#Droni intercettori e riconoscimento facciale aereo: le difese hi-tech delle Olimpiadi invernali .@repubblica

Per i giochi in partenza a PyeongChang le forze antiterrorismo sfoggiano anche un sistema in grado di prendere il controllo dei mezzi volanti non autorizzati. Oltre venti i siti a rischio
SARANNO messe in campo misure di sicurezza particolarmente sofisticate per garantire la tranquillità delle Olimpiadi invernali in programma dal 9 al 25 febbraio a PyeongChang in Corea del Sud. Fra queste anche dei particolari droni in grado di catturare altri droni non autorizzati con delle reti, come in un gioco aereo di gatto e topo. Oltre a loro, le forze di sicurezza sudcoreane disporranno di particolari dispositivi in grado di compromettere il collegamento fra chi manovra il drone e l’oggetto stesso, guidandolo a un atterraggio controllato, oltre a un aeroplano dotato di sistemi di riconoscimento facciale, per monitorare le folle che assieperanno le strutture e il centro asiatico fino al 25 del mese.
I sistemi antidrone, sviluppati dal Korea Advanced Institute of Science & Technology, saranno dotati di tecnologie in grado di assumere il controllo di ogni oggetto volante non …
Da @repubblica di SIMONE COSIMI – 05 febbraio 2018

SI parla di: sport, sci, oplimpiadi invernali, controllo area giochi, protezione perimetro di gara, sorveglianza, anti terrorismo, attentati, difesa, sistemi di sorveglianza
Annunci