di: targhetta identificativa per droni, qrcode, qr-code, dispositivo di identificazione, D-Flight, regolamento droni, enac

Droni su ‘no fly zone’ Roma, 2 denunce

Uno in piazza del Quirinale e l’altro nei pressi del Colosseo

(ANSA) – ROMA, 09 LUG – Due turisti sono stati sorpresi dai carabinieri mentre facevano volare i loro droni con telecamere accese, alla ricerca di qualche scatto o ripresa suggestiva, incuranti del divieto di sorvolo imposto dalle autorità competenti sulla Capitale per motivi di sicurezza. Nella giornata di ieri si sono verificati altri due episodi: un turista italiano di 24 anni, proveniente da Napoli, è stato denunciato a piede libero dai carabinieri perché aveva da poco fatto alzare in volo un drone munito di telecamera nei pressi di …

Da @Agenzia_Ansa – 09.07.2018

LEGGI TUTTO su ANSA.it Cronaca

Si parla di: no fly zone, divieto di sorvolo, area interdetta al volo, regolamento enac, pilota non autorizzato

Svizzera – Volare rispettando i volatili, un opuscolo per il #drone educato .@laregione

Raccomandazioni ai piloti in zone preservate: è a rischio la riproduzione e la sopravvivenza di uccelli e altri animali selvatici

I droni entrano in zone finora preservate e disturbano gli uccelli e altri animali selvatici. Ciò può minacciare la loro riproduzione e quindi la sopravvivenza. Diverse organizzazioni hanno ora definito delle regole di comportamento per i piloti di droni. La Conferenza dei servizi della caccia e della pesca, la Stazione ornitologica svizzera di Sempach, la Federazione svizzera dei droni civili (FSDC) e altre organizzazioni hanno pubblicato un opuscolo al riguardo, informa oggi un…

Da @laregione di Ats 04.07.2018

LEGGI TUTTO su LA REGIONE

Si parla di: protezione fauna, animali, volatili, rispettare gli uccelli, aree protette

#Drone sfiora un aereo decollato da Berna-Belp .@Ticinonline

L’apparecchio si trovava illegalmente nello spazio aereo sopra la capitale
BERNA – Un jet privato decollato dall’aeroporto di Berna-Belp e diretto a Antalya (Turchia) è stato sfiorato da un drone che si trovava illegalmente nello spazio aereo sopra la capitale elvetica. Lo indica il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) che annuncia l’apertura di una indagine in merito.
I fatti, riferisce il SISI, si sono svolti nel primo pomeriggio di sabato 2 giugno. La distanza tra il jet, un Bombardier BD 700, e il …
Da @Ticinonline – 30.06.2018
Si parla di: sicurezza, spazio aereo, drone non autorizzato, no fly zone, sfiorato incidente, corridoio di atterraggio, ATZ, CTZ, Berna, Svizzera

Seminario ENAC di 3 giorni su regolamento #droni e prossime evoluzioni .@Quadricottero

A Roma un seminario con esponenti ed interventi di alto livello su normativa attuale, futura e stato dell’arte dei droni.
Tre giorni per un incontro che rappresenta un momento di aggiornamento ed approfondimento finalizzato a presentare lo stato dell’arte del mondo dei mezzi aerei a pilotaggio remoto, comunemente noti come droni, e le prospettive future, sia dal punto di vista dell’evoluzione regolamentare alla luce degli indirizzi europei (EASA) ed internazionali (ICAO), sia delle possibilità di impiego di questi mezzi inclusi …
Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 25.06.2018
Si parla di: ENAC, Regolamento Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto, regolamento droni, aggiornamenti, emendamenti

Vuoi utilizzare un #drone alle Cinque Terre? Ecco cosa devi fare .@cdsnews

Cinque Terre – Val di Vara – Il Parco nazionale delle Cinque Terre invita quanti vogliano effettuare operazione di sorvolo e utilizzare i cosiddetti “droni”a fare preventiva richiesta di autorizzazione all’ente.
Il fenomeno dell’utilizzo di questi apparecchi per effettuare riprese delle bellezze del territorio costiero è costato a molti, italiani e stranieri, multe salatissime negli ultimi mesi.
Il Parco inoltre ricorda che l’utilizzo dei droni radiocomandati con…
Da @cdsnews – 25.06.2018
Si parla di: regolamento ENAC; sorvolo zone con assembramenti di persone, aree protette, cinque terre, riprese video, videomaker

#Droni / SAPR: richieste per operazioni in deroga andranno inviate a Roma .@DronEzine

L’indiscrezione giunge da una serie di notizie postate su Facebook. Pare che dal 2 di luglio, le richieste per il rilascio dei provvedimenti autorizzativi in deroga ai divieti di volo per i SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto – alias droni usati a scopo professionale) andranno inviate direttamente alla Direzione Aeroportuale di Roma.

Le procedure per le richieste di Notam o segregazione di spazio aereo per l’esecuzione di attività svolte con i SAPR hanno subito un iter diverso nel corso degli ultimi anni.
A memoria ricordiamo che inizialmente tutte le richieste effettuate dagli operatori andavano già inviate presso la sede di Roma, poi dopo…

Da @DronEzine di Stefano Orsi – 20.06.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: regolamento mezzi aerei a pilotaggio remoto, richiesta notam, atz, competenze territoriali, direzione aeroportuale, enac