#Drone scopre antichi geoglifi: sono più vecchi delle linee di Nazca .@LaStampa

Gli archeologi hanno scoperto oltre 25 nuovi geoglifi nel deserto peruviano.

La scoperta è stata possibile grazie all’utilizzo di un drone, che ha scovato queste antiche rappresentazioni realizzate dalla società dei Paracas.

I geoglifi sarebbero più antichi di centinaia di anni rispetto alle…

Da @LaStampa

LEGGI TUTTO su LA STAMPA TV

Si parla di: archeologia, linee di Nazca, Unesco, patrimonio umanità, aerofotografia, foto da drone

Annunci

Da Geo-Fly uno starter-kit efficiente per fare topografia con i #droni .@rivistageomedia

Il recente fascino esercitato dai veicoli a pilotaggio remoto sui topografi nasce sicuramente dalla possibilità di poter effettuare riprese “aerofotogrammetriche” ora alla portata di tutti.
Certamente l’esplosione dell’uso del mezzo ha rasentato situazioni vicine al gaming e all’hobby dell’aeromodellismo. Basti pensare alle fabbriche di droni avviate da parte di hobbisti del settore aeronautico che hanno visto finalmente la possibilità di realizzare qualcosa di più professionale adatto anche a scopi di telerilevamento e mappatura del territorio.
Ovviamente il tutto è relativo e il sistema aerofotogrammetrico da drone si dirige ad aree molto limitate. Ma è proprio in queste aree che giungono notizie e richieste per mettere a fuoco le soluzioni più rispondenti alle esigenze di una topografia operativa tradizionale e catastale. ..
Da @rivistageomedia – 29.05.2018
Si parla di: topografia, telerilevamento, rilievi, Archeologia, Infrastrutture, registrazione enac,

Conferenza Esri Italia 2018: una occasione unica per presentare il proprio lavoro .@rivistageomedia

La Conferenza Esri Italia coinvolge ogni anno circa duemila persone e offre un’occasione unica d’incontro per utenti nuovi e consolidati delle tecnologie geospaziali.
Partecipare alla Conferenza come relatore offre l’opportunità di presentare il proprio progetto a un pubblico vasto e di elevato profilo, partecipando all’evento più prestigioso del settore.
Non perdere questa occasione, invia un lavoro originale attraverso il Call for Paper. C’è tempo fino al 16 febbraio.
Saranno privilegiati progetti dedicati all’applicazione delle tecnologie geospaziali nei settori
Da @rivistageomedia – 01.02.2018
Si parla di: Ambiente, Beni culturali, archeologia, Business, Education, No profit, Pianificazione territoriale, urbanistica, Pubblica Amministrazione, Rischio ed Emergenze, Sanità, Telecomunicazioni, Trasporti, Uso e consumo di suolo, Utilities, eventi, droni

Un #drone porta alla luce la prima Selinunte .@GDS_it

Un drone porta alla luce la prima Selinunte

CASTELVETRANO. Niente più misteri per Selinunte. Grazie alla moderna tecnologia finalmente si potrà leggere nel primo sottosuolo dell’acropoli rilevando cosi la presenza e la composizione degli antichi edifici. I geormofologi dell’università di Camerino con delle sofisticate apparecchiature ed in particolare con delle termo – camere in grado di rilevare la presenza di manufatti, sino ad una certa profondità, grazie alla differenza di temperatura tra gli stessi e il terreno che li ricopre, sono riusciti a ritrovare e ricostruire in 3D gli …

Da @GDS_it di Francesca Capizzi— 30 Dicembre 2017

LEGGI TUTTO su GIORNALE DI SICILIA

Si parla di: archeologia, geologia, siti archeologici, selinunte, sicilia, mappatura territorio, monitoraggio, rilievi 3D, telerilevamento da drone, geormofologi, università di Camerino

Archeologia, scoperta un’antica struttura misteriosa in un’area di addestramento militare in Israele .@MeteoWeb_eu

Archeologia, scoperta un’antica struttura misteriosa in un’area di addestramento militare in Israele

La scoperta è stata facilitata dall’utilizzo di un drone durante la fase di posizionamento delle sonde di scavo.

Gli archeologi hanno utilizzato un drone per localizzare un’antica struttura misteriosa nel cuore di un’area di addestramento militare di Israele. La struttura di 2.200 anni, che potrebbe essere un tempio o un palazzo dell’antica cultura idumea, è stata portata alla luce dagli esperti dell’Antiquities Authority di Israele e della Hebrew University di Gerusalemme. La struttura risale al periodo ellenistico, quando le influenze greche erano forti nella regione…

Da @MeteoWeb_eu di Beatrice Raso – 4 dicembre 2017

LEGGI TUTTO su METEOWEB

Si parla di: droni, aerofotografia, fotografia aerea, archeologia, drone dotato di telecamera, periodo ellenistico, israele

.@Piacenza24 #Droni e moderne #tecnologie per la #ricerca #archeologica, #liceoRespighi in prima linea

Droni e moderne tecnologie per la ricerca archeologica, liceo Respighi in prima linea

Il Liceo Scientifico Respighi di Piacenza presenterà il risultato di un importante progetto che si è sviluppato intorno al sito archeologico di Via Trebbiola a Piacenza. Diversi mesi di lavoro hanno impegnato i ragazzi della classe 4a C con il coinvolgimento di insegnanti, archeologi e tecnici esterni e con il coordinamento della Soprintendenza archeologica di Parma e Piacenza, portando risultati di primo livello. L’impiego di innovative metodologie di modellazione tridimensionale (con l’ausilio anche dei droni) ha consentito la produzione di documentazione che rappresenta una novità a livello nazionale.

I ragazzi hanno seguito tutte le attività del progetto che si concludono, ora, anche con un cortometraggio che…

Da @Piacenza24 – 20.11.2017

LEGGI TUTTO su PIACENZA24

Si parla di: archeologia, tecniche di telerilevamento, aerofotogrammetria, ricerca, formazione, lidar, geomapping, formazione scolastica, valorizzazione siti archeologici, modellazione 3d, tridimensionale

#Drone e #ragazzi: la #storia diventa #futuro

@TirrenoPiombino Drone e ragazzi: la storia diventa futuro

A Vignale Riotorto la campagna di scavo è un laboratorio di nuove scoperte e opportunità di scuola–lavoro per i liceali

VIGNALE RIOTORTO. Ricerca, storia, racconti, tanta passione, ma soprattutto futuro a Vignale Riotorto.
Nuove indagini e diverse interpretazioni dalla campagna scavo 2017: dalle ritrovate, grandi terme della villa a ridosso del mosaico, a quella che – invece di una cisterna – è una peschiera romana.
In certi giorni, la campagna di scavo alla villa romana-stazione di posta, con annesso prezioso mosaico del Signore del tempo (Aiòn), è sempre, soprattutto, un laboratorio a cielo aperto. Quest’anno pure opportunità per l’alternanza scuola lavoro di…

Da @TirrenoPiombino di Cecilia Cecchi – 16.10.2017

LEGGI TUTTO su IL TIRRENO Edizione Piombino – Elba

Si parla di: progetti, ricerca, archeologia, formazione, scuola, uso dei droni, campagna di scavo, alternanza scuola lavoro, riprese col drone, aerofotografia, fotografia aerea, ortofoto, rilievi

#Droni per cercare i #reperti #preistorici

@GiornaleVicenza Droni per cercare i reperti preistorici

Dopo un anno in sordina, sono riprese le ricerche archeologiche da parte dell’Università di Padova al sito del Bostel a Castelletto di Rotzo. E stavolta si scaverà con l’ausilio di droni e nuova tecnologie di rilevazione. Il sito, inoltre, con la riapertura è nuovamente visitabile dai turisti.

Gli scavi, che proseguono dal 1993, saranno diretti come di consueto da Armando De Guio, professore del dipartimento dei beni culturali dell’Università di Padova.

In particolare quest’anno l’ateneo patavino finanzierà il progetto innovativo, proposto dagli studenti di archeologia, chiamato “Stempa”; ovvero scavo, telerilevamento, studio dei materiali e analisi del paesaggio dell’Altopiano di Asiago. Un progetto che ha permesso ad una ventina si studenti di intraprendere un percorso di didattica applicata finalizzata alla…

Da @GiornaleVicenza di Gerardo Rigoni – 23.08.2017

LEGGI TUTTO su IL GIORNALE DI VICENZA

Si parla di: ricerche archeologiche, archeologia, sensori ottici termici,bsensore LiDar dedicato, algoritmi per il riconoscimento delle strutture archeologiche sepolte

#Domus de #janas, #nuraghi e #like: l’#archeologia diventa #virale

@SardiniaPost Domus de janas, nuraghi e like: l’archeologia diventa virale

Mille like, altrettante condivisioni e oltre 141mila visualizzazioni su Facebook per le foto aeree del pozzo sacro di Santa Cristina, a Paulilatino; quasi 800 ‘mi piace’ per la domus de janas prenuragica ‘S’Incantu’ di Putifigari, poco meno per le spettacolari vedute della fortezza nuragica Santu Antine di Torralba: sono le immagini più viste e condivise sulla pagina Archeofoto Sardegna, spazio Facebook gestito dall’omonima associazione di Nicola Castangia e Maurizio Cossu, appassionati di fotografia e archeologia.

La pagina è una delle più attive tra i tanti spazi social che mettono in rete immagini e informazioni sul patrimonio archeologico sardo e con i suoi 20mila followers è anche tra le più seguite (qui il reportage completo di Sardinia Post sui sardi che si scoprono amanti del proprio immenso patrimonio antico). I due fotografi hanno…

Da @SardiniaPost – 15.08.2017

LEGGI TUTTO su SARDINIA POST

Si parla di: archeologia, droni, aerofotografia, fotografia aerea, telerilevamento, nuraghe, sardegna, camera funeraria di Putifigari, Santu Antine, Palmavera di Alghero