Droni per prevenire le catastrofi alluvionali .@IlBoLive

Droni per prevenire le catastrofi alluvionali, partendo dallo studio delle caratteristiche dei fiumi e le modifiche che hanno subito nel corso degli anni, utilizzando un software proprietario in grado di elaborare grandi quantità di dati.

È un progetto che integra big data, machine learning e droni, tre tecnologie moderne in grado di quantificare la capacità effettiva di un bacino idrogeologico, ottenuta prendendo in considerazione la portata e la lunghezza di ciascun corso fluviale presente nel territorio monitorato, tutelare la rete idrogeologica confrontando i percorsi fluviali attuali con quelli presenti nelle carte catastali – distinguendo le zone in cui i corsi d’acqua risultano …

Da @IlBoLive di Francesca Boccaletto e Massimo Pistore – 21.11.2018

LEGGI TUTTO su IL BO LIVE Università di Padova

Si parla di: emergenze, dissesto idrogeologico, alluvioni, cambiamento climatico, monitoraggio luoghi, calamità naturali, protezione civile

Annunci

Dighe e cemento soffocano i fiumi: droni in volo per salvarci dai disastri

@qn_giorno @AMBERtools Dighe e cemento soffocano i fiumi: droni in volo per salvarci dai disastri

Il Po fra i punti ad alto rischio. Il Politecnico nel progetto europeo
Milano, 24 ottobre 2017 – Dighe, muri di cemento, ponti stretti, deviazioni e canali artificiali. Per prevenire esondazioni e disastri ecologici nel fragile equilibrio degli habitat, sui fiumi europei voleranno i droni del Politecnico di Milano. L’ateneo lombardo diventa infatti parte integrante di un grande progetto che coinvolge undici Paesi e 20 istituzioni, battezzato Amber, acronimo di Adaptive management of barriers in european rivers, in italiano, gestione adattabile delle barriere nei fiumi europei, a…

Da @qn_giorno 24.10.2017

LEGGI TUTTO su IL GIORNO

  • Sito web progetto Amber

SI parla di: tutela ambiente, dissesto idrogeologico, idro-geologico, idro geologico, monitoraggio luoghi, controllo del territorio, bioingegneria, progetto Amber,

Basilicata | Geologi e droni |rilevamento geomorfologico, dissesto idrogeologico e gestione delle emergenze

@ScaranoVincenzo #Geologi e #droni “alleati” per #scenari di #rischio e #gestione delle #emergenze

Nell’ultimo anno l’uso del drone ha fatto registrare una evoluzione esponenziale sia nella tecnologia che nelle applicazioni professionali.

Dal punto di vista geologico l’utilizzo dei droni ha raggiunto in breve tempo degli ambiti e dei settori di applicazione, quantitativi e qualitativi, che spaziano in tante direzioni: da supporto al rilevamento geomorfologico a quello sul dissesto idrogeologico, dai sopralluoghi tecnici fino alle ispezioni e controllo di ampie porzioni del territorio, per citarne solo qualcuno. Sono questi i temi affrontati presso l’Ordine dei Geologi di Basilicata in un seminario dedicato all’utilizzo dei droni in ambito geologico.

Un appuntamento scientifico di tutto rilievo atteso che l’uso di questo velivolo ai fini lavorativi permette di effettuare con efficacia la mappatura di un settore specifico del territorio di interesse e di conseguenza offre…

Da @ScaranoVincenzo – 18.07.2017

LEGGI TUTTO su GAZZETTA DELLA VAL D’AGRI

Si parla di: Geologi, droni, scenari di rischio, gestione  emergenze, salvaguardia territorio, prevenzione, dissesto idrogeologico, rilevamento geomorfico, telerilevamento

Alghe e droni sul lago per migliorare l’ambiente

.@TirrenoVersilia #droni #ambiente Presentato dal Parco di San Rossore un maxi progetto da 3 milioni di euro per ottimizzare la gestione delle acque e difendersi dal dissesto idrogeologico

Sulla base del bando multi-misura della Regione Toscana sul Piano di Sviluppo Rurale relativo ai Progetti Integrati Territoriali (i Pit) in scadenza il 15 marzo scorso, un gruppo di enti, associazioni, aziende agricole, università, con capofila il Parco di San Rossore ha presentato un Pit specifico da circa 3 milioni di euro. Il progetto in questione, punta ad individuare le caratteristiche specifiche del territorio e una conseguente organizzazione-gestione ottimale della gestione delle acque e delle infrastrutture, considerando anche gli effetti positivi in termini di incremento della biodiversità ed i possibili benefici (anche economici) derivanti dalla riduzione delle emissioni di Co2. Il comprensorio della Piana pisana e dell’area pedemontana del Monte Pisano, per la sua…

Da @TirrenoVersilia – 20 aprile 2017

LEGGI TUTTO su IL TIRRENO Edizione Versilia

Si parla di: Parco di San Rossore, Alghe, droni sul lago, migliorare l’ambiente, risorse idriche, risparmio idrico, gestione delle acque, tutela dei corpi idrici, biodiversità, dissesto idrogeologico, desertificazione, resilienza ai cambiamenti climatici, paesaggio rurale toscano, salvaguardia del paesaggio storico, energia, fonti energetiche rinnovabili

Solofra, anche droni per monitorare il vallone Vellizzano

Il locale Movimento 5 Stelle invia un comunicato riguardante la lotta sul dissesto idrogeologico del vallone Vellizzano uno dei tanti presenti in Solofra. In mattinata un tecnico del Comune di Solofra, uno del Genio Civile di Salerno e due attivisti del Movimento 5 Stelle, Parmigiano e Varallo hanno effettuato un sopralluogo all’ area del vallone…

Da @ilCiriaco 30.05.2016

LEGGI TUTTO su IL CIRIACO

Si parla di: monitoraggio luoghi, riprese aeree, aerofotogrammetria, verifiche territorio con droni, dissesto idrogeologico, controllo territorio con droni

I droni per il rilievo del corpo di frana: un caso pratico

Il resoconto dettagliato di un intervento-tipo che ha visto gli Apr protagonisti per le operazioni di rilievo.
L’impiego dei droni nelle operazioni di rilievo è ormai una pratica comune. I vantaggi nell’impiego dei droni sono molteplici, soprattutto nelle operazioni di rilievo di eventuali dissesti…

Da @ingegneri_info – Sara Frumento 28 dicembre 2015

LEGGI TUTTO su INGEGNERI.info

Si parla di: analisi, cinematismo, corpo frana, dissesto idrogeologico, geologia, Fotogrammetria, Rilievi 3D, laserscanner, monitoraggio frane, Protezione Civile, rilievo visivo

Cina: frana sommerge area industriale nel sud, almeno 40 dispersi, 900 evacuati

Edifici piegati e accatastati gli uni sugli altri, una marea di fango che copre un’area di 20.000 metri quadrati, soccorritori con le tute arancioni che lavorano alla luce delle fotoelettriche davanti a montagne di macerie: sono le immagini impressionanti che giungono dalla provincia del Guandong, nella Cina meridionale…

Da @Agenzia_Ansa Redazione ANSA ROMA 20 dicembre 2015

LEGGI TUTTO su ANSA.it Mondo

Si parla di: dissesto idrogeologico, protezione civile, Cina, monitoraggio disastri, smottamenti, frane, erosione, discarica, droni, monitoraggio territorio