.@DronEzine #Normativa #droni in #UK: si va verso #registrazioneobbligatoria e maggiori #controlli

Normativa droni in UK: si va verso registrazione obbligatoria e maggiori controlli

Il Regno Unito si prepara ad una riforma della normativa sui droni, che dovrebbe entrare in vigore già dalla prossima primavera portando un generale irrigidimento delle regole. La bozza del nuovo regolamento, che rivoluzionerà l’uso dei droni per gli hobbysti e i professionisti, contiene indicazioni che stabiliscono più limiti per i piloti, più potere alle forze dell’ordine (il che vuol dire maggiori controlli) e soprattutto registrazione obbligatoria per i droni di peso pari superiore a 250 grammi.

Lo scopo è quello di porre un freno immediato all’uso irresponsabile (e in taluni casi deliberatamente illegale) dei…

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 30.11.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: regole, regolamento, droni, UK, divieti, permessi, come volare con un drone nel regno unito

Annunci

.@DronEzine #Riprese fatte con i #droni sopra #edifici di interesse culturali

Riprese fatte con i droni sopra edifici di interesse culturali

L’avvocato Francesco Paolo Ballirano risponde ai dubbi dei lettori. Oggi ci occupiamo del quesito di un lettore che vuole chiarimenti sulla registrazione a ENAC come operatore. (…)

Devo sorvolare vari edifici storici di interesse culturale e fare filmati e foto trattasi di operazione non critica, scenario standard, posti isolato, zero rischi. Quali sono gli step da seguire nel caso si tratti di bene culturale?

Sono partito dalla stupenda Certosa di Pavia.. Mi hanno risposto che…

Da @DronEzine di Stefano Orsi e avvocato Francesco Paolo Ballirano – 28.11.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: riprese aeree su beni culturali, archeologici, monumentali, monumenti italiani, aerofotografia, riprendere col drone un monumento, leggi, regole, valorizzazione patrimonio culturale, monumentale italiano

.@EUCouncil #Droni: #riforma della #sicurezza aerea dell’ #UE

Droni: riforma della sicurezza aerea dell’UE

Gli aeromobili senza equipaggio, o droni, costituiscono un settore dell’aviazione in rapida evoluzione con un notevole potenziale in materia di creazione di posti di lavoro e di crescita economica nell’Unione europea. Per questo motivo l’UE sta lavorando a un regolamento volto a integrare in modo sicuro i droni a pilotaggio remoto nello spazio aereo europeo.

Il regolamento proposto mira a definire regole di sicurezza comuni nel settore dell’aviazione civile e un nuovo mandato per l’Agenzia europea per la sicurezza aerea (AESA). Sostituirebbe il quadro normativo in vigore dal 2008.

Nel dicembre 2016 il Consiglio dell’Unione europea ha adottato la sua posizione sul “regolamento AESA”. Negozia attualmente le regole proposte con…

Da @EUCouncil – 21.11.2017

LEGGI TUTTO su CONSIGLIO EUROPEO – CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA

Si parla di: regole, sicurezza, unione europea, regolamento droni, europa, droni, domande ricorrenti, faq,

.@cdsnews #Scatti da urlo con il #drone ? Il #Parco dice basta

Scatti da urlo con il drone? Il Parco dice basta

Cambiano le regole per il sorvolo dei velivoli a pilotaggio remoto all’interno dell’area protetta.
Scatti da urlo con il drone? Il Parco dice basta

Cinque Terre – Val di Vara – Giro di vite per i droni all’interno del Parco nazionale delle Cinque Terre. Lo ha deciso il Consiglio direttivo dell’ente guidato, in questa fase di interregno, dal facente funzioni Vincenzo Resasco, sindaco di Vernazza. Il Consiglio – c’erano, oltre a Resasco, i consiglieri Fabrizia Pecunia, Federico Barli e Francesco Mariotti -, in particolare, ha deciso di andare a rivedere le carte da compilare per chiedere di sorvolare il territorio del Parco con i cosiddetti velivoli a pilotaggio remoto.

La modifica fa sì che adesso si possa far domanda soltanto se si intende catturare immagini col drone per finalità scientifiche, lavorative, di difesa fitosanitaria, di ricerca e – in caso non ci sia la possibilità di vie alternative – per trasportare …

Da @cdsnews – 15.11.2017

LEGGI TUTTO su CDS CITTA’ DELLA SPEZIA

Si parla di: fotografia aerea, fotografare con drone, cinque terre, permessi di volo, regole, regolamento, aerofotografia, Criteri di valutazione

.@DronEzine FAQ #DRONI DA 300 GRAMMI – ALIAS #SAPR DAL PESO MINORE O UGUALE A 0,3KG.

FAQ DRONI DA 300 GRAMMI – ALIAS SAPR DAL PESO MINORE O UGUALE A 0,3KG.

Molte persone desiderano sapere come convertire il proprio drone leggero il cosiddetto “trecentino” e mettersi quindi in regola con la normativa attuale, seguendo un processo ben preciso che li porta a diventare a tutti gli effetti professionisti del settore: Operatori di SAPR.

Cosa sono i SAPR minori di 0,3Kg?

Droni o per meglio dire SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) minori di 0,3kg, conformi all’Art.12 comma 5 del regolamento ENAC “Aeromobili a pilotaggio Remoto” Edizione 2, Emendamento 3 del 24 marzo 2017. Ecco il link diretto alle pagine ufficiali dell’Ente Nazionale Aviazione Civile.

Serve il patentino? Ovvero l’attestato di pilota remoto?

Come li definisce la normativa ENAC, si tratta di aeromobili dal peso uguale o inferiore a 300 grammi, che godono di speciali…

Da @DronEzine

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: regole, droni sotto i 300gr. trecento grammi, inoffensivi,  faq

.@globalistIT Dall’ #Australia #donnespiate lanciano un #allarme #droni: attenzione, violano la nostra #intimità

Dall’Australia donne spiate lanciano un allarme-droni: attenzione, violano la nostra intimità

A Port Lincoln, dopo alcune denunce, la polizia cerca di fermare l’attività dei piccoli velivoli che, armati di telecamere, vengono piazzati accanto a finestre di donne che vivono sole
Ecco, questa ci mancava proprio: per Arthur Holland Michel, condirettore dell’affidabile Centro studi del Bard college, nello Stato di New York ”i casi di molestie sessuali realizzati con l’aiuto di un drone cominciano a moltiplicarsi e ci si può attendere che essi aumentino nei prossimo anni”, perchè tutto lascia pensare che questo dipo di tecnologia potrebbe ”diventare popolare tra i molestatori”.
Dati ufficiali ancora non ce ne sono, ma arriva dall’Australia la notizia che, la scorsa settimana, nel circondario di Port Lincoln (nel sud dello Stato-Continente) delle donne che vivono in luoghi relativament isolati hanno vissuto l’esperienza drammatica dell’irruzione di un drone nella loro intimità casalinga.

Questi aggeggi, dotati di una telecamera, sono stati segnalati fermarsi in volo davanti alle finestre, magari tornando…

Da @globalistIT – 07.11.2017

LEGGI TUTTO su GLOBALIST SYNDACATION

Si parla di: privacy, intimità, rispetto, violazione, leggi, regole, garante, australia, filmare con drone, spiare con droni, guardoni, intrusione

.@DronEzine #Droni nelle #ATZ senza #NOTAM: la decisione spetta sempre e solo a #ENAC e #ENAV

Droni nelle ATZ senza NOTAM: la decisione spetta sempre e solo a ENAC e ENAV

Abbiamo pubblicato nei giorni scorsi articoli in cui operatori raccontavano la loro esperienza di volo in ATZ senza che sia stata necessaria l’emissione di un Notam.

Il Tenente Colonnello Giuseppe Colantoni di ENAC precisa che il regolamento ENAC non è cambiato, e la valutazione sul fatto che il Notam sia o meno necessario è sempre e solo di ENAC ed ENAV che decidono caso per caso: quindi l’autorizzazione va sempre chiesta, in ogni caso.

Il Regolamento ENAC “Mezzi aerei a pilotaggio remoto” vieta le operazioni di APR in ATZ a meno di specifica autorizzazione di ENAC. Tale autorizzazione viene formalizzata a seguito di inoltro alla Direzione Aeroportuale ENAC competente per territorio del Notiziario Speciale (Allegato “A” alla Ciircolare ATM-05A).

Il processo della richiesta prevede anche valutazioni da parte di ENAV o di altro Fornitore di Servizi della Navigazione Aerea presso..

Da @DronEzine di Giuseppe Colantoni, ENAC – 06.11.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: regole, notam, permessi di volo, aree controllate, atz, ctz, enac, enav, controllori di volo, autorizzazioni, droni

.@RivistaStudio Anche i #droni sono stati #accusati di #molestie

Anche i droni sono stati accusati di molestie

C’è qualcosa di più inquietante per una donna dell’essere stalkerata da un corteggiatore indesiderato? A quanto pare sì: ed è quando a spiarti non è un essere umano, bensì un drone. Ciò che rende l’idea di un piccolo robot volante appostato fuori dalla finestra ancora più preoccupante è il suo occhio artificiale.

Il voyeur tecnologico potrebbe infatti rivelarsi ancora più fastidioso di quello umano per quanto riguarda la privacy della vittima, perché il suo sguardo è in grado di registrare filmati. Diversi casi di droni stalker sono stati riportati in …

Da @RivistaStudio

LEGGI TUTTO su STUDIO Attualità Cultura Stili di Vita

Si parla di: stalker, droni, voyeur, risalire ai proprietari dei droni, regole, privacy

@DronEzine Ho un #drone sotto i tre etti, devo chiedere #permessi per fare #ripresevideo in #città?

@DronEzine Ho un drone sotto i tre etti, devo chiedere permessi per fare riprese video in città?

L’avvocato Francesco Paolo Ballirano risponde ai dubbi dei lettori. Oggi ci occupiamo del quesito di un lettore che vuole chiarimenti sull’uso dei trecentini in città, nello specifico per le riprese video.
Ricordiamo che solo gli associati possono porre le loro questioni al legale, e le domande di interesse generale verranno pubblicate.
Per accedere al servizio, e leggere le risposte alle domande selezionate, clic qui
Salve. Per poter fare il mio lavoro di fotografo in città, senza dover prendere il “patentino” Enac, ho modificato uno Spark per farlo stare sotto i tre etti, ho preparato la necessaria documentazione (manuali eccetera) e mi sono iscritto come operatore a Enac, naturalmente senza l’attestato di pilota remoto che per queste macchine non serve. Ma mi è stato detto che per fare riprese dall’alto in città occorre il permesso del Comune, è vero?

La “rivoluzione” introdotta dalla…

Da @DronEzine di Luca Masali e l’avvocato Francesco Paolo Ballirano – 02.11.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: droni sotto i 300gr., trecento grammi, inoffensivo, inoffensivi, regole, fare riprese video in città con drone, droni per lavorare in città

#DRONI #Security, #safety, #privacy ed #etica – pubblicazione

DRONI Security, safety, privacy ed etica di Paolo G. Piccioli, edito da EPC EDITORE

Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto: il futuro dell’aviazione militare e civile. Aggiornato al Regolamento ENAC “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto” del 16 luglio 2015 (Emendamento 1 del 21 dicembre 2015)

Progettati per impieghi militari, i Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (comunemente detti “droni”) sono ormai diventati un fenomeno di massa che riscuote l’interesse di semplici appassionati e qualificati professionisti: superata la fase di sperimentazione pionieristica, essi si sono evoluti da semplici aeromodelli a veri e propri strumenti di lavoro, con tutte le implicazioni e responsabilità che ne derivano.

La diffusione di impiego dei droni e la loro piena integrazione negli spazi aerei controllati dipenderà dal superamento di alcuni “gap tecnologici” tuttora da colmare e da un’omogenea regolamentazione del settore, sensibilizzando parimenti l’opinione pubblica sui benefici che possono derivare dalla versatilità di impiego dei SAPR. Nonostante i progressi fatti, siamo ancora agli albori di una nuova era dell’aviazione: resta ancora molto da fare, specie sotto il profilo della sicurezza e della privacy, per scongiurare ogni pericolo o abuso, anche soltanto potenziale.

La “social sustainability” dei droni passa attraverso una corretta gestione dei rischi connessi al loro impiego, coinvolgendo in modo cosciente e responsabile tutti gli stakeholder della “drones’ chain”. Questo volume fornisce una panoramica esaustiva – ancorché non esauriente – sul singolare e sfaccettato mondo dei SAPR, attraverso un approccio prevalentemente orientato ai temi della sicurezza in senso lato, senza trascurare gli aspetti tecnico-costruttivi, normativi e di business.

Autore
Paolo G. Piccioli
Dopo aver maturato una ventennale esperienza come Funzionario della Polizia di Stato, ricopre da diversi anni il ruolo di Senior Security Manager, passando dall’ambito bancario a quello del luxury a quello del gaming entertainment e dell’editoria. Appassionato esperto di security e privacy, promuove da sempre un approccio didattico e un modello formativo di stampo partecipativo, utilizzando le tecniche dicoaching per diffondere una “cultura della sicurezza” consapevole e responsabile.

Destinatari
Responsabili della security e della privacy di enti pubblici e privati, istituti di vigilanza privata e
titolari di licenza.

Argomenti promozionali
Tutto quello che si deve sapere sulle norme di sicurezza, sulla privacy e sulle responsabilità che regolano l’utilizzo dei droni diventati ormai un fenomeno di massa.

Link di approfondimento: