Apple Maps, per migliorarle saranno impiegati i #droni .@TomsHWItalia

Apple ha confermato di aver approfittato del permesso accordato da parte del governo degli Stati Uniti a testare i droni in deroga alle regole imposte dall’ente federale di aviazione per avviare un importante programma di mappatura al fine di migliorare la propria app Apple Maps.
Al momento il programma è limitato ai soli Stati Uniti ma chissà che in futuro non venga esteso anche al resto del mondo, imitando così Google Street View.
Apple tra l’altro ci ha tenuto ad assicurare che rispetterà assolutamente le direttive sulla privacy oscurando qualsiasi volto e targa durante le riprese: un’affermazione che farebbe pensare proprio all’implementazione di un servizio…
Da @TomsHWItalia di Alessandro Crea – 10 Maggio 2018
Si parla di: apple maps, aerofotogrammetria, telerilevamento, fotografia aerea, mappatura del territorio
Annunci

I #droni DJI non spiano gli utenti: lo sostiene uno studio americano .@DronEzine

Secondo i ricercatori dell’istituto Kivu di San Francisco, i timori sull’uso dei dati dei voli e degli utenti da parte di DJI, che hanno anche in passato causato il ban dei droni cinesi da parte del personale militare statunitense,  sarebbero esagerati: in realtà, scrivono i ricercatori, è vero che i droni DJI possono trasmettere a server remoti le riprese effettuate e i log di volo, ma è anche vero che altri tipi dati, come la diagnostica e i check sul luogo di decollo, possono essere tenuti riservati disattivando la app DJI Go 4 o spegnendo la rete Internet.
La ricerca è stata effettuata sui modelli più popolari del costruttore cinese,  Spark, DJI Mavic, DJI Phantom 4 Pro e  DJI Inspire 2, che , assicurano i ricercatori, non sono stati fornito da DJi direttamente bensì acquistati anonimamente sul mercato. Anche le app di volo sono state…
Da @DronEzine di Luca Masali – 24.04.2018
Si parla di: spiare con i droni, stalker, privacy, aerofotografia, fotografia aerea, riprese video, controllare persone

Foto e video con i droni. Fotografia e videografia aerea

I droni a basso costo che permettono di realizzare fotografie di alta qualità sono da poco disponibili sul mercato. Eppure è già scoppiata una vera e propria drone mania, che coinvolge una vasta gamma di potenziali utenti.

C’è però ancora molta confusione su ciò che questi piccoli droni sono capaci di fare. Il libro aiuta a sfruttare al meglio le opportunità offerte da queste agili macchine volanti, create per le fotografie e le riprese video aeree.

Grazie a questa guida esaustiva il lettore imparerà quali sono le attrezzature aggiornate per una telecamera da drone e come si diventa operatori di droni competenti. Ricco di suggerimenti per ottenere le immagini migliori, il volume è arricchito dalle appassionanti storie di fotografi e operatori video provenienti da tutto il mondo.

Dal sito Internet del volume è possibile scaricare video dimostrativi.

Scheda libro:

  • Autore: Eric Cheng
  • Copertina flessibile: 286 pagine
  • Editore: Pearson (2 febbraio 2017)
  • Collana: Pearson
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8891901792
  • ISBN-13: 978-8891901798
  • Peso di spedizione: 558 g

Acquista il libro su:

 

 

Migliorare l’efficienza degli impianti fotovoltaici con i #droni

Tages Capital SGR, terzo operatore in Italia nella gestione di impianti fotovoltaici, ha scelto e sperimentato con successo la soluzione di una start-up ligure, Wesii, che assicura rapidità di analisi e di intervento.
Chiavari (GE), 8 febbraio 2018 – Tages Capital, società europea di primo piano nella gestione di fondi e terzo operatore in Italia di impianti fotovoltaici, ha scelto di utilizzare la soluzione della start-up ligure Wesii per il monitoraggio del proprio campo più esteso d’Italia, al fine di migliorare la manutenzione e, di conseguenza, la resa energetica. Con l’uso di droni dotati di sensori multispettrali non convenzionali, Wesii ha analizzato 30 megawatt dell’impianto di Rovigo, pari a circa il 40% del parco, in soli due giorni: un risultato eccezionale se si considera che in precedenza era necessario effettuare manualmente l’analisi termografica, percorrendo a piedi il campo, con una “resa” giornaliera di circa 1 megawatt/uomo.
“Wesii è una realtà giovane e innovativa nata da un fondatore che ha ottime conoscenze del settore”, afferma Pietro Pacchione, Head of Project Development & Asset Management di Tages Capital SGR. “La soluzione che ci ha proposto e che abbiamo testato sul campo si è rivelata in linea con le previsioni fornite e ci ha permesso di fare un notevole salto di qualità.”
Wesii, la start-up ligure che porta i droni negli impianti fotovoltaici
Con sede a Chiavari (GE) e incubata da Wylab, Wesii opera nel settore dei droni multispettrali, piccoli velivoli senza equipaggio dotati di sensori non convenzionali per raccogliere le immagini con un ampio spettro di lunghezze d’onda.
“Forniamo una sofisticata piattaforma multispettrale sempre pronta al volo”, afferma il fondatore Mauro Migliazzi. “L’applicazione della nostra soluzione spazia dagli impianti fotovoltaici al monitoraggio di discariche, dall’industria agricola a quella navale e persino a quella sportiva. Il drone è lo strumento che ci permette di raccogliere i dati, ma il nostro vero valore aggiunto sta nella capacità di elaborarli velocemente per fornire il risultato richiesto, che nel caso dei pannelli fotovoltaici risiede nella geolocalizzazione di quelli malfunzionanti.
La soluzione Wesii: rapidità di ispezione, raccolta di informazioni anche su terreni non ottimali e su guasti per tipologia
Nel primo semestre 2017, in Italia, la produzione di energia elettrica generata da impianti fotovoltaici è salita dell’8,7% rispetto all’anno precedente, arrivando a coprire l’8,2% della domanda nazionale e si prevedere che questo trend continuerà ad aumentare nei prossimi anni.
Poiché con le tecnologie oggi installate si ottengono circa 0,8-0,9 megawatt per ettaro, è necessario avere a disposizione impianti fotovoltaici molto estesi per generare quantità di energia significative. La gestione di questo grande numero di pannelli pone problematiche apparentemente banali, ma che in realtà possono compromettere la resa energetica.
“In Italia – spiega Marco Gallerano, direttore tecnico di Delos Power, la società alla quale Tages Capital ha demandato l’operatività – gestiamo 60 impianti fotovoltaici. In particolare, quello di Rovigo copre 85 ettari, ha una potenza di 70,5 MWp e genera 88,65 Gigawattora/anno di energia. A causa dell’enorme quantità di moduli che lo compongono, circa 280 mila pannelli da controllare e manutenere, avevamo bisogno di una tecnologia che ci permettesse di fare analisi veloci e accurate. Grazie alla soluzione offerta da Wesii, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo.”
I piccoli velivoli senza pilota permettono quindi di effettuare l’analisi in tempi molto rapidi, ma non è l’unico vantaggio: raccolgono informazioni accurate anche su superfici non ottimali. Infatti, per la morfologia del terreno su cui è posizionato il campo di Rovigo, alcune file di moduli risultano difficili da analizzare manualmente per via della loro inclinazione. Grazie al drone, anche questa problematica è stata risolta. Un ulteriore vantaggio è poter ottenere velocemente le informazioni su eventuali guasti o difetti per tipologia. In questo modo, i tempi di reazione sono molto più rapidi, con conseguente riduzione dei disservizi legati a difetti o guasti e con un altrettanto evidente ritorno dal punto di vista economico.
“Era la prima volta che testavamo questa tecnologia su un campo così grande – conclude Gallerano – e siamo molto soddisfatti. I problemi che ci possono essere in un impianto di questo tipo sono molteplici: dal guasto, al cedimento del terreno che fa cambiare l’inclinazione del modulo compromettendo la resa energetica, fino alla crescita della vegetazione che può arrivare a mettere in ombra porzioni rilevanti dei pannelli. L’obiettivo futuro è avere l’intero impianto fotovoltaico in formato digitale per aumentare ulteriormente l’efficienza di controllo.”
Approfondimenti:
Tages Group 
Tages Group è un gruppo bancario e di investimento in rapida crescita a livello internazionale, specializzato in soluzioni alternative multi-manager, fondi infrastrutturali e nella gestione di crediti in sofferenza. Fondato nel 2011, il Gruppo Tages detiene circa 16 miliardi di Euro di asset in gestione, advisory e servicing.
Tages Capital LLP gestisce più di 2 miliardi di Euro in fondi e prodotti multi-manager alternativi. Tages Capital SGR è la società specializzata nella gestione di fondi di tipo infrastrutturale. Credito Fondiario è la piattaforma di crediti in sofferenza specializzata nella gestione, intermediazione e strutturazione di crediti non performing. Operativo in Italia con licenza bancaria, Credito Fondiario attualmente svolge attività di servicing su portafogli di crediti per un controvalore di circa 14 miliardi di Euro.
Wesii 
Wesii è una giovane start-up italiana con sede a Chiavari (GE), nata dalla competenza nel remote sensing del suo fondatore, Mauro Migliazzi, che vanta oltre 15 anni di esperienza presso grandi aziende e centri di ricerca. Incubata da Wylab, Wesii opera nel settore dei droni multispettrali, piccoli velivoli senza equipaggio dotati di sensori non convenzionali per raccogliere le immagini con un ampio spettro di lunghezze d’onda.

Comunicato stampa a cura di ATTITUDO Comunicazione e Marketing

Incidenti stradali, adesso i rilievi si fanno con il drone .@Fleet_Magazine

Incidenti stradali, adesso i rilievi si fanno con il drone

Incidenti stradali, addio a metro e gessetti per i rilievi. Entra in scena il drone, che permette di avere una fotografia precisa della dinamica, mettendo assieme più foto scattate dall’alto.
L’obiettivo è quello di digitalizzare la scena di un incidente stradale. Altissimo il livello di precisione, pari a cinque centimetri. Il progetto vede come attori principali Evolvea, General Expert e IDS.
I droni in questione, utilizzati per la cristallizzazione degli incidenti stradali, sono gli unici provvisti dell’autorizzazione dell’Enac per operare in qualsiasi scenario. Potranno esserne dotati le forze dell’ordine, i mezzi di soccorso stradale e anche le società che vogliono offrire questo tipo di servizio. In questo modo le compagnie assicurative che…
Si parla di: forze dell’ordine, rilievo sinistri, incidenti stradali, uso del drone, monitoraggio, accertamento violazioni codice della strada, verifiche, cid, aerofotografia, fotografia aerea,

Archeologia, scoperta un’antica struttura misteriosa in un’area di addestramento militare in Israele .@MeteoWeb_eu

Archeologia, scoperta un’antica struttura misteriosa in un’area di addestramento militare in Israele

La scoperta è stata facilitata dall’utilizzo di un drone durante la fase di posizionamento delle sonde di scavo.

Gli archeologi hanno utilizzato un drone per localizzare un’antica struttura misteriosa nel cuore di un’area di addestramento militare di Israele. La struttura di 2.200 anni, che potrebbe essere un tempio o un palazzo dell’antica cultura idumea, è stata portata alla luce dagli esperti dell’Antiquities Authority di Israele e della Hebrew University di Gerusalemme. La struttura risale al periodo ellenistico, quando le influenze greche erano forti nella regione…

Da @MeteoWeb_eu di Beatrice Raso – 4 dicembre 2017

LEGGI TUTTO su METEOWEB

Si parla di: droni, aerofotografia, fotografia aerea, archeologia, drone dotato di telecamera, periodo ellenistico, israele

.@IdeeGreen #PlanetEarth II, #animali visti coi #droni

Planet Earth II, animali visti coi droni

Planet Earth II, un ritorno alle origini, un viaggio nei tanti angoli del pianeta che non sempre sono facili da raggiungere, soprattutto se non si hanno a disposizione droni e tecnologie all’avanguardia, figuriamoci se si soffre di vertigini o di ipocondria.

Dalla poltrona, senza rischi se non quello di emozionarsi fino a provare il batticuore di fronte alle meraviglie della natura, grazie a questo documentario realizzato dalla BBC è possibile esplorare il nostro amato e bistrattato pianeta procedendo per capitoli…

Da @IdeeGreen – 23.11.2017

LEGGI TUTTO su IDEE GREEN

Si parla di: documentari, aerofotografia, fotografia aerea, tecniche di ripresa da drone, osservare animali con i droni, BBC

.@macitynet #ApplePark è una meraviglia di #piante e #verde, il #drone non è mai volato così vicino

Apple Park è una meraviglia di piante e verde, il drone non è mai volato così vicino

Apple Park sorprende con una esplosione di verde: nel nuvo video dal drone prati e piante dentro e fuori l’Astronave mostrano l’aspetto finale. Grazie a un volo ravvicinato spiccano le immense vetrate della caffetteria, il centro visitatori e altro ancora

È la prima volta che guardando un video dal drone di Apple Park si ha l’impressione di ammirare uno dei render che già anni fa mostravano la struttura completa prima ancora dell’inizio dei lavori. In poche parole ora Apple Park sembra davvero completo e questo non perché sono stati posizionati tutti ma proprio tutti i pannelli solari sul tetto, o per…

Da @macitynet di Daniele Piccinelli – 22 Nov 2017

LEGGI TUTTO su MACITYNET.it

Si parla di: Apple Park, riprese dal drone, aerofotografia, documentario, sviluppo struttura, fotografia aerea

.@cdsnews #Scatti da urlo con il #drone ? Il #Parco dice basta

Scatti da urlo con il drone? Il Parco dice basta

Cambiano le regole per il sorvolo dei velivoli a pilotaggio remoto all’interno dell’area protetta.
Scatti da urlo con il drone? Il Parco dice basta

Cinque Terre – Val di Vara – Giro di vite per i droni all’interno del Parco nazionale delle Cinque Terre. Lo ha deciso il Consiglio direttivo dell’ente guidato, in questa fase di interregno, dal facente funzioni Vincenzo Resasco, sindaco di Vernazza. Il Consiglio – c’erano, oltre a Resasco, i consiglieri Fabrizia Pecunia, Federico Barli e Francesco Mariotti -, in particolare, ha deciso di andare a rivedere le carte da compilare per chiedere di sorvolare il territorio del Parco con i cosiddetti velivoli a pilotaggio remoto.

La modifica fa sì che adesso si possa far domanda soltanto se si intende catturare immagini col drone per finalità scientifiche, lavorative, di difesa fitosanitaria, di ricerca e – in caso non ci sia la possibilità di vie alternative – per trasportare …

Da @cdsnews – 15.11.2017

LEGGI TUTTO su CDS CITTA’ DELLA SPEZIA

Si parla di: fotografia aerea, fotografare con drone, cinque terre, permessi di volo, regole, regolamento, aerofotografia, Criteri di valutazione

A #Positano arriva la #tassa sul #panorama e lo #stop ai #droni

.@sorrentopress A Positano arriva la tassa sul panorama e lo stop ai droni

Un ticket per scattare foto e realizzare video a Positano, uno degli scorci più belli del mondo. Ma solo se le produzioni di immagini sono a scopi commerciali come ad esempio book fotografici di grandi aziende, pubblicità o film. Il Comune della costiera amalfitana ha approvato un regolamento stabilendo il tariffario che varia da un minimo di mille a un massimo di duemila euro per quella che è già stata ribattezzata la tassa sul panorama.

Esentate dal pagamento e dalla richiesta di autorizzazione, saranno invece le riprese con finalità editoriali come ad esempio quelle per programmi televisivi, o foto per giornali e riviste. Ma anche immagini per documentari o per format di intrattenimento e attualità. Non sarà così invece per le riprese relative a matrimoni, ricorrenze o eventi privati che…

Da @sorrentopress da max – 01.11.2017

LEGGI TUTTO su SORRENTO PRESS

Si parla di: ticket per realizzare foto, aerofotografia, fotografia aerea, paesaggio, paesaggistica, foto luoghi, positano, foto da drone, no fly zone