CrowdForest: droni per spargere semi. L’idea di ragazzi aronesi VIDEO .@novara.oggi

E’ partita una raccolta fondi.

CrowdForest: droni per spargere semi e riforestare le zone boschive danneggiate. L’idea di un gruppo di ragazzi aronesi.

Si chiamano Giovanni Montagnani di Sesto Calende, Francesca Mapleston di Colazza e Francesco Polinelli di Dormelletto. Sono loro gli ideatori di un progetto appena partito ma che sta già riscuotendo tanti plausi…

Da @novara.oggi – 21.12.2018

LEGGI TUTTO su NOVARA OGGI.it

Si parla di: progetti, ricerca, crowdfounding, forest, innovazione, agricoltura di precisione, precision farming

Annunci

Un drone… pieghevole .@RSInews

Sviluppato dall’Università di Zurigo e dal Poli di Losanna potrebbe essere molto utile nelle missioni di salvataggio
Ricercatori dell’Università di Zurigo e del Politecnico federale di Losanna hanno sviluppato un nuovo tipo di drone capace di ridurre la lunghezza dei suoi bracci durante il volo e di diventare sufficientemente compatto per potersi inserire in spazi angusti, buche o piccole caverne. Una caratteristica che può rivelarsi estremamente interessante per la ricerca di sopravvissuti o di vittime delle catastrofi naturali.
Il nuovo tipo di drone, che può anche trasportare …
Da @RSInews – 12.12.2018
Si parla di: drone pieghevole, ripiegabile, soccorso, salvataggio, protezione civile, emergenze, ricerca, sviluppo, innovazione

Droni nelle emergenze sanitarie: ABzero e AVIS consegnano organi e sangue .@Tecno__Android

Il progetto di ABzero e AVIS è la conferma che i droni non servono per divertirsi, fare riprese aeree o effettuare solo consegne di pacchi.

In occasione della Festa del Donatore tenutasi a fine novembre, AVIS e ABzero hanno presentato un innovativo sistema di trasporto di sangue e organi anche in zone di emergenza sanitaria non facilmente raggiungibili con mezzi convenzionali. ABzero è una startup innovativa nata nel 2017 da un’idea dell’ing. biomedico Giuseppe Tortora e dell’architetto Andrea Cannas, e ha sviluppato…

Da @Tecno__Android di Flavio Mezzanotte -7 dicembre 2018

LEGGI TUTTO su TECNO ANDROID

Si parla di: innovazione, ricerca,delivery drone, trasporto, cargo, organi, sangue, emoderivati, ospedale

Accordo DJI e Politecnico: collaborazione nel settore tecnologico dei “droni” .@PoliTOnews

Sancita ufficialmente la collaborazione tra Politecnico di Torino e DJI, azienda operante nel settore dei droni civili e della tecnologia delle immagini aeree: è stato firmato il protocollo d’intesa tra i due enti.

L’accordo rientra nel campo dell’istruzione e della ricerca: l’Ateneo e l’impresa lavoreranno insieme per impostare gli standard didattici dell’apprendimento per l’utilizzo di questa tecnologia, includendo lo studio delle best practices per l’attività professionale, e collaboreranno nell’impiego di componenti personalizzabili per le nuove soluzioni di droni commerciali.

Il Politecnico di Torino è entrato in contatto con la tecnologia dei droni nel 2006 ed è oggi uno tra i primi atenei in Europa ad offrire un programma didattico onnicomprensivo per l’impiego dei droni a scopo professionalizzante. Proposto nel 2017 da…

Da @PoliTOnews – 05.12.2018

LEGGI TUTTO su POLIFLASH

Si parla di: ricerca, sviluppo, formazione, innovazione, università, Politecnico di Tornino, DJI

Droni: sperimentare non è mai inutile .@DronEzine

La fine dell’anno ispira sempre voglia di fare un bilancio. Credo dunque sia utile sfruttare questo spazio su Dronezine per tornare su un argomento importante del mondo unmanned italiano, quello delle commesse per lo sviluppo di macchine volanti dedicate.
Assistiamo a record di sollevamento pesi fatti con multicotteri, leggiamo di prossimi esperimenti di trasporto tra ospedali effettuati con piccoli Apr e, giusto due settimane fa, a Bologna durante la fiera delle macchine agricole Eima una solaresca ha assistito con interesse. Anche gli operatori e persino gli agronomi presenti erano finalmente dell’idea che dei mezzi a pilotaggio remoto non si possa…
Da @DronEzine di Luca Masali – 25.11.2018
Si parla di: ricerca, sviluppo tecnologico, know-hov, conoscenza, progettare droni, sperimentare

Il primo aereo che vola senza parti in movimento: è a propulsione ionica .@fidelity_news

Alcuni ingegneri del MIT hanno testato per la prima volta un aereo che vola senza l’utilizzo di componenti meccanici in movimento. L’aereo va a propulsione ionica.
Ora gli ingegneri del MIT hanno costruito e fatto volare il primo aereo in assoluto senza parti mobili. Invece di eliche o turbine, l’aereo leggero è alimentato da un “vento ionico“, un silenzioso ma potente flusso di ioni prodotto a bordo dell’aereo, che genera una spinta sufficiente a spingere l’aereo a volare a velocità costante.
A differenza degli aerei a turbina, questo velivolo non fa uso di combustibili fossili per volare e a…
Da @fidelity_news – 25.11.2018
Si parla di: sistemi di propulsione per droni, vento ionico, ionica, MIT, ricerca, sviluppo tecnologico

I micro-droni in grado di sollevare oggetti grandi 40 volte il loro peso .@StartUP__News

Si parla da tempo dei droni per le consegne dei pacchi che starebbe sperimentando Amazon. In realtà chiunque abbia visto un drone sa benissimo che si tratta di dispositivi particolarmente delicati e sensibili anche a folate di vento e si chiede come sia possibile che quelli che sono in fondo aeromodelli possano trasportare pacchi pesanti alcuni chili.

Il problema se lo devono essere posto anche gli scienziati della Stanford University e dell’École Polytechnique Fédérale di Losanna in Svizzera che hanno studiato le …

Da @StartUP__News – Francesco Pensabene – 26-10-2018

LEGGI TUTTO su STARTUP NEWS

Si parla di: mini droni, micro droni, quadricotteri, droni sotto i 300gr, ricerca, sviluppo, payload, carico trasportabile

Raggi a microonde per allungare il volo dei droni .@DronEzine

Anche se al momento lo si può solo immaginare, si avvicina sempre di più il giorno in cui i droni affolleranno le smart city di domani, impiegati nella consegna di ogni genere di prodotto, nella sorveglianza o in operazioni di ricerca e soccorso.

Il problema, al momento, riguarda più l’integrazione nell’attuale spazio aereo delle nostre metropoli, con tutte le questioni normative e di sicurezza che vi sono collegate, ma anche se quelli che saranno i presunti grandi attori di questo settore macinano brevetti con bozze visionarie, la verità è che nemmeno la tecnologia è del tutto pronta.

Uno dei grandi limiti, immaginando gli scenari futuri, riguarda ad esempio la durata del volo. Ad oggi pochi modelli superano i 30 minuti di autonomia, il che costituisce un limite piuttosto importante, anche considerando la grande efficienza. Se prendiamo un drone per le consegne, 30 minuti di autonomia vorrebbe dire una o al massimo pochissime consegne per volta, tornando spesso a ricaricarsi in un hub di smistamento, ma potrebbe …

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 24.10.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: tecnologia, innovazione, ricerca, trasmissione onde elettromagnetiche, microonde, autonomia di volo, alimentazione, energia

I droni a Parco Dora e l’auto robot in strada, Torino si trasforma in un laboratorio tech .@LaStampa

Il Comune apre alle aziende che vogliono testare le innovazioni: “Gli investimenti creeranno nuovo lavoro”

Due pilastri sono già a buon punto. Dalle prossime settimane a Parco Dora cominceranno le sperimentazioni sui droni, frutto dell’accordo firmato da Città, ministero dei Trasporti ed Enac (l’ente per l’aviazione civile) che fa di Torino il polo italiano in cui testare i velivoli senza pilota. Ed entro metà…

Da @LaStampa di ANDREA ROSSI – 19/10/2018

LEGGI TUTTO su LA STAMPA – Edizione di Torino

Si parla di: Italdesign, Fca, Daimler, guida autonoma, droni, innovazione, 5G, Torino, ricerca, innovazione

Dal barometro ai satelliti: le nuove frontiere della meteorologia .@ilmeteonet

Come sarà la meteorologia del futuro? Strumenti laser, meteo droni, intelligenza artificiale e gli oggetti smart dell’internet delle cose sono alcune delle ultime novità tecnologiche.
Sono impressionanti i progressi fatti nella strumentazione meteorologica dall’invenzione del barometro a mercurio da parte di Evangelista Torricelli nel 1641 ai giorni nostri, dove i satelliti scrutano ogni angolo della terra. Anche nell’era dei satelliti però la base delle previsioni meteorologiche e l’ingrediente principale dei modelli numerici sono le misure al suolo e in quota strumentali. Ecco alcune delle novità presentate a recenti conferenze ed esposizioni di meteorologia, su cui lavora il mondo della ricerca scientifica e tecnologica.
Nuovi strumenti dai meteo droni ai LIDAR
L’innovazione tecnologica e i nuovi mezzi di comunicazione hanno…
Da @ilmeteonet di Luca LombrosoLuca Lombroso – 16 OTT 2018
Si parla di: meteorologia, rilevazioni, temperatura, condizioni climatiche, atmosferiche, tempo, meteo, droni, ricerca, innovazione