#droni – Come #volare (legalmente) con il trecentino dove è vietato: il mio #volo nel cuore di #Firenze

@DronEzine Come volare (legalmente) con il trecentino dove è vietato: il mio volo nel cuore di Firenze

Potremmo quasi definirla la carica dei “trecentini”, un vero e proprio assalto al sito del ENAC per la richiesta di riconoscimento dei SAPR con peso inferiore o uguale a 0,3 Kg. Questi piccoli aeromobili usati per lavoro, godono come noto di alcune semplificazioni normative che in sostanza classificano tutte le operazioni svolte come non critiche, oltre a non necessitare di attestato per il pilota e nemmeno di sottoporlo a visita medica.

Molti appassionati, richiedono la registrazione del loro drone per poter essere più liberi e al contempo in regola con le normative. E’ pur sempre vero che con i SAPR di peso uguale o inferiore ai 300 grammi si può volare in città, ma è necessario precisare che non tutte le città sono sorvolabili.

Ad esempio su Roma insiste una NoFlyZone permanente per…

Da @DronEzine di Stefano Orsi – 15.10.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: droni sotto i 300gr, < 300 grammi gr, mini droni, inoffensivi, regolamento ENAC, riprese video, scopo pubblicitario

Annunci

#GameofThrones8: il #cast sul #set tra #paparazzi, #spoiler e avvisi #antidrone !

@foxtvit Game of Thrones 8: il cast sul set tra paparazzi, spoiler e avvisi anti-drone!

Le riprese di Game of Thrones 8 stanno per iniziare e il cast inizia ad arrivare a Belfast mentre HBO pensa a una soluzione fantasy per combattere gli spoiler.

Squillino le trombe e si alzino i vessilli perché le riprese dell’attesissima ottava e ultima stagione di Game of Thrones stanno ufficialmente per avere inizio. E non c’è stato nemmeno bisogno che HBO divulgasse un comunicato ad hoc per venirne a conoscenza. Ci è bastato spulciare i siti che degli spoiler sullo show tratto dai romanzi di George Martin hanno fatto una professione e farci un giro sui social network per saperlo.

Le star della serie, da anni tra le più viste della storia della TV, non appena hanno messo piede all’aeroporto di Belfast sono state letteralmente prese d’assalto da paparazzi e da agguerrite…

Da @foxtvit di Roberto Carrubba – 13.10.2017

LEGGI TUTTO su MONDOFOX

Si parla di: games of thrones, serie tv, ottava stagione, stagione 8, fox, droni, riprese video, paparazzi, spiare il set con drone

#DJI #ZenmuseX7 provata sul #passodelloStelvio con un #drone #Inspire2

@Quadricottero DJI Zenmuse X7 provata sul passo dello Stelvio con un drone Inspire 2

DJI ha scelto anche l’Italia per mostrare le capacità del nuovo gimbal camera Zenmuse X7.
Ormai è diventato un segreto di Pulcinella. Il misterioso prodotto che la DJI presenterà l’ 11 ottobre è il nuovo gimbal camera Zenmuse X7.

Niente di ufficiale, tuttavia in queste ore su youtube è stato pubblicato da un utente un video che sembra essere made in DJI, evidentemente sfuggito in qualche modo dalla factory cinese.

Il video mostra un Inspire 2 equipaggiato con la nuova Zenmuse X7, impegnato a riprendere 2 Porsche che percorrono il tratto di strada che…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 07.10.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO News

Si parla di: nuovo gimbal camera Zenmuse X7, DJI, droni, riprese video, aerofotografia, fotografia aerea, riprese dall’alto, videoriprese da drone

Toh chi si rivede, il #drone #Yuneec #H520 finalmente dà segni di vita?

@DronEzine Toh chi si rivede, il drone Yuneec H520 finalmente dà segni di vita?

Yuneec rispolvera il suo H520, esacottero rivolto al mercato professionale derivato dal noto e vecchiotto Typhoon per riprese video. Niente di nuovo, per carità, ma dell’H520 si erano perse le tracce, sarà la volta buona?

yuk2Yuneec avrebbe avuto le carte in regola per tentare almeno di insidiare il monopolio di fatto di DJI, idee buone ne ha, come l’esacottero Typhoon, piuttosto complesso ma dotato di una radio ben superiore a quella del concorrente cinese, per tacere dell’ottimo drone da selfie Breeze, eclissato dal successo del ben più completo e moderno Spark. Ma le idee non bastano, Yuneec pare aver tirato i remi in barca ed è davvero troppo tempo che non tira fuori qualche novità, e così ha …

Da @DronEzine di Luca Masali – 29.07.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: Yuneec, H520, drone ad uso professionale, drone arancione, sicurezza, riprese video, recensione

Drone Pad per Yuneec H520 su Achrom

#Yuneec presenta il nuovo #drone #professionale #H520 : prezzi che sfiorano i 4.000€ (foto)

@smartworld_it Yuneec presenta il nuovo drone professionale H520: prezzi che sfiorano i 4.000€ (foto)

Yuneec ha presentato ad IFA 2017 il suo nuovissimo H520, un potente drone dotato di 6 rotori adatto per uso professionale, come riprese video avanzate, ispezioni, pubblica sicurezza ed altro ancora.

A livello di design ci troviamo di fronte ad un dispositivo robusto, caratterizzato da un vivace colore arancione, che presenta una ricca varietà di fotocamere e sensori, inclusi quelli termici. Tra le videocamere supportate si può scegliere anche la E90, con un sensore Sony Exmor da 1 pollice e 20 MP.

Grazie al meccanismo per rialzare il sistema di atterraggio, la videocamera principale è in grado di riprendere a 360°, senza punti ciechi, mentre il gimbal stabilizzato ha un angolo di inclinazione di 20°, caratteristica che permette di…

Da @smartworld_it di Vezio Ceniccola – 30/08/2017

LEGGI TUTTO su SMARTWORLD

Si parla di: Yuneec, H520, drone, uso professionale, riprese video, ispezioni, sicurezza,

Drone Pad per H520 realizzata da Achrom

#Droni e #Webdesign – Come catturare l’attenzione dei visitatori

Droni e Webdesign – Come catturare l’attenzione dei visitatori

Tra le svariate applicazioni che si possono attribuire ai droni quella che preferisco resta la straordinaria e sorprendente caratura che delle semplici immagini scattate da un drone possono dare al design di un sito web.

Risulta incredibile come delle immagini aeree possano rendere il design di un sito web completamente differente e molto più accattivante rispetto a delle foto tradizionali.

Negli anni ho maturato un’esperienza tale per cui posso fermamente affermare che le immagini rivestono un luogo centrale nel fornire un’identità al nostro sito.

Scattando delle fotografie aeree oppure registrando dei video mentre si sorvola un parco renderà il tutto più interessante per l’utente finale.

I visitatori dei siti web prediligono le immagini e i video alle presentazioni con tanto di excursus storico dell’azienda, pertanto durante la fase di realizzazione dei miei progetti propongo sempre un servizio fotografico con il mio drone DJI Spark (Dalla breve esperienza che ho avuto posso consigliarvi di acquistarlo anche se ho notato notevoli limiti come la scarsa resistenza al vento).

Un altro limite notevole del drone DJI Spark è la scarsa durata della batteria. Seguendo le informazioni fornite da DJi dovrebbe durare 16 minuti ma effettivi sono circa 13 di conseguenza è indispensabile avere altre batterie sostitutive perché 13 minuti di volo sono davvero limitati.

L’applicazione è molto intuitiva e semplice da usare soprattutto in modalità beginner (che ha il limite però di non dare accesso alle funzioni di volo automatico come tap and fly, helix etc e non permette al drone di allontanarsi per più di 30 metri dal telecomando) ma non permette il volo senza gps.

Sono davvero di aiuto le modalità di volo automatico che permettono di fare riprese professionali anche senza avere alcun tipo di esperienza col volo o con qualsiasi tipo di drone, per questo motivo è consigliati ai neofiti che si approcciano per la prima volta al mondo dei droni.

Anche la gesture mode è davvero impressionante soprattutto per l’effetto quasi “fantascientifico” che suscita in coloro che la provano per la prima volta, perchè pilotare un drone attraverso il movimento delle mani non è cosa da tutti i giorni.

Nonostante tutto, questa funzione è abbastanza inutile perché oltre a suscitare stupore non è di grande aiuto, inoltre il drone non è waterproof e bisogna volare solo col bel tempo.

Ho notato inoltre una straordinaria solidità del telaio del drone che permettere di resistere ad urti modesti senza dare segni di cedimento o di rompersi, ed è sempre stato pronto e reattivo ai comandi da me impartiti.

Pilotando col wifi del telefono ad una altezza di circa 24 metri iniziava a perdere il segnale mentre a 30 metri si disconnetteva del tutto, col l’apposito telecomando invece si poteva spingere fino a circa 80 metri mantenendo un’ottima qualità dell’immagine.

Salendo ancora sopra gli 80 metri iniziava a dare scatti o comunque a mostrare una immagine non nitida. Tuttavia subito dopo l’uso non è possibile caricarlo finché non si raffredda, e questo credo sia lo svantaggio più grosso del drone, anche se per caricarsi completamente richiede un tempo di circa 80 minuti.

Essendo un drone piccolo e maneggevole mi risulta semplice entrare all’interno di capannoni senza dare troppo nell’occhio ed è perfetto per fare piccoli progetti o i selfie, sicuramente non è consigliabile per chi deve fare riprese lunghe in zone ventose, ma il rapporto qualità-prezzo è davvero ottimo.

Devo dire che la qualità dell’immagine è davvero ottima e anche la qualità video è davvero soddisfacente. Uscendo dalla modalità beginner diventa tutto più interessante anche i tempi di risposta del drone migliorano e la velocità di movimento può raggiungere fino a 50 km orari.

Il prezzo di circa 549 € è sicuramente un punto di forza di questo drone che però nonostante tutto presenta delle forti limitazioni.

Come accennato in precedenza le fotografie catturano immediatamente l’attenzione del visitatore ed un sito che mostra in bella vista delle foto aeree è in primis sinonimo di serietà ed inoltre lancia un messaggio importante, dicendo che l’azienda in questione ha una forte propensione all’innovazione ed è ben disposta ad investire in pubblicità ed immagine.

Luca Casali Web Designer è il nome del sito web e della pagina Facebook e in cui potrete trovare i progetti da me realizzati e le fotografie da me scattate col drone DJI Spark.

Mega #multa per un #drone al #matrimonio, come fare le riprese in regola

@Quadricottero Mega multa per un drone al matrimonio, come fare le riprese in regola

Sempre più droni ai matrimoni ma aumenta anche la consapevolezza generale che per condure tali mezzi in questi contesti bisogna essere autorizzati e conseguentemente cresce il rischio di segnalazioni e controlli.

Riprendere dall’alto un matrimonio con un drone è ormai diventata una prassi consolidata in tutta Italia. Spesso però le operazioni non sono svolte in regola perchè nella maggior parte dei casi chiese e ristoranti si trovano in zone urbane con la presenza di persone estranee alle operazioni e con il pilota/operatore privo delle necessarie autorizzazioni per condurre tali voli in quanto si tratta di scenari e condizioni particolari che contribuiscono a qualificare le operazioni come critiche.

Tuttavia, anche quando è in regola, il pilota visto il contesto da riprendere potrebbe compiere atti non consentiti, anche involontari, come il sorvolo…

Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 21.08.2017

LEGGI TUTTO su QUADRICOTTERO News

Si parla di: riprese video, aerofotografia, riprendere sposi al matrimonio con drone, drone per fotografia aerea, fotografo, matrimonialista, video maker, multa

#Droni come #registi, ecco l’ #algoritmo per le #inquadrature

@Cor_Com @zhdk Droni come registi, ecco l’algoritmo per le inquadrature

Studiato a Zurigo dal ricercatore Tobias Nageli, il sistema consente di rendere indipendenti come veri e propri operatori di ripresa gli oggetti volanti. Una tecnologia che potrà essere utilizzata per girare film d’azione o per gli eventi sportivi

Un algoritmo consentirà ai droni dotati di telecamera impegnati nelle riprese di film o per la trasmissione di eventi sportivi di scegliere in autonomia la posizione e l’inquadratura per portare a compimento al meglio i propri compiti. Una tecnologia che in prospettiva può contribuire al contenimento dei costi di produzione, riducendo all’osso il numero dei tecnici destinati a controllare e guidare…

Da @Cor_Com  di A.S. 08.08.2017

LEGGI TUTTO su CORRIERE COMUNICAZIONI COR.COM

Si parla di: riprese video, aerofotografia, fotografia aerea, droni per il cinema, algoritmo, film-maker

AirDog 2 il nuovo drone autonomo per sport estremi

@webnewsit #AirDog2, il #drone per gli #sport #estremi

Il drone AirDog torna far parlare di se. Presentato al CES 2015, era il primo drone a disporre della tecnologia che permetteva di seguire automaticamente il pilota senza bisogno di interagire sul radiocomando grazie ad una serie di sensori.

Funzionalità che oggi si trovano su molti droni della DJI. Tuttavia, a distanza di due anni, il mercato dei droni si è voluto rapidamente ed oggi questi mezzi offrono ben altre tecnologie. I prodotti della DJI, per esempio, sono anche in grado di rilevare ed evitare gli…

Da @webnewsit Filippo Vendrame – 13 luglio 2017

LEGGI TUTTO su WEBNEWS

Si parla di: AirDog 2, sport estremi, riprese video, action cam, actioncam, Kickstarter, waypoint, modalità di volo, gimbal tre assi

Processo d’appello per Bossetti. Le riprese da un drone potrebbero svelare nuove verità

@ilgiornale #Bossetti, via al #processo d’ #appello. La #difesa #punta sulle #foto dal #drone

Un mese prima della scoperta il corpo della ragazza non c’era”

Sentenza oppure ordinanza con la riapertura del processo attraverso una nuova perizia sul Dna.

Sono questi gli scenari possibili del processo che si apre oggi davanti alla Corte d’Assise di Brescia per Massimo Bossetti, il carpentiere di Mapello condannato il 30 giugno dell’anno scorso all’ergastolo per aver ucciso Yara Gambirasio.

Lui è fiducioso: «Ora avrò finalmente giustizia».

La difesa punta tra l’altro su immagini dall’alto riprese da un drone che potrebbero svelare nuove verità e tempistiche sulla scena del crimine: cioè il campo in cui fu ritrovato il corpo della 13enne. Le immagini proverebbero infatti che un mese prima, in quel campo, il cadavere non c’era. Yara venne rapita il 26 novembre del 2010 fuori dalla palestra di via Locatelli a Brembate Sopra e trovata senza vita tre mesi esatti dopo, il 26 febbraio del 2011, in un …

Da @ilgiornale – 30.06.2017

LEGGI TUTTO su IL GIORNALE.it

Si parla di: Processo d’appello per Bossetti, riprese da un drone, svelare nuove verità, riprese video, aerofotografia, fotografia aerea, monitoraggio luoghi