ROBO BEE l’ape robot di Walmart #mondoliberonline

Ecco a voi “Robo Bee”, l’ape robotica progettata per Walmart da alcuni ricercatori di Harvard e da istituti di biologia eccellenti. Così, nonostante le polemiche, il colosso commerciale americano ha depositato il brevetto di questo mini-drone robot l’8 marzo scorso (ancora non approvato), per compensare il declino delle vere api e degli insetti impollinatori. Questo è l’avvio di un’epoca robotica che cercherà sempre più di sostituire la natura con la tecnologia, usando le più svariate scuse di sostegno alla Terra.

La diminuzione delle api che impollinano circa un terzo del cibo che mangiamo e che stanno scomparendo con un ritmo senza precedenti, sempre a causa degli uomini, costituisce una grande preoccupazione mondiale, almeno così tutti…

Da http://www.mondoliberonline.it di Samantha Stefanini – 29 settembre 2018

LEGGI TUTTO su MONDO LIBRO ONLINE

Si parla di: api, insetti impollinatori, tecnologia, ricerca, sviluppo, walmart, impollinare fiori,

Annunci

Droni: prende spunto dagli insetti una nuova tecnica per volare nei piccoli varchi .@HDblog

Un gruppo di ricercatori dell’Università del Maryland sta sperimentando un nuovo modo perinsegnare ai droni a volare a velocità sostenuta attraverso varchi di piccole dimensioni, prendendo spunto dalle tecniche utilizzate da volatili e insetti.

Come spiegato nello studio, la tecnica attualmente utilizzata per regolare i movimenti dei droni è basata su un algoritmo tradizionale che – tramite i dati raccolti da una miriade di sensori – ha lo scopo di costruire una generale rappresentazione 3D della scena, sulla quale vengono pianificate le azioni da compiere perché il quadrirotore dimostri un comportamento autonomo. Tuttavia, queste azioni…

Da @HDblog di Elena Toni – 13.09.2018

LEGGI TUTTO su HDBlog.it

Si parla di: ricerca, sviluppo, tecnologia, modalità di volo, intelligenza artificiale

ENAC, Cardi: “Boom #droni sorprendente, occorrono regole per crescita futura” #quifinanza

La crescita dei droni è esplosa con una potenza “imprevedibile”. In questo quadro bisogna prestare attenzione alle regole per garantire una maggiore crescita futura. Con questo obiettivo il modello proposto da ENAC è stato molto apprezzato a livello internazionale.

Lo ha detto Alessandro Cardi, Vice Direttore Generale ENAC, in una intervista rilasciata a Teleborsa, in occasione della presentazione del Rapporto e Bilancio Sociale 2017 a Roma.

Forte crescita dei droni e seri interrogativi sulla sicurezza e regolamentazione del settore. Quali problematiche e quali misure?

“Per quanto riguarda i droni è effettivamente una sfida che ha coinvolto tutte le autorità europee, e non solo europee, perché è stato…

Da https://quifinanza.it – 05.06.2018

LEGGI TUTTO su QUI FINANZA

 

 

 

Si parla di: ENAC, sviluppo, regolamentazione, ALessandro Cardi, dirigenza, droni, italia, video intervista

Con l’algoritmo DroNet, i #droni imparano a volare autonomamente imitando auto e biciclette .@TuttoTechNet

Sviluppato dai ricercatori UZH, l’algoritmo DroNet consente ai droni di volare completamente da soli per le strade di una città e negli ambienti interni. Pertanto, l’algoritmo ha dovuto imparare le regole del traffico e adattarsi agli esempi di allenamento di ciclisti e automobilisti.

Tutti i droni commerciali di oggi usano il GPS, che funziona bene sopra i tetti degli edifici e in alta quota. Ma come fare quando i droni devono navigare autonomamente a bassa quota tra edifici alti o…

Da @TuttoTechNet di Lorenzo Spada – 27 gennaio 2018

LEGGI TUTTO su TUTTO TECH

Si parla di: ricerca, sviluppo, innovazione, algoritmo, algoritmi, matematica, scienza, robotica, droni, auto apprendimento, intelligenza artificiale, zurigo

L’armata dei #droni che si assemblano in volo .@Focus_it

Sviluppati all’Università della Pennsylvania, i ModQuad sono in grado di assemblarsi tra loro in volo come in un cartone animato e dare così vita a strutture più grandi.

Ispirato al mondo degli insetti, il nuovo drone realizzato dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania sembra uscito da un film di fantascienza: grazie ai suoi potenti magneti è infatti in grado di assemblarsi in volo con altri suoi simili e dare vita a droni molto più grandi e potenti ma anche a strutture robotizzate di altro tipo.

ATTRAZIONE FATALE. Ciascuno dei moduli è racchiuso all’interno di una gabbia sui cui spigoli sono montate le calamite: basta che due o più droni si avvicinino tra loro, perché…

Da @Focus_it di  REBECCA MANTOVANI – 27 GENNAIO 2018

LEGGI TUTTO su FOCUS

Si parla di: ricerca, sviluppo, sciami di droni, swarm, assemblare drone in volo, modulare, componenti, robotica, calamite

Master in “Progettazione, applicazione, regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto”

Roma, 25 gennaio 2018 – Si informa che l’Università di Roma “Tor Vergata” ha pubblicato il bando per partecipare alla prima edizione del Master in “Progettazione, applicazione, regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR)”.

