Sci: Muffat-Jeandet sfida un drone .@Sport_Mediaset

Lo sciatore francese impegnato contro un avversario insolito: chi avrà vinto?

Più forte l’uomo o la tecnologia? Salomon ha fatto sfidare Victor Muffat-Jeandet e un drone pilotato dal due volte campione Mondiale Jordan Temkin. Una sfida insolita che è andata in scena sulle piste di Snowbird Resort nello Utah (Stati Uniti) su un tracciato da gigante dove il francese è stato …

Da @Sport_Mediaset – 06/11/2018

LEGGI TUTTO su TGCOM24

 

 

 

 

Si parla di: sport, gare, competizioni, sci, droni, velocità, curiosità

Annunci

DJI Flight Simulator, esercitati con i droni senza rischiare .@DronEzine

DJI una ne fa e cento ne pensa. Da qualche giorno è presente sul sito DJI, leader asiatico produttore di droni, un simulatore per imparare a pilotare un drone senza correre rischi o fare incidenti.

Si chiama DJI Fligt Simulator ed è presente in due versioni, una gratuita e una a pagamento. Quella gratuita permette di effettuare semplici voli con i droni di casa DJI, mentre quella a pagamento permette di esercitarsi con i droni della categoria Enterprise simulando vere e…

Da @DronEzine di Stefano Orsi 31.10.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: app, software, simulatore di volo, droni, imparare a pilotare, simulare volo con drone, DJI

Quanto guadagna un pilota di droni .@qui_finanza

Quello del pilota di droni è un settore lavorativo destinato a espandersi nel prossimo futuro. Ecco quali sono le prospettive di guadagno

Dai freelance ai professionisti, quanto può guadagnare un pilota di droni? Ecco un’analisi dettagliata di un settore in netta crescita.

Nel prossimo futuro quella dei piloti di droni sarà una specializzazione sempre più richiesta. Se al giorno d’oggi tale accessorio viene utilizzato soprattutto per produzioni video, cerimonie e analisi del territorio (si pensi alla topografia), tra qualche anno gli…

Da @qui_finanza – 24.10.2018

LEGGI TUTTO su QUI FINANZA

 

 

 

Si parla di: pilota di drone, droni, pilotare, imparare, corsi, professione pilota, Uber, Amazon, quanto guadagna un pilota di droni, guadagnare, fare business, creare un’impresa, fare impresa

I droni a Parco Dora e l’auto robot in strada, Torino si trasforma in un laboratorio tech .@LaStampa

Il Comune apre alle aziende che vogliono testare le innovazioni: “Gli investimenti creeranno nuovo lavoro”

Due pilastri sono già a buon punto. Dalle prossime settimane a Parco Dora cominceranno le sperimentazioni sui droni, frutto dell’accordo firmato da Città, ministero dei Trasporti ed Enac (l’ente per l’aviazione civile) che fa di Torino il polo italiano in cui testare i velivoli senza pilota. Ed entro metà…

Da @LaStampa di ANDREA ROSSI – 19/10/2018

LEGGI TUTTO su LA STAMPA – Edizione di Torino

Si parla di: Italdesign, Fca, Daimler, guida autonoma, droni, innovazione, 5G, Torino, ricerca, innovazione

Dal barometro ai satelliti: le nuove frontiere della meteorologia .@ilmeteonet

Come sarà la meteorologia del futuro? Strumenti laser, meteo droni, intelligenza artificiale e gli oggetti smart dell’internet delle cose sono alcune delle ultime novità tecnologiche.
Sono impressionanti i progressi fatti nella strumentazione meteorologica dall’invenzione del barometro a mercurio da parte di Evangelista Torricelli nel 1641 ai giorni nostri, dove i satelliti scrutano ogni angolo della terra. Anche nell’era dei satelliti però la base delle previsioni meteorologiche e l’ingrediente principale dei modelli numerici sono le misure al suolo e in quota strumentali. Ecco alcune delle novità presentate a recenti conferenze ed esposizioni di meteorologia, su cui lavora il mondo della ricerca scientifica e tecnologica.
Nuovi strumenti dai meteo droni ai LIDAR
L’innovazione tecnologica e i nuovi mezzi di comunicazione hanno…
Da @ilmeteonet di Luca LombrosoLuca Lombroso – 16 OTT 2018
Si parla di: meteorologia, rilevazioni, temperatura, condizioni climatiche, atmosferiche, tempo, meteo, droni, ricerca, innovazione

Api, zanzare, calabroni asiatici: così la tecnologia sta entrando nel mondo degli insetti .@sole24ore

In occasione della prima giornata mondiale dell’ape, lo scorso maggio, la Fao ha ribadito l’importanza di proteggere questa specie per il futuro della nostra alimentazione, dal momento che il 75% delle colture alimentari dipendono dall’impollinazione per resa e qualità. Anche per questo è stato progettato Hive-Tech, un sistema di monitoraggio degli alveari basato su tecnologie IoT, che registra i principali parametri della vita delle api. È stato progettato dalla startup italiana 3Bee e da Uqido, una software house padovana ormai molto nota che ne ha sviluppato il software.

Come funziona Hive-Tech
Il funzionamento di Hive-Tech, a raccontarlo, è assai semplice: grazie alla presenza, nell’alveare, di sensori collegati con una piattaforma web, in qualsiasi momento è possibile consultare e analizzare alcuni parametri come la qualità dell’aria e lo spettro sonoro. In questo modo…

Da @sole24ore di Biagio Simonetta 14 ottobre 2018

LEGGI TUTTO su IL SOLE 24ORE – Tecnologia

Si parla di: tecnologia, innovazione, ricerca, robotica, droni, insetti, piattaforma web

Dallo spazio alla robotica, torna a Roma l’innovazione dei “maker” .@rep_economia

Andrà in scena dal 12 al 14 ottobre 2018 presso la Fiera di Roma la sesta edizione della “Maker Faire Rome”. Tra gli ambiti più caldi della kermesse spicca l’economia circolare. Previsti molti eventi dedicati alla formazione digitale
Torna a Roma l’appuntamento annuale l’appuntamento della “Maker Faire Rome – The European Edition”, con una sesta edizione che promette numeri importanti nuovi temi e attrazioni sorprendenti. La manifestazione organizzata dalla Camera di Commercio di Roma si svolgerà dal 12 al 14 ottobre 2018 presso la Fiera di Roma nei 7 padiglioni a disposizione sparsi tra circa 100mila metri quadrati di spazi. Anche quest’anno l’unica tappa italiana dell’evento internazionale dedicato agli artigiani digitali proverà ad anticipare il futuro, coinvolgendo…
Da @rep_economia di ANDREA FROLLA’ – 04 Ottobre 2018

Si parla di: workshop,  industria 4.0, domotica, droni, robotica, Teacher,Maker Fair, maker, fab lab,

Futuro hi-tech: ecco tutti i possibili rischi tra AI, Droni e Algoritmi .@techprincess_it

L’avanzare della tecnologia porta con sé molti vantaggi, ma anche possibili pericoli per il futuro

Negli ultimi decenni la tecnologia ha compiuto dei veri e propri passi da gigante, evolvendosi da semplice aspetto aggiuntivo della quotidianità a vera e propria compagna in ogni azione quotidiana. A contribuire a questo processo è stata la nascita di strumenti come Droni, Bot e Intelligenza Artificiale (AI) che, oltre a numerosi vantaggi, portano anche con sé diversi rischi per il futuro…

Da @techprincess_it di Maria Elena Sirio – 28 settembre 2018

LEGGI TUTTO su TECH PRINCESS

Si parla di: Droni, Bot e Intelligenza Artificiale, AI

Archeologi di Unisalento portano alla luce tre teste di marmo di età romana .@PortadiMare

Gli archeologi del Laboratorio di Topografia Antica e Fotogrammetria dell’Università del Salento hanno portato alla luce tre splendide teste di marmo di età romana.

L’eccezionale scoperta è stata fatta durante la X Campagna di Scavi in corso presso la colonia romana di Aquinum, all’interno dell’Area Archeologica nel territorio comunale di Castrocielo in provincia di Frosinone.

Nella zona, infatti, sono in corso dal 2009 periodiche campagne di scavo dirette dal prof. Giuseppe Ceraudo del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento, su Concessione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti.

Grazie alle attività di ricerca e di scavo si sono raggiunti risultati fondamentali per…

Da @PortadiMare – 28.09.2018

LEGGI TUTTO su PORTA DI MARE

Si parla di: archeologia, prof. Ceraudo, telerilevamento, beni culturali,  Aeromobili a Pilotaggio Remoto, droni, immagini aeree

TFA 2018: SONDAGGI HI-TECH PER CONTROLLARE LE MURA AURELIANE DRONI, GEORADAR E LASER SCANNER IL 3/10 VICINO ALLA PIRAMIDE CESTIA

Due workshop di archeologia classica e industriale a Roma in programma alla 5a edizione del forum “Technology for All 2018”

Droni, georadar e laser scanner spieranno lo stato di salute delle Mura Aureliane di Roma. Queste sofisticate apparecchiature saranno utilizzate mercoledì 3 ottobre in un “workshop sul campo” organizzato nell’ambito di “Technology for All 2018”, il forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio e l’ambiente, i beni culturali e le smart city. L’evento – giunto alla quinta edizione – si svolgerà a Roma dal 3 al 5 ottobre prossimi presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA), la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (via del Commercio 13). I sondaggi saranno effettuati nel tratto delle Mura Aureliane nei pressi della Piramide Cestia, tra via Caio Cestio e via del Campo Boario (dalle ore 9.30 alle 13 circa). Queste mura vennero costruite tra il 270 e il 275 dall’imperatore Aureliano per difendere Roma da eventuali attacchi dei barbari. Lunghe oltre 18 km, hanno subìto numerose ristrutturazioni e oggi sono tra le cinte murarie antiche più estese e meglio conservate al mondo.

“Realizzeremo un’approfondita attività di rilievo con sofisticate tecnologie per l’analisi, la documentazione e il monitoraggio di quel tratto delle Mura Aureliane”, ha spiegato Renzo Carlucci, direttore scientifico di MediaGeo, la società che organizza la manifestazione romana. “In particolare, aziende e istituti di ricerca realizzeranno attività di topografia con stazioni totali automatizzate, oltre ad utilizzare laser scanner ad alta precisione e densità di punti, sistemi di fotogrammetria nel campo del visibile e dell’invisibile e anche droni con sensori per aerofotogrammetria. I dati raccolti saranno elaborati e resi disponibili alla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale per mettere a punto un metodo globale per contribuire alla salvaguardia di questa importante cinta muraria”.

Il programma di “Technology for All 2018” si aprirà mercoledì 3 ottobre con due “workshop sul campo”: il primo presso le Mura Aureliane di Roma con gli auspici di Italia Nostra, mentre il secondo all’interno dello stesso Istituto Superiore Antincendi (ISA) dei Vigili del Fuoco, collocato nell’area archeologica-industriale degli ex-Magazzini Generali della Capitale risalente ai primi del ‘900. I due workshop vedranno l’utilizzo di droni e sensori per riprese LIDAR (Laser Imaging Detection and Ranging), oltre che degli ultimi sistemi GNSS (Global Navigation Satellite System), laser scanner, georadar e molti altri ancora. Sarà anche effettuata un’indagine idrografica sul Tevere tramite una speciale barca-drone. Giovedì 4 presso l’ISA si svolgerà invece il convegno inaugurale, sul tema “Nuove tecnologie per il monitoraggio e la sicurezza delle infrastrutture e del territorio”. Vi interverranno, tra gli altri: Francesco Scoppola, direttore generale Educazione e Ricerca del Ministero dei Beni Culturali; Flavia Marzano, assessore a Roma Semplice; Gioacchino Giomi, capo del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco; Pasquale Maglione, Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati; Carlo Maria Medaglia, presidente Consulta nazionale per l’Informazione Territoriale ed Ambientale; e Marco Di Fonzo, consigliere nazionale e presidente sezione di Roma di Italia Nostra.

Seguiranno fino a venerdì 5, una decina di sessioni dedicate alle più recenti tecnologie per il territorio, i beni culturali e le smart city: tra l’altro, si parlerà di geoinformazione e analisi geospaziale, realtà virtuale e aumentata, droni per l’aerofotogrammetria, imaging con sensori iperspettrali, sistemi per il BIM (Building Information Modeling), tecnologie italiane per le smart city e il PNT (Positioning Navigation & Timing). Prevista anche la presentazione delle rilevazioni nei due “workshop sul campo”, una serie di seminari e conferenze organizzati dalle aziende espositrici e attività dimostrative di nuovi sistemi e software. La manifestazione ha ricevuto, tra gli altri, i patrocini da: Ministero dell’Ambiente, Comune di Roma-Assessorato Roma Semplice, CNR, CINECA, Università Sapienza di Roma, Università Tor Vergata di Roma, Link Campus University, Italia Nostra, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma e Collegio Provinciale dei Geometri di Roma. Saranno presenti le seguenti aziende specializzate: e-Geos, 3D Target, Codevintec, Esri Italia, ENEA, Leica Geosystems, Planetek Italia, Stonex, Aeronike, AiviewGroup, GeneGis GI, Geogrà, Geo Marketing, GeoMax, Gter, HERE Technologies, Harris Geospatial, Microgeo, Pitney Bowes, Studio SIT, TerreLogiche, Geotek Center, Getac Technology Corporation, iDroni, Survey Lab. La partecipazione alla manifestazione è gratuita, previa registrazione online suwww.technologyforall.it.

Roma, 27 settembre 2018

Ufficio Stampa Mediarké