Dal #drone “donatore” di sangue ai vestiti riciclati: l’innovazione in mostra a “I Gigli” .@repubblica

Fino a domenica presso il centro commerciale: startup e dibattiti
Dal drone “donatore” di sangue ai vestiti riciclati: l’innovazione in mostra a “I Gigli”
Start up, spazi digitali per artigiani 2.0, spin off dell’Università che fanno ricerca in campo biomedico o in tecnologie utili alla salute.
E ancora, aziende che progettano robot o che ricavano filati naturali dal latte. Infine, laboratori sulle case del futuro per i bambini e una mostra su come i social network stanno influenzando i nostri comportamenti.
Tutto questo sarà a “I Gigli” fino al 18 marzo in occasione della seconda edizione di #InnovaZone, la manifestazione che offre una panoramica privilegiata sulle eccellenze produttive e di ricerca toscane che si stanno distinguendo nell’innovazione tecnologica…
Da @repubblica – 15.03.2018
Si parla di: ricerca, innovazione, tecnologie, uso dei droni, delivery drone, eventi sui droni, I Gigli, campi bisenzio, firenze
Annunci

1,5 milioni di pinguini di Adelia si erano nascosti ai nostri occhi: trovati a sorpresa in Antartide .@fanpage

Sono più di 1,5 milioni gli esemplari di pinguini di Adelia trovati a sorpresa in Antartide dai ricercatori, la scoperta, oltre a colpire piacevolmente, rappresenta anche un’occasione per comprendere meglio le abitudini di questi animali e per anni si sono nascosti nella Danger Islands senza farsi vedere.
Come è possibile?
Le Danger Islands. Il nome di queste isole, che tradotto risulta ‘Isole del Pericolo’, deriva dal fatto che si trovano in un territorio ostile, molto difficile da raggiungere, che, anche d’estate, presenta uno strato di ghiaccio sul mare che rende difficile l’accesso alla terra ferma.
I pinguini di Adelia. In questi ultimi anni si pensava che il numero di pinguini di Adelia, sulla Penisola Antartica, fosse in costante declino, adesso però è venuta fuori una colonia di ben 1.500.000 di esemplari.
Come hanno fatto a trovarli. I primi indizi della loro…
Da @fanpage di Zeina Ayache – 2 MARZO 2018
Si parla di: scoperta, ricerca, monitoraggio fauna, controllo demografico popolazione pinguini Antartide,

Come salvare la specie grazie ai #droni .@mag_digital

Grazie ad un bizzarro esperimento dell’ Università di Adelaide in Australia i droni si rivelano come uno strumento molto efficace nel monitorare la fauna selvatica
I ricercatori australiani suggeriscono che il censimento della fauna selvatica utilizzando i droni risulta più accurato dei metodi tradizionali, secondo un articolo pubblicato martedì scorso sulla rivista “Metodi in Ecologia ed Evoluzione” della British Ecological Society.
Contare il numero di esemplari di una specie è fondamentale, per prevenire la sua estinzione.
“Con così tanti animali in tutto il mondo vicini all’estinzione, il nostro bisogno di dati accurati sulla fauna selvatica non è mai stato così grande”, ha detto Jarrod Hodgson, autore principale del documento di ricerca e candidato al dottorato presso la Scuola di Scienze Biologiche dell’Università di Adelaide.
“Un monitoraggio accurato può rilevare piccoli cambiamenti nel numero di animali, ed è importante perché se dovessimo aspettare un grande cambiamento in quei numeri per…
Da @mag_digital – 14.02.2018
Si parla di: monitoraggio specie animali a rischio di estinzione, controllo fauna, ricerca, protezione animali, zoologia, cambiamenti climatici, fauna selvatica

Con l’algoritmo DroNet, i #droni imparano a volare autonomamente imitando auto e biciclette .@TuttoTechNet

Sviluppato dai ricercatori UZH, l’algoritmo DroNet consente ai droni di volare completamente da soli per le strade di una città e negli ambienti interni. Pertanto, l’algoritmo ha dovuto imparare le regole del traffico e adattarsi agli esempi di allenamento di ciclisti e automobilisti.

Tutti i droni commerciali di oggi usano il GPS, che funziona bene sopra i tetti degli edifici e in alta quota. Ma come fare quando i droni devono navigare autonomamente a bassa quota tra edifici alti o…

Da @TuttoTechNet di Lorenzo Spada – 27 gennaio 2018

LEGGI TUTTO su TUTTO TECH

Si parla di: ricerca, sviluppo, innovazione, algoritmo, algoritmi, matematica, scienza, robotica, droni, auto apprendimento, intelligenza artificiale, zurigo

L’armata dei #droni che si assemblano in volo .@Focus_it

Sviluppati all’Università della Pennsylvania, i ModQuad sono in grado di assemblarsi tra loro in volo come in un cartone animato e dare così vita a strutture più grandi.

Ispirato al mondo degli insetti, il nuovo drone realizzato dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania sembra uscito da un film di fantascienza: grazie ai suoi potenti magneti è infatti in grado di assemblarsi in volo con altri suoi simili e dare vita a droni molto più grandi e potenti ma anche a strutture robotizzate di altro tipo.

ATTRAZIONE FATALE. Ciascuno dei moduli è racchiuso all’interno di una gabbia sui cui spigoli sono montate le calamite: basta che due o più droni si avvicinino tra loro, perché…

Da @Focus_it di  REBECCA MANTOVANI – 27 GENNAIO 2018

LEGGI TUTTO su FOCUS

Si parla di: ricerca, sviluppo, sciami di droni, swarm, assemblare drone in volo, modulare, componenti, robotica, calamite

Master in “Progettazione, applicazione, regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto”

Roma, 25 gennaio 2018 – Si informa che l’Università di Roma “Tor Vergata” ha pubblicato il bando per partecipare alla prima edizione del Master in “Progettazione, applicazione, regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR)”.

Il Master, organizzato congiuntamente con l’ENAC e che vede la partecipazione di aziende e scuole di settore, rappresenta un’iniziativa unica in Italia con l’obiettivo di includere tutti gli aspetti applicativi e di progettazione del drone.

TUTTE LE INFORMAZIONI sono reperibili sul sito ENAC

Come smascherare i droni-spia al lavoro .@Agenzia_Ansa

Con il computer di casa si può scoprire se registrano immagini
ROMA – D’ora in poi basterà il semplice computer di casa per scoprire se la videocamera di un drone-spia sta catturando illecitamente immagini dell’interno di una casa o di un ufficio, violando la privacy e la sicurezza delle persone.
A renderlo possibile è la tecnica, la prima del genere, dei ricercatori della Ben-Gurion University del Negev, descritta su Arxiv, il sito che ospita i lavori scientifici prima della pubblicazione su una rivista.
“Il bello di questo metodo è che basta avere un computer e un oggetto che lampeggia per rilevare se qualcuno ci sta spiando con un drone”, commenta Ben Nassi, coordinatore …
Da @Agenzia_Ansa – 16.1.2018
Si parla di: ricerca, sviluppo, innovazione, droni spia, spiare, privacy, Ben Nassi, ricercatore,

Una società giapponese ha inventato un #drone per costringere gli impiegati a smettere di lavorare .@HuffPostItalia

Una società giapponese ha inventato un drone per costringere gli impiegati a smettere di lavorare

Si chiama T-Frend e servirà ad evitare i decessi da superlavoro dei “sararīman”

Com’è noto, non è facile convincere gli impiegati giapponesi, i “sararīman”, a tornare a casa dal lavoro. Così la Taisei, una società di sicurezza e pulizia dei posti di lavoro, ha inventato un nuovo strumento: un drone che vola sulla testa degli impiegati alla fine dell’orario di lavoro e li disturba diffondendo una musica tradizionale scozzese, “Auld Lang Syne”, che in Giappone è utilizzata per annunciare la chiusura delle attività commerciali.

Il drone, che si chiama “T-Frend”, è attrezzato con videocamera e scheda sd per registrare le immagini e verificare che gli impiegati indisciplinati non lavorino troppo a lungo…

Da @HuffPostItalia – 07/12/2017

LEGGI TUTTO su HUFFPOST

Si parla di: curiosità, ricerca, innovazione, stakanovismo, lavoratori, droni

I #droni del futuro nascono nel capannone universitario .@CorriereRomagna

I droni del futuro nascono nel capannone universitario

In via Venezia una delle più grandi arene di volo indoor esistenti in Europa. Si sviluppano lì tecnologie per vari settori, dal soccorso alpino al ciclismo

I droni del futuro nascono nel capannone universitarioI ricercatori Nicola Minno e Nicolò Decarli con il drone “Sherpa” e il relativo software
CESENA. Si trova a Cesena ed è patrimonio dell’Università di Bologna una delle più grandi arene di volo indoor per droni d’Europa. Si tratta di uno dei laboratori nati nell’ambito di “Sherpa”, ambizioso progetto europeo di cui l’Alma Mater è stata capofila e che ha coinvolto altre sei università europee…

Da @CorriereRomagna di GIORGIA CANALI 11/12/2017

LEGGI TUTTO su CORRIERE ROMAGNA

Si parla di: ricerca, sviluppo, innovazione, sherpa, droni per soccorso, robotica area e terrestre per la ricerca e il soccorso, area di volo, cesena, cesenate, ex zuccherificio,

Collisione #drone vs aereo, uno studio rivela cosa succede .@DronEzine

Collisione drone vs aereo, uno studio rivela cosa succede

L’ormai annosa questione di quanto sia realmente pericolosa per un aereo la collisione con un drone si è recentemente arricchita di un nuovo interessante capitolo. La Federeal Aviation Administration (l’ENAC Americana) ha infatti svelato i risultati di uno studio che ha avuto ad oggetto le conseguenze dell’impatto tra aerei e droni, valutate in diverse circostanze attraverso dei software di simulazione.

La ricerca è stata realizzata dall’ASSURE (Alliance for System Safety of UAS through Research Excellence), una coalizione formata da istituti di ricerca e partner commerciali/governativi in tutti gli USA che si occupa di fornire alla FAA i risultati, i dati e le analisi delle sue ricerche nel campo UAS(Unmanned Aerial Systems) allo scopo di facilitarne l’integrazione sicura ed efficiente nello spazio aereo americano.

Mediante delle complesse simulazioni al computer, i ricercatori hanno potuto valutare le conseguenze fisiche

Da @DronEzine di Edoardo Sorani – 01.12.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: impatto droni contro aerei, controllo aereo, studio, ricerca, Assure, apr, impatti droni, drone strike