Dal Tigullio un’app per consegnare medicinali col drone. «Ecco come abbiamo fatto» .@ilsecoloxix

Chiavari – La sfida era proprio quella di far incontrare le generazioni: «Dovevamo capire i principali problemi degli anziani, per poi lavorare sulla loro soluzione». Per farlo, la strada è stata quella dell’incontro e dell’ascolto: «Membri del nostro gruppo hanno eseguito interviste all’interno di una casa di riposo che era nella vicinanze e agli anziani per strada, per individuare quali fossero le principali problematiche da affrontare».
(…) Così, alla fine, è nata l’idea di “FARMA.MI”, un servizio di consegna a casa delle medicine attraverso i droni: «Varrebbe, in particolare, per quelle medicine più quotidiane, che magari, al momento di essere prese, risultano …
Da @ilsecoloxix di Simone Rosellini – 05.10.2018
Si parla di: delivery drone, drone da trasporto, trasportare merci, farmaci, medicine con droni, app, software,
Annunci

Droneguardy, il drone guardiano di due fratelli italiani sorveglia le case della California .@DronEzine

Si chiama DroneGuardy ed è la startup fondata ad agosto nella Silicon Valley da due giovani fratelli Italiani decisi a rivoluzionare, grazie ai droni, il mondo della security e della videosorveglianza.

La App DroneGuardy, che serve per chiamare all’occorrenza un drone da videosorveglianza, è già in fase di sperimentazione in California – con oltre 1500 piloti iscritti in meno di un mese – e a fine ottobre si chiuderà il primo round di investimento di 250.000 dollari. E presto, dicono i fondatori, arriverà in Italia.

Simone Russo ha 27 anni e conosce bene il mondo dei droni. Nel 2015 Wired l’aveva inserito nella classifica dei 5 giovani startupper under 35 più promettenti da allora ha lavorato con successo al suo progetto Immodrone (www.immodrone.it), grazie al quale ha integrato l’utilizzo dei droni nel marketing turistico immobiliare. Alessia ha compiuto 18 anni a inizio agosto; l’anno scorso ha frequentato…

Da @DronEzine di Luca Masali – 04.10.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: sicurezza, controllo territorio, monitoraggio, videosorveglianza, BVLOS, Archon, App DroneGuardy

MIT crea Navion, il minuscolo chip di 20mm quadrati pensato per i #droni .@HDblog

Navion è un nuovo, piccolissimo chip che misura soli 20 millimetri quadrati e consuma appena 24 milliwatts di energia, ovvero un millesimo di quella necessaria ad accendere una lampadina.
È questa la nuova frontiera dei chip per i droni, e sarà presentato dai ricercatori del MIT ai Symposia on VLSI Technology and Circuits che si terranno questa settimana a Honolulu, nelle isole Hawaii.
Il team del MIT, guidato da Vivienne Sze, professore associato del Dipartimento di Elettrotecnica e Informatica, e da Sertac Karaman, professore associato di Aeronautica e Astronautica, ha costruito da zero un chip su misura per droni minuscoli, focalizzandosi sulla riduzione dei consumi energetici e delle dimensioni senza rinunciare ad aumentare la …
Da @HDblog di Elena Toni – 20.06.2018
Si parla di: nanotecnologie, miniaturizzazione, chip, componente hardware, MIT, Navion,Enabling Autonomous Navigation of Miniaturized Robots

‘Driver+’ #droni e nuovi software per gestire le catastrofi naturali .@euronewsit

Immaginiamo che ci sia un edificio in fiamme, una situazione di caos e paura, di emergenza totale, con allagamenti e feriti durante un’alluvione.

Su questo scenario immaginario dozzine di vigili del fuoco e scienziati, tra Varsavia e Nowy Dwór Mazowiecki in Polonia, testano nuove tecnologie per aiutare a gestire meglio le situazioni di crisi come questa.

La simulazione prefigura uno scenario in cui 2,5 milioni di metri cubi di rifiuti tossici sono stati trasportati da un’alluvione in una città europea, 15 persone sono morte, 200 persone sono gravemente intossicate; l’alluvione tossica sta progredendo rapidamente. Come gestire questa crisi? 100 vigili del fuoco di 3 nazionalità diverse si allenano…

Da @euronewsit

LEGGI TUTTO su EURONEWS

 

 

 

 

 

Si parla di: emergenze, software, applicazioni, catastrofi naturali, ambientali, disastri, mappatura territorio, immagini 3D, aerofotogrammetria

#Droni e barche, il display multifunzione mette tutti d’accordo .@DronEzine

E se i droni conquistassero i mari senza doversi per forza immergersi nelle loro acque? Oggi molte barche possiedono una tecnologia talmente avanzata che si candidano ad essere partner naturali dei droni.

Un esempio di questo sempre più stretto futuro connubio è nei nuovi display multifunzione da barche della serie Raymarine Axiom, che promettono di integrare i video ripresi dai droni, consentendo di seguire e gestire più operazioni da una sola postazione. Uno sguardo dal cielo che abbraccia tutto ciò che accade all’imbarcazione e intorno ad essa può fare infinitamente comodo a chi già, per lavoro o per passione, può ricorrere già a speciali telecamere, sonar e sensori per conoscere la situazione sotto il pelo dell’acqua. L’occhio esterno del drone potrebbe scovare ad esempio che i pesi non sono distribuiti in modo ottimale, che l’assetto della barca non …

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 07.03.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Sito web Raymarine Axiom

Si parla di: display multifunzione, monitor per barche e droni, Raymarine Axiom

#Droni, industrie, videosorveglianza e 5G nelle novità di Vmware .@ictBusinessIT

La società ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona soluzioni per il settore telco e per l’edge computing, adatte a filiali industriali, reti di smart city, impianti delle utility e altri casi d’uso.
Combinando le nuove frontiere tecnologiche – le reti 5G, i droni, i sistemi Internet of Things di fabbriche e smart city – con la virtualizzazione si possono ottenere vantaggi di vario tipo, dalla maggiore velocità di sviluppo e implementazione delle nuove soluzioni, alla maggiore sicurezza e facilità di gestione.
Vmware ha portato in scena casi d’uso e novità in occasione del Mobile World Congress di Barcellona, fiera che ormai non è più soltanto vetrina di nuovi smartphone e gadget per il grande pubblico. Mai come quest’anno, con i passi avanti verso lo standard di rete mobile 5G, a Barcellona si è parlato di applicazioni verticali e industriali, di smart city, di droni, di videosorveglianza, di automotive e più in generale di IoT.
Molte di queste applicazioni richiedono di eseguire attività di analisi dei dati “in loco”, e non in data center collocati…
Da @ictBusinessIT – 01.03.2018
SI parla di: smart cities, tecnologia, reti 5G, banda larga, alta velocità, connessione dati, IoT, Internet of Things

Terrablast: un’ antenna leggera per #droni, a prova di crash: sopravvive alla caduta da un grattacielo .@DronEzine

Leggera e soprattutto a prova di caduta: questa è l’antenna Terrablast che la cinese Taoglass, leader nell’internet delle cose, ha presentato al Mobile World Congress per l’industria dei droni.

Tutta in polimeri, è il 30% più leggera delle usuali antenne 2,4 GHz in ceramica e soprattutto gli urti non gli fanno un baffo. Per dimostrarlo, l’hanno buttata dal trentanovesimo piano di un grattacielo.

I modelli Terrablast sono due, un’antenna da 25 mm per la frequenza 2,4 GHz (quella che si usa per il controllo remoto dei droni) e una da 35 mm per il GPS hanno un design circolare per garantire la miglior ricezione anche quando il drone cambia orientamento nel cielo. Il peso, assolutamente fondamentale per l’uso con i droni, che…

Da @DronEzine di Luca Masali – 01.03.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: antenna, controllo rempoto droni, 2.4 ghz, indistruttibile, anti caduta

L’app ufficiale di Parrot modifica automaticamente i video ripresi dai #droni .@Tecno__Android

La funzione Flight Director è accessibile direttamente dall’app FreeFlight Pro e permette di realizzare automaticamente un montaggio dei migliori voli ripresi dal drone Parrot Bebop (1, 2 o Power).
Molto spesso, i video ripresi dai droni sono spettacolari, ma come fare per modificarli e condividerli con un click? Beh, Parrot – nota azienda francese – vuole semplificare la vita dei suoi utenti, e aggiunge una funzione di Flight Director direttamente nll’app mobile FreeFlight Pro (per Android e iOS).
Questa feature modifica automaticamente le riprese dei droni, consentendo agli utenti di realizzare meravigliosi video direttamente da smartphone e tablet. Gli algoritmi studiano il comportamento del drone e producono video lunghi fino a 3 minuti in base a una serie di variabili, tra cui lo stile (cronologico, cinematografico o…
Da @Tecno__Android Di Alessandro Stomeo -27 febbraio 2018
Si parla di: Parrot, App, programma, software di gestione video, editing, feature,

LaCie e DJI presentano un prodotto di archiviazione foto per #droni .@DronEzine

Chi lavora o chi si diverte in ambito professionale o ricreativo nel mondo della fotografia digitale, delle videoriprese effettuate a terra, ma anche in volo con i droni sa bene quanto sia importante avere tanto spazio libero sulle schede di memoria e men che meno quanto sia importante avere un backup del girato al più presto.

LaCie azienda nota nel settore di prodotti per informatica in collaborazione DJI, leader nel settore droni, presentano DJI COPILOT  un sistema di  archiviazione dati BOSS (Backup On Set Solution) da 2TByte

Il disco esterno portatile, disegnato da Neil Poulton è estremamente robusto – resistente a cadute e alla polvere – e a giudicare dalla caratteristiche di targa, decisamente performante.
Dotato di un ingresso per …

Da @DronEzine di Stefano Orsi – 10.02.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: LaCie, DjiCoPilot Copilot, DJI, archiviazione dati, memorie, video, boss backup

Gara di #droni, l’Intelligenza artificiale mette la freccia sull’uomo .@Lettera43

In una competizione della Nasa il pilota umano ha primeggiato su quello automatico. Ma il software sa rielaborare un enorme flusso di dati. E non si stanca. Il futuro è dalla sua parte. Uber prende appunti…
Il drone pilotato dall’uomo ha completato un percorso a zig zag e denso di ostacoli più velocemente (in media oltre due secondi in meno) rispetto al drone pilotato automaticamente dall’intelligenza artificiale.
SPONSONSORIZZAZIONE DI GOOGLE. È il risultato di una recente competizione organizzata dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, e sponsorizzata da Google, che evidenzia lo stato dell’arte circa le capacità di un …
Da @Lettera43 di ANDREA MELEGARI – 29.01.2018

Si parla di: Intelligenza artificiale, software, autoapprendimento, volare con drone indoor, nasa, google