Il Master, organizzato congiuntamente con l’ENAC e che vede la partecipazione di aziende e scuole di settore, rappresenta un’iniziativa unica in Italia con l’obiettivo di includere tutti gli aspetti applicativi e di progettazione del drone.

TUTTE LE INFORMAZIONI sono reperibili sul sito ENAC

Come smascherare i droni-spia al lavoro .@Agenzia_Ansa

Con il computer di casa si può scoprire se registrano immagini
ROMA – D’ora in poi basterà il semplice computer di casa per scoprire se la videocamera di un drone-spia sta catturando illecitamente immagini dell’interno di una casa o di un ufficio, violando la privacy e la sicurezza delle persone.
A renderlo possibile è la tecnica, la prima del genere, dei ricercatori della Ben-Gurion University del Negev, descritta su Arxiv, il sito che ospita i lavori scientifici prima della pubblicazione su una rivista.
“Il bello di questo metodo è che basta avere un computer e un oggetto che lampeggia per rilevare se qualcuno ci sta spiando con un drone”, commenta Ben Nassi, coordinatore …
Da @Agenzia_Ansa – 16.1.2018
Si parla di: ricerca, sviluppo, innovazione, droni spia, spiare, privacy, Ben Nassi, ricercatore,

I #droni del futuro nascono nel capannone universitario .@CorriereRomagna

I droni del futuro nascono nel capannone universitario

In via Venezia una delle più grandi arene di volo indoor esistenti in Europa. Si sviluppano lì tecnologie per vari settori, dal soccorso alpino al ciclismo

I droni del futuro nascono nel capannone universitarioI ricercatori Nicola Minno e Nicolò Decarli con il drone “Sherpa” e il relativo software
CESENA. Si trova a Cesena ed è patrimonio dell’Università di Bologna una delle più grandi arene di volo indoor per droni d’Europa. Si tratta di uno dei laboratori nati nell’ambito di “Sherpa”, ambizioso progetto europeo di cui l’Alma Mater è stata capofila e che ha coinvolto altre sei università europee…

Da @CorriereRomagna di GIORGIA CANALI 11/12/2017

LEGGI TUTTO su CORRIERE ROMAGNA

Si parla di: ricerca, sviluppo, innovazione, sherpa, droni per soccorso, robotica area e terrestre per la ricerca e il soccorso, area di volo, cesena, cesenate, ex zuccherificio,

.@OggiScienza Api robotiche e microrazzi .@wyssinstitute

Api robotiche e microrazzi

Un microrobot di ultima concezione ispirato al mondo degli insetti: non solo vola ma sa anche nuotare, e quando è immerso in acqua sa spiccare il volo per uscirne, con quelle che erano delle pinne e diventano ali.

TECNOLOGIA – Ormai chi si stupisce più di veder volare un drone che scatta fotografie durante un evento sportivo, un congresso o una cerimonia? Ora immaginate un drone molto più piccolo e leggero, delle dimensioni di un polpastrello, che sbatte le ali e le usa per muoversi sia in aria che in acqua. I ricercatori di Harvard la chiamano RoboBee, ape robotica. Un microrobot di ultima concezione ispirato al mondo degli insetti: non solo vola ma sa anche nuotare, e quando è immerso in acqua sa spiccare il volo per uscirne, con quelle che erano delle pinne e diventano ali. Qualcosa di impensabile per le api in natura, che la scienza ha fatto diventare realtà.

Le api robotiche sono allo studio già da alcuni anni presso il Wyss Institute dell’Università di Harvard, e i ricercatori ci avevano già sorpreso con una RoboBee che riesce a volare, aderisce alle superfici, si immerge in acqua. Ora RoboBee è…

Da @OggiScienza di Giulia Urbinati – 13 novembre 2017

LEGGI TUTTO su OGGISCIENZA

RoboBee – Crediti immagine: Wyss Institute at Harvard University

Si parla di: microrobot, operazioni di ricerca e soccorso, monitoraggio meteorologico, climatico e ambientale, mini droni, micro droni, materiali piezoelettrici, microelectromechanical systems, MEMS, ricerca, sviluppo, RoboBee

.@UnioneSarda #Droni, #Luna e #Marte: la #Sardegna si lancia nella #Spaceeconomy con 230 milioni

Droni, Luna e Marte: la Sardegna si lancia nella Space economy con 230 milioni

Barack Obama ha detto che entro il 2030 l’uomo stabilirà una colonia su Marte. E la Sardegna questa partita la giocherà fino in fondo.

Un accordo con la Nasa c’è già, riguarda il Radiotelescopio di San Basilio, l’unico nel bacino del Mediterraneo in grado di ricevere i segnali delle sonde interplanetarie, cruciale – insieme con le antenne di Goldstone nel deserto della California, di Canberra in Australia e di Madrid – per la mappatura radar dell’universo nelle prossime esplorazioni astronautiche.

Ma in effetti le future missioni nel deep space sono già da un po’ pane quotidiano per i nostri scienziati: un team guidato da Giacomo Cao ha sviluppato due processi che…

Da @UnioneSarda di Cristina Cossu – 06.11.2017

LEGGI TUTTO su L’UNIONE SARDA.it

Si parla di: sardegna, space economy, aziende, tecnologia, sviluppo, satelliti, droni, Distretto aerospaziale della Sardegna, nasa