WWF Italia. Tre droni per la salvaguardia dei lupi .@montagnaTv

Negli scorsi giorni alle guardie volontarie del WWF Italia sono stati consegnati tre droni che saranno utilizzati per le attività in difesa del lupo.
I 10.000 € di costi sostenuti per l’acquisto delle attrezzature (7500 €), per la formazione del personale (2000 €) e per le attività di monitoraggio (500 €) derivano dalla campagna di raccolta fondi “SOS Natura d’Italia”, lanciata dal WWF Italia nel 2017 a difesa del lupo.
In totale sono stati raccolti 63.000,30 €, a dimostrazione di quanto questa specie, un vero e proprio simbolo della biodiversità della nostra penisola e in continuo pericolo a causa di bracconaggio, incidenti stradali e richieste di legalizzazione degli abbattimenti, stia…
Da @montagnaTv – 07.02.2019
Si parla di: salvaguardia animali, monitoraggio, protezione, lupi, lupo, branco, controllo del territorio
Annunci

Droni in soccorso dei cuccioli di capriolo .@laregione

Appenzello Esterno: progetto pilota del Cantone mira a implementare una sorveglianza di campi e prati con erba alta

Ogni anno in Svizzera circa 3’000 piccoli di capriolo vengono uccisi da falciatrici e mietitrici, ma potrebbero essere salvati con l’uso di droni. È quanto risulta da un progetto pilota condotto nel canton Appenzello Esterno, con il quale si è scoperto che c’era un giovane animale nella metà dei prati esaminati. Ora si vuole estendere questo genere di sorveglianza a tutto il cantone, ha detto …

Da @laregione – 07.09.2018

LEGGI TUTTO su LA REGIONE

Si parla di: salvaguardia animali, monitoraggio luoghi, controllo del territorio, riprese aeree, protezione animali, caprioli, Svizzera

#Droni e algoritmi per salvare gli animali: con l’astroecologia le specie a rischio studiate come le stelle .@lazampa

Saranno le stelle a indicarci la via per salvare le specie a rischio estinzione: questo grazie all’astroecologia, una nuova disciplina che sfrutta software e algoritmi sviluppati dagli astrofisici per monitorare gli animali nei loro habitat naturali.

Ripresi nelle immagini a infrarossi girate dai droni, i loro corpi caldi appaiono brillanti come stelle e allo stesso modo possono essere monitorati, per fare censimenti e contrastare il bracconaggio. A dimostrarlo sono i risultati dei primi esperimenti sul campo, presentati dai ricercatori della Liverpool John Moores University alla Settimana europea dell’Astronomia e della Scienza spaziale (Ewass).

«Grazie alle termocamere a infrarossi, possiamo facilmente vedere gli animali per effetto del loro calore corporeo, sia di giorno che di notte, anche se sono mimetizzati nel loro ambiente naturale», spiega l’astrofisica Claire Burke. «Dato che in queste immagini animali e…

Da @lazampa – 04.04.2018

LEGGI TUTTO su LA ZAMPA.it – La Stampa

SI parla di: salvaguardia animali, fauna, habitat naturali, monitoraggio luoghi, software open source, Astropy, Africa