Droni civili per terrorismo, quali soluzioni al problema .@Agenda_Digitale

Prezzi accessibili, misure ridotte che li rendono una perfetta arma-in-potenza e facilità di modifica. Sono molte le ragioni per cui i droni civili sono sempre più usati dai gruppi terroristici. I possibili argini alla loro proliferazione incontrollata anche fuori da zone di guerra, dal geo-fencing a norme specifiche

Dalla proliferazione di droni ad uso civile per videografia e fotografia derivano una serie di problematiche particolarmente difficili da risolvere, che non si limitano al semplice rischio di schianto al suolo — che non va sottostimato. Altri rischi riguardano la privacy: droni dotati di fotocamere che operano in aree ad alta densità abitativa espongono a violazioni di privacy, permettendo la raccolta dati in luoghi altrimenti difficilmente accessibili, quali finestre poste ai piani superiori degli edifici, balconi, tetti. Va tenuto presente che queste attività, di per sé illegali se considerate…

Da @Agenda_Digitale di Ginevra Fontana – Collaboratrice presso il Center for Cyber Security and International Relations Studies dell’Università di Firenze – 08.11.2018

LEGGI TUTTO su AGENDA DIGITALE

Si parla di: anticrimine, antiterrorismo, sicurezza, attentati, geo fencing,

Annunci

DJI sblocca le NoFlyZone, ma solo per i #droni degli operatori autorizzati .@DronEzine

Il problema della sicurezza e delle interferenze con lo spazio aereo tradizionale è molto sentito da DJI, leader cinese nella produzione di droni amatoriali e professionali.
Sin dal 2013 il colosso asiatico aveva implementato un sistema di geofencing e NoFlyZone che grazie al segnale ricevuto dai satelliti GPS, impediva il volo dei droni DJI troppo vicino agli aeroporti o zone sensibili quali: carceri ed edifici governativi.
Naturalmente ci sono anche le eccezioni, ovvero coloro che sono debitamente riconosciuti e autorizzati a compiere voli, magari nei pressi di un aeroporto, come fare quindi?
Per costoro la stessa DJI aveva previsto una procedura di sblocco…
Da @DronEzine di Stefano Orsi – 18.07.2018
Si parla di: DJI, geo fencing, no fly zone, divieto di sorvolo, operatori professionali,

Era ‘solo questione di tempo’ lo scontro fra un #drone e un velivolo .@laregione

Già nel 2015 il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza lanciava l’allarme. Lo scorso anno l’Ufac ha aperto 31 procedimenti contro piloti di droni.

Quella di oggi nei cieli della Verzasca non è la prima tragedia sfiorata a causa di un drone in Svizzera. Poco meno di un anno fa, nel suo rapporto annuale, il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (Sisi) riferiva che nel 2016 gli avvicinamenti pericolosi tra aeromobili tradizionali con equipaggio e droni erano notevolmente aumentati rispetto agli anni precedenti. Già nel 2015 il Sisi aveva lanciato l’allarme, avvertendo che uno scontro fra un drone e un velivolo è “solo questione di tempo”. Da tempo il Sisi auspica l’attuazione di misure di sicurezza per evitare incidenti. Una di queste dovrebbe consentire di individuare e localizzare i droni dai radar situati a bordo…

Da @laregione – 25.05.2018

LEGGI TUTTO su LA REGIONE

Si parla di: collisioni, aereo con drone, spazio aereo, geo fencing, drone strike, bird strike, regole, svizzera

In Svizzera via ai test per il controllo aereo dei #droni .@TomsHWItalia

La Svizzera apre una nuova era e dà il via alla sperimentazione per integrare i droni all’interno del proprio sistema di controllo del traffico aereo.
Sarà il primo paese al mondo a dotarsi di questo tipo di soluzione, aprendo anche le porte all’utilizzo di flotte per fini commerciali.
La decisione si iscrive all’interno di una più grande iniziativa europea, U-Space, che ha l’intento di creare un’infrastruttura digitale per consentire a milioni di piccoli droni di operare in piena sicurezza al di là della portata visiva nello spazio…
Da @TomsHWItalia Di Alessandro Crea  9 Marzo 2018
Si parla di: controllo traffico aereo, no fly zone, geo fencing, atm, atz, sense and avoid

Drone DJI Mavic, senza lo smartphone resta al guinzaglio

@Quadricottero DJI Mavic, senza smartphone si ferma a 30 metri

Il drone pieghevole della DJI penalizzato dal login obbligatorio. Usando il radiocomando senza smartphone il Mavic si blocca a 30 metri di altezza e a 50 di distanza.

Quando l’anno scorso la DJI aveva presentato il Mavic una delle features risultate apprezzate era stata quella di poterlo utilizzare anche senza dispositivo mobile.

E’ probabilmente per questo motivo che la DJI ha integrato sul radiocomando del Mavic un display che mostra praticamente tutte le informazioni telemetriche che servono al pilota per condurlo, dalla modalità di volo al livello di carica delle batterie, qualità del segnale radio e GPS passando per…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 17.06.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO NEWS

Si parla di: Drone DJI Mavic, smartphone, geo fencing, recinto virtuale, limite di volo, limitazione, range, distanza operativa

Microsoft investe sul futuro dei droni

.@webnewsit #Microsoft investe in #AirMap, una startup specializzata nella mappatura dello spazio aereo a bassa quota che consente ai droni di volare sicuri.

I droni, oggi, sono prodotti abbastanza comuni e le persone possono acquistarli un po’ ovunque. Tuttavia, rispetto ai velivoli con pilota umano, i droni non possono comunicare tra di loro per scambiarsi informazioni sulla posizione e su eventuali ostacoli. AirMap, una startup della California, offre un servizio di mappatura in tempo reale che consente ai droni di trasmettere la loro piano di volo, e fornisce informazioni agli operatori dei droni sui…

Da @webnewsit – Filippo Vendrame, 23 febbraio 2017

LEGGI TUTTO su WEBNEWS

Si parla di: Microsoft investe sul futuro dei droni, airmap, mappatura dello spazio aereo a bassa quota, geofencing, geo fencing, fly zone, controllo traffico aereo

Nokia crea un avveniristico campo volo per droni in Dubai – Video

.@DronEzine #Droni .@Nokia L’Emirato ha un rapporto ambivalente coni i droni: da un lato ospita gare FPV di risonanza mondiale, usa i droni per molte attività specializzate, non ultima scoprire chi abbandona rifiuti nel deserto, dall’altro ne ha una gran paura e più di una volta il suo aeroporto internazionale è stato chiuso per timore di collisioni con droni illegali.

Ora in collaborazione con Nokia crea un centro ultramoderno per testare le tecnologie dei robot volanti del futuro…

Da @DronEzine di Luca Masali – 22.11.2016

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: Nokia, campo volo per droni, Dubai, geofencing, geo fencing, volo blos, sama alsaqer

Il drone intelligente di Intel arriva a fine anno. E puoi costruirlo da solo

All’IDF 2016 Intel lancia Aero, una piattaforma basata su Intel Atom che permette di costruire droni di ogni tipo dotati di funzioni come il riconoscimento degli ostacoli. In arrivo anche un kit completo di motori, scocca, batteria e telecomando.

Costruire un drone sarà presto un gioco da ragazzi: bastano un telaio, i motori e una batteria, perché al cervello ci pensa Intel. Nel corso dell’IDF 2016…

Da @Digital_Day di Roberto Pezzali – 19/08/2016

LEGGI TUTTO su DDAY – Corriere della Sera

Si parla di: drone ala fissa, drone a rotori, GPS, modulo LTE, streaming video, kit Realsense, sensore camera 3D, Intel, sense and avoid, geo fencing

DroneTracker, lo scudo virtuale contro i droni

Crea una no-fly zone di 500 metri in grado di rilevare ogni velivolo

La mania dei droni ha anche il suo lato oscuro. Se da una parte gli appassionati salutano con gioia la crescita del numero di velivoli, dall’altra si cercano sempre nuovi metodi per evitare il…

Da @wireditalia – 07.07.2016

LEGGI TUTTO su WIRED.it

Si parla di: geo fencing, sense and avoid, no fly zone, ricinto virtualem, controllo droni, rilevare droni, intercettare droni