Il sindaco di Ceriano: «Droni nel parco delle Groane per combattere lo spaccio» .@ilcittadinomb

I droni per combattere gli spacciatori: si affida anche alla tecnologia il sindaco di Ceriano Laghetto, il leghista Dante Cattaneo, per affrontare la piaga dello spaccio di droga nel Parco delle Groane
I droni per combattere gli spacciatori: si affida anche alla tecnologia il sindaco di Ceriano Laghetto, il leghista Dante Cattaneo, per affrontare la piaga dello spaccio di droga nel Parco delle Groane, un fenomeno che cerca di contrastare da sempre tanto che una volta alla settimana partecipa personalmente al pattugliamento del bosco con la Polizia Locale.
Esteso su 8 mila ettari tra le province di Monza, Milano e Como, purtroppo il polmone verde è da tempo diventato noto alle cronache per essere un centro di spaccio tra i più frequentati della Lombardia. Cattaneo le sta provando tutte per stroncare il fenomeno e far tornare il parco a famiglie, cicloamatori e turisti: da un paio di settimane ha deciso di …
Da @ilcittadinomb – 14.04.2019
Si parla di: controllo del territorio, monitoraggio, ispezioni, polizia, operazioni, spaccio, criminalità
Annunci

Arriva il drone con termocamera. Il sindaco: “Contrasterà anche lo spaccio nei boschi” .@varesenews

L’apparecchio sarà affidato alla Protezione Civile per le ricerche di persone ma sarà a disposizione anche delle Forze dell’Ordine contro lo spaccio nei boschi
Gorla Maggiore da oggi in poi avrà un occhio vigile che la proteggerà dall’alto. Si tratta di un drone esacottero dotato di termocamera per attività come la ricerca di persone scomparse, l’antincendio boschivo e la verifica dello stato di manutenzione degli immobili comunali.
Il drone sarà inoltre a disposizione delle Forze dell’Ordine nelle attività di contrasto alla criminalità nei nostri boschi, spesso infestati da spacciatori, e sul…
Da @varesenews – 4.10.2018
Si parla di: sicurezza, controllo del territorio, vigilanza, anticrimine, spaccio, verifiche ambientali, operazioni di polizia, prevenzione, manutenzione immobili, termocamera, Yuneec

Blitz a Bruzzano, gli spacciatori usavano #drone per controllare la polizia .@ILGIORNOCronaca

Le nuove leve “stavano riorganizzando lo spaccio”

Milano, 18 luglio 2018 – Fino a qualche anno fa ci pensava la «talpa» Roberto D’Agnano a fornire agli spacciatori le targhe delle auto-civetta della polizia: lo ha certificato l’inchiesta Red Carpets una settimana fa, era il sovrintendente a informare i delinquenti su turni di servizio e numeri da tenere a mente.

Poi i pusher si sono messi in proprio, come svelato dall’operazione Scarface di febbraio: i membri della banda utilizzavano un mega complesso abbandonato proprio di fianco al commissariato per fotografare le macchine degli agenti. Ora la proprietà ha predisposto…

Da @ILGIORNOCronaca – 18.07.2018

LEGGI TUTTO su IL GIORNO Cronaca di Milano

Si parla di: cronaca, spaccio, controllo del territorio, monitoraggio luoghi,