Serve il patentino per guidare i droni? Facciamo un po’ di chiarezza .@fotodigitali

“È la domanda che tutti si fanno: ‘Serve il patentino per far volare un drone?’ In questo articolo analizziamo la differenza tra ‘SAPR’ (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) e gli Aeromodelli. I primi richiedono il patentino e molti dei più diffusi droni e multicotteri rientrano proprio in questa categoria”
Leggendo il titolo dell’articolo il mio istruttore di volo avrà già da bacchettarmi. Il termine corretto non è patentino, ma ‘Attestato di Pilota APR’. A tutti è però noto come patentino per i droni. E la domanda che tutti si fanno è: ‘Serve il patentino per guidare un drone?’
La risposta, come spesso accade, è: ‘Dipende’. In particolare, dipende dalla categoria sotto cui ricade il velivolo: è essa a determinare se serva o meno l’attestato. C’è un gran discutere attorno a questo tema e in particolare alla categorizzazione degli apparecchi. Le due grandi categorie sono quelle dei ‘SAPR’ (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) e gli Aeromodelli. I primi richiedono l’attestato pilota sopra i 300 grammi di peso, i secondi no. Entrambi si guidano con un radiocomando, ma …
Da @fotodigitali di Roberto Colombo –  11 Ottobre 2018
Si parla di: regole, patentino, volare con drone, scattare foto, aerofotografia, fotografia aerea, pilota di apr, enac
Annunci

Foto e video a pagamento a Piscinas e nel territorio di Arbus! .@SardegnaBlogo

Foto e video a pagamento a Piscinas e nel territorio di Arbus: con una decisione che sta già facendo discutere il Comune di Arbus ha deciso di far pagare da dicembre per ogni set fotografico e video (droni inclusi) a fini commerciali sul proprio territorio, non solo le spiagge di Scivu, Piscinas, Capo Pecora e nella Costa Verde in generale, inclusi gli ex borghi minerari di Ingurtosu e Montevecchio (quest’ultimo però ricade in buona parte in territorio di Guspini).
Regolamento per le riprese a fini commerciali:
In buona sostanza chi da dicembre vorrà utilizzare per fini commerciali le immagini della Costa Verde dovrà pagare da 300 a 1500 euro.  Come funziona? Innanzi tutto si dovrà …
Da @SardegnaBlogo – di DANIELE PUDDU – 6 OTTOBRE 2018
Si parla di: riprese con i droni in Sardegna, regole, permesso comunale, comune, spese, videomaker, promozione territorio, riprese aeree con drone

DJI annuncia l’apertura di una scuola per piloti di droni in Europa .@Quadricottero

Arriva in Europa UTC, la scuola per piloti di droni della DJI con un corso di fotografia aerea e uno per le ispezioni industriali.

DJI ha annunciato di aver aperto in Europa una sede della scuola di volo per piloti di droni, UTC (Ente di formazione per piloti SAPR). Il programma di apprendimento è volto ad offrire una formazione professionale, sia teorica che pratica, ai privati e alle aziende che operano con i droni. Il programma UTC europeo partirà nei Paesi Bassi in due campus e con due corsi differenti: uno dedicato alla fotografia aerea e l’altro mirato ad approfondire l’impiego degli aeromobili nelle…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 27.09.2018

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO NEWS

Si parla di: scuola piloti DJI, formazione, europa, scuola di volo, UTC, regole

 

Vaticano: fa volare drone durante l’Angelus, espulso dall’Italia .@romatoday

Vaticano: fa volare drone durante l’Angelus, espulso dall’Italia
Accompagnato negli uffici di polizia è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria
Ha fatto volare un drone in via della Conciliazione durante l’Angelus di Papa Francesco. L’uomo, un sud africano di 25 anni, è stato individuato e controllato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Borgo diretto da Moreno Fernandez mentre stava pilotando il velivolo radiocomandato senza alcuna autorizzazione.
Accompagnato negli uffici di polizia…
Da @romatoday – 19.09.2018
Si parla di: volare con drone, no fly zone, regole, Roma, Vaticano, drone in via della Conciliazione, regole

Da Achrom arrivano le nuove grafiche per i giubbini ad alta visibilità PILOTA DI APR

Il processo creativo non conosce sosta e con l’intento di ampliare le possibilità di scelta all’interno dello shop online http://www.dronefly.shop, Achrom ha svilupato un nuovo layout grafico per i giubbini ad alta visibilità PILOTA DI APR; realizzati per essere conformi al Regolamento dei Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto, ENAC.

Di colore GIALLO ad alta visibilità con grafiche a colori sia sul fronte che sul retro. Design esclusivo Drone by Achrom.

Nuovo logo PILOTA DI APR e RPA PILOT con sviluppo della grafica in italiano e inglese per offrire con un unico prodotto la possibilità di operare anche in tutta Europa e di essere immediatamente riconoscibili anche da persone di lingua inglese.

Descrizione giubbino:

  • cerniera centrale
  • 4 regolazioni laterali con cinghie e fibbie, regolabili e sganciabili
  • aperto lateralmente
  • tasche frontali
  • porta radio
  • tasca posteriore per radio, batterie, accessori
  • fodera interna a nido d’ape per maggiore confort e areazione
  • taglia unica, regolabile

I giubbini, su richiesta, possono essere personalizzati col logo del cliente, anche un solo pezzo

Il nuovo giubbino PILOTA DI APR – RPA PILOT è disponibile su http://www.dronefly.shop in QUESTA SEZIONE

Vuoi utilizzare un #drone alle Cinque Terre? Ecco cosa devi fare .@cdsnews

Cinque Terre – Val di Vara – Il Parco nazionale delle Cinque Terre invita quanti vogliano effettuare operazione di sorvolo e utilizzare i cosiddetti “droni”a fare preventiva richiesta di autorizzazione all’ente.
Il fenomeno dell’utilizzo di questi apparecchi per effettuare riprese delle bellezze del territorio costiero è costato a molti, italiani e stranieri, multe salatissime negli ultimi mesi.
Il Parco inoltre ricorda che l’utilizzo dei droni radiocomandati con…
Da @cdsnews – 25.06.2018
Si parla di: regolamento ENAC; sorvolo zone con assembramenti di persone, aree protette, cinque terre, riprese video, videomaker

GDPR: Nuova privacy anche per i #droni. Cosa fare per essere in regola .@DronEzine

Il nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (Regolamento (UE) 2016/679-GDPR) è entrato in vigore il 25 maggio 2018. Tale Regolamento, che è direttamente applicabile in tutti gli Stati membri dell’UE, si applica alla raccolta, archiviazione, utilizzo e ad altri “trattamenti” di dati personali. E ha un impatto non secondario sulle operazioni dei SAPR. Ecco a cosa dobbiamo fare attenzione
Il GDPR si applica direttamente non solo alle società nell’Unione Europea, ma anche a quelle al di fuori dell’Unione Europea nella misura in cui offrono beni o servizi (indipendentemente dal fatto che sia richiesto un pagamento) a persone …
Da @DronEzine Di Francesco Paolo Ballirano, avvocato esperto in diritto aeronautico e membro del Comitato Scientifico di DronEzine – 11.06.2018
Si parla di: leggi, regole, GDPR per droni, privacy, regolamento, garante, EU, Europa, trattamento dati

Era ‘solo questione di tempo’ lo scontro fra un #drone e un velivolo .@laregione

Già nel 2015 il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza lanciava l’allarme. Lo scorso anno l’Ufac ha aperto 31 procedimenti contro piloti di droni.

Quella di oggi nei cieli della Verzasca non è la prima tragedia sfiorata a causa di un drone in Svizzera. Poco meno di un anno fa, nel suo rapporto annuale, il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (Sisi) riferiva che nel 2016 gli avvicinamenti pericolosi tra aeromobili tradizionali con equipaggio e droni erano notevolmente aumentati rispetto agli anni precedenti. Già nel 2015 il Sisi aveva lanciato l’allarme, avvertendo che uno scontro fra un drone e un velivolo è “solo questione di tempo”. Da tempo il Sisi auspica l’attuazione di misure di sicurezza per evitare incidenti. Una di queste dovrebbe consentire di individuare e localizzare i droni dai radar situati a bordo…

Da @laregione – 25.05.2018

LEGGI TUTTO su LA REGIONE

Si parla di: collisioni, aereo con drone, spazio aereo, geo fencing, drone strike, bird strike, regole, svizzera

ENAC sotto organico e sotto pressione fa fatica a smaltire le pratiche? Creiamo le “entità qualificate” e facciamo da noi! .@DronEzine

Durante gli ultimi quattro governi lo stato della nostra aviazione è inesorabilmente andando peggiorando. Meno aeromobili, meno compagnie, più colonizzazione da parte dei vettori e degli operatori esteri, tasse al massimo, fuga dal registro nazionale, meno ore di volo e non ultima una pressione esagerata nel nome della sicurezza che ha castrato il settore degli UAV proprio mentre stava esplodendo in tutto il mondo.
Ma una soluzione ci sarebbe…
L’ultimo esempio in ordine cronologico, risolto grazie ad AOPA Italia e al vice direttore generale di Enac, è stato il tentativo di chiudere l’aeroporto di Ravenna con un Notam perché le istituzioni non riescono a riscuotere le tasse di atterraggio, peraltro talmente poche che il costo delle pratiche d’incasso supererebbe quelle dell’introito, e tanto varrebbe eliminarle del tutto. Ancora una volta dunque l’associazione AOPA si è …
Da @DronEzine di Sergio Barlocchetti – 21.05.2018
Si parla di: leggi, regole, enac, organico, personale, volare, tasse, droni

Ecco i #droni che potranno volare nei cieli degli Stati Uniti .@LaStampa

Il Dipartimento dei trasporti ha approvato i primi dieci progetti pilota, che prevedono la circolazione dei droni negli Stati Uniti. Dopo anni di restrizioni, il primo cambio di rotta
Dopo anni di restrizioni, il governo degli Stati Uniti ha cambiato rotta con una prima apertura nei confronti della circolazione dei droni nei cieli del Paese. Infatti, l’agenzia che si occupa di regolamentare l’aviazione civile (la Federal Aviation Administration) ha autorizzato i primi 10 progetti pilota, inseriti all’interno del programma Unmanned Aircraft System. Il tutto nello spazio aereo di alcuni stati: dal Nevada al Tennessee, passando per la California e il…
Da @LaStampa di MARCO TONELLI – 16/05/2018
Si parla di: regole, USA, volare negli stati uniti, quali droni, FAA,