La NASA inizia i primi test sul controllo del traffico dei droni .@focusTECHit

Il sistema ha lo scopo di mettere ordine nel “caos” dei cieli delle città, in netto ed evidente aumento, visto il crescente uso di appassionati, addetti ai lavori e militari
La NASA ha annunciato di aver scelto due organizzazioni per testare il suo UAS Traffic Management (UTM), il sistema di gestione del traffico dei droni che è stato sviluppato di recente.
Il primo test drive di questo sistema, la cui missione è “gestire in modo sicuro ed efficace il
traffico di droni in un’area urbana“, si svolgerà tra marzo e giugno di quest’anno, con un secondo piano sperimentale pianificato tra…
Da @focusTECHit di Federica Vitale – 23 Febbraio 2019
Si parla di: traffico aereo, droni, sense and avoid, controllo, gestione, UAS Traffic Management, UTM
Annunci

Dalla NASA in arrivo un sistema di controllo automatico dei droni in volo su ambienti urbani .@TomsHWItalia

Gestire il sempre crescente traffico aereo dei droni sulle aeree urbane densamente popolate è un obiettivo cruciale per il prossimo decennio, quando droni commerciali e di consegna saranno all’ordine del giorno nei nostri cieli.

Il problema se l’è posto anche la NASA che col suo progetto quadriennale UTM (Unmanned Aircraft Systems Traffic Management) sta cercando di sviluppare tecnologie adatte allo scopo.

Il progetto è ora entrato nella fase finale, che è anche la più delicata, perché l’ente spaziale dovrà fornire una serie di dimostrazioni tecniche delle soluzioni sviluppate. Per l’occasione la NASA collaborerà con il Nevada Institute for Autonomous Systems di Las Vegas e il Lone Star UAS Center for Excellence & Innovation di Corpus Christi, in Texas. Le dimostrazioni si svolgeranno tra …

Da @TomsHWItalia di Alessandro Crea – 20 febbraio 2019 17:27

LEGGI TUTTO su TOM’S HARDWARE Italia

Si parla di: NASA, guida autonoma, progetto, ricerca, innovazione, UTM, Unmanned Aircraft Systems Traffic Management, controllo traffico aereo, sense and avoid,

C’è traffico aereo sul mio drone? Abbiamo provato il ricevitore di transponder PiAware .@DronEzine

Lo spazio aereo, del quale usufruiscono anche i nostri aeromobili a pilotaggio remoto, è una regione di spazio estremamente complessa, articolata e spesso piuttosto affollata.

Possono essere presenti, nello stesso istante, aeromobili di tutti e tipi e misure: aviazione da trasporto civile (aerei di linea), mezzi di soccorso (ad esempio eliambulanze), mezzi di polizia e infine gli aeromobili privati e da diporto. Visto che dobbiamo dare la precedenza a tutti, non è una cattiva idea usare un sistema per sapere chi ci ronza intorno sfruttando i transponder degli aeromobili. Noi abbiamo provato Raspberry PI.

E’ ICAO (Organizzazione internazionale dell’aviazione civile, appartenente all’ONU) a definire i principi, le tecnologie e le tecniche della navigazione aerea internazionale con…

Da @DronEzine di Jonathan Filippi 06.12.2018

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: traffico aereo, spazio, geofencing, sense and avoid, corridoio di volo, aerei e droni, no fly zone

Avvicinamento pericoloso tra un drone e un Airbus di Swiss .@Ticinonline

Il jet si è trovato a soli 20 metri sopra la traiettoria del piccolo mezzo. L’episodio è oggetto di un’inchiesta del SISI
Un drone si è avvicinato in modo pericoloso ad un Airbus di Swiss che si apprestava ad atterrare all’aeroporto di Zurigo. L’episodio, verificatosi lo scorso 29 settembre, è oggetto di un’inchiesta del SISI, il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza.
Nel rapporto preliminare pubblicato oggi il SISI scrive di un «grave caso» di “airprox” (una quasi collisione fra…
Da @Ticinonline – 14.11.2018
Si parla di: spazio aereo, corridoio di avvicinamento, ATZ, CTZ, collisione, sense and avoid, no fly zone

Drone Mavic 2, DJI attiva sensori laterali evitamento ostacoli per i QuickShots .@Quadricottero

Ecco le release note del nuovo firmware rilasciato l’ 11 ottobre per il drone DJI Mavic 2 sia PRO che ZOOM.
La DJI oggi ha iniziato a mettere una “pezza” ad una mancata funzionalità che invece in molti pensavano ci fosse sul nuovo drone Mavic 2 lanciato a fine agosto. Si tratta dei sensori laterali evitamento ostacoli che fino ad oggi funzionavano soltanto in tripod mode e in active track (guarda il nostro video di prova: DJI Mavic 2 incredibile, con ActiveTrack vola in mezzo ai rami).
Con l’aggiornamento firmware V01.00.01.00 la DJI ha attivato i sensori laterali evitamento ostacoli per le sottomodalità QuickShot: Circle, Helix, e Boomerang sia per il Mavic 2 Pro che per lo Zoom. Non è ancora possibile rilevare un ostacolo lateralmente mentre si conduce…
Da @Quadricottero di Danilo Scarato – 11.10.2018
Si parla di: DJI, Mavic 2, sensori, anti collisione, sense and avoid, evitare ostacoli con drone QuickShots

Mancate collisioni tra droni e aeroplani: vere o no, evitiamole così .@DronEzine

La mancata collisione tra un elicottero e un drone in Trentino riporta d’attualità il tema del pericolo di collisioni tra droni e aeromobili con persone a bordo.
Anche se l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Aerea (ANSV) non è finora mai riuscita a dimostrare la veridicità dei racconti dei piloti di aerei che lamentano droni passati troppo vicini ai loro aeroplani, il problema è reale. Ma può essere evitato volando con buonsenso.
La questione delle mancate collisioni (vere o presunte) tra aeromobili tradizionali e sistemi a pilotaggio remoto è interessante sotto diversi aspetti. Sia per quanto riguarda gli addetti ai lavori sia per il grande pubblico, in quanto sempre di più si evince un interesse generalista nei temi riguardanti la sicurezza del trasporto aereo. Non è del tutto chiaro se…
Da @DronEzine di Paolo Omodei Zorini, pilota di aerei di linea ed examiner SAPR di AlphaLima, membro del Comitato scientifico di Dronezine – 02.10.2018
Si parla di: collisioni, spazio aereo, drone strike, sense and avoid, incidenti, sicurezza aerea, ANSV

#Drone in volo sfiora aereo che atterra: a rischio i 278 passeggeri .@BlitzQuotidiano

La compagnia aerea Air New Zealand ha denunciato la presenza di un drone arrivato a quasi 5 metri da un volo decollato da Tokyo e diretto all’aeroporto di Auckland, drone che avrebbe messo a rischio la sicurezza di 278 passeggeri e dell’equipaggio.

Dopo l’episodio, la compagnia aerea ha chiesto il carcere per gli operatori di droni che mettono in pericolo vite umane. Air New Zealand sostiene che i piloti del Volo NZ92 hanno individuato il drone a circa 5 metri dal Boeing 777-200 in una fase della discesa in cui era impossibile effettuare manovre evasive, scrive il Daily Mail…

Da @BlitzQuotidiano – 28.03.2018

LEGGI TUTTO su BLIZ QUOTIDIANO

Si parla di: regole, spazio aereo, corridoio, sense and avoid, norme, regolamento, regole dell’aria

In Svizzera via ai test per il controllo aereo dei #droni .@TomsHWItalia

La Svizzera apre una nuova era e dà il via alla sperimentazione per integrare i droni all’interno del proprio sistema di controllo del traffico aereo.
Sarà il primo paese al mondo a dotarsi di questo tipo di soluzione, aprendo anche le porte all’utilizzo di flotte per fini commerciali.
La decisione si iscrive all’interno di una più grande iniziativa europea, U-Space, che ha l’intento di creare un’infrastruttura digitale per consentire a milioni di piccoli droni di operare in piena sicurezza al di là della portata visiva nello spazio…
Da @TomsHWItalia Di Alessandro Crea  9 Marzo 2018
Si parla di: controllo traffico aereo, no fly zone, geo fencing, atm, atz, sense and avoid

#Gb: #allarme #droni per #aereiPasseggeri, 18 #pericoli recenti

@swissinfo_it Gb: allarme droni per aerei passeggeri, 18 pericoli recenti

Cresce l’allarme per gli aerei passeggeri in Gran Bretagna a causa del pericolo rappresentato da droni, palloni e altri oggetti volanti fuori controllo. Immagine d’archivio.

Cresce l’allarme per gli aerei passeggeri in Gran Bretagna a causa del pericolo rappresentato da droni, palloni e altri oggetti volanti fuori controllo.
Lo riporta SkyNews dando conto dei dati inquietanti analizzati durante l’ultima riunione dello UK Airprox Board (UKAB), con almeno 18 casi recenti di rischio di contatto.
Uno dei più gravi è stato denunciato dal pilota di un Airbus 319 sfiorato da un drone sotto l’ala destra mentre era…

Da @swissinfo_it – 18.10.2017

LEGGI TUTTO su SWI SVISSINFO.CH

Si parla di: cronaca, pericolo droni, spazio aereo, rotta di collisione, ATZ, CTZ, sense and avoid, aeroporto londinese di Gatwick, UK Airprox Board, UKAB,

#Elicottero #investito da un #drone, parte l’ #inchiesta

@DronEzine Elicottero investito da un drone, parte l’inchiesta

L’NTSB americana, l’agenzia che si occupa della sicurezza dei trasporti, ha aperto un’inchiesta sulla collisione del 21 settembre scorso tra un elicottero militare e un Phantom 4 nei cieli di New York City. Nessun ferito, ma atterraggio d’emergenza per l’elicottero dell’esercito.

L’incidente si è verificato alle 7:20 del mattino a Staten Island ( area urbana di New York), non molto al di sopra della quota legale di volo per i droni americani (circa 120 metri, 400 piedi) e ha coinvolto un elicottero UH 60 del valore di quasi 6 milioni di dollari con tre militari …

Da @DronEzine di Luca Masali – 06.10.2017

LEGGI TUTTO su DRONEZINE

Si parla di: inchiesta, collisione drone con elicottero militare, atterraggio d’emergenza, no fly zone, sense and avoid, pericolo droni,