Nel deserto di Atacama per studiare i “terremoti fossili” .@IlBoLive

È trascorsa solo qualche settimana dall’ultima missione in Cile, nel deserto di Atacama. Nove persone in tutto, provenienti oltre che dall’università di Padova, dall’University College of London e da università cilene. Obiettivo: studiare le faglie che producevano terremoti circa 120-130 milioni di anni fa, con particolare attenzione verso la Bolfin. Dato che non si possiedono, infatti, mezzi o strumenti per vedere una grande faglia che produce terremoti, poiché si trova in profondità, sorge l’esigenza di studiare i “terremoti fossili” che permettono di osservare in superficie queste strutture profonde.
Nel deserto di Atacama esiste un sistema di faglie lungo fino a 1.000 chilometri che si possono vedere in tutto il loro splendore. Cosa che non è possibile, invece, in Italia dove le faglie espongono solo le parti più superficiali. Ci siamo spostati…
Da @IlBoLive di di Giulio Di Toro – 29.03.2019

Si parla di: Atacama, Cile, deserto, archeologia, geologia, terremoti, geofisica, faglie, monitoraggio luoghi, controllo del territorio
Annunci

I droni dei vigili del fuoco in azione nei luoghi colpiti dal terremoto .@CataniaToday

Il personale dei vigili del fuoco del Campo Base di Acireale, con il supporto dei droni in dotazione ai Nuclei SAPR VVF, ha effettuato un sopralluogo di verifica presso la chiesa Madonna del Carmelo a Pennisi, frazione del Comune di Acireale…

Da @CataniaToday – 03.01.2019

LEGGI TUTTO su CATANIA TODAY

Si parla di: emergenze, monitoraggio luoghi, calamità naturali, terremoti, terremoti, Catania, Vigili del Fuoco

Da Grottaglie droni e satelliti contro le calamità atmosferiche .@Grottaglie

Al via un laboratorio del mercato europeo per la gestione delle emergenze e il controllo del territorio

E’ stato dato il via alle attività del progetto RPASinAir che prevede un investimento di circa 8 milioni di euro e ha l’obiettivo strategico di sviluppare l’impiego dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (droni) e sensori innovativi collegati a sistemi aviotrasportati, satellitari o archivi pubblici, che possano segnalare eventi critici e aiutare la prevenzione dei rischi e la gestione delle…

Da @Grottaglie di Carlo Caprino – Dic 7, 2018

LEGGI TUTTO su GIR – GROTTAGLIE IN RETE

Si parla di:  emergenze, alluvioni, slavine, terremoti, incidenti industriali, monitoraggio luoghi, controllo territorio, prevenzione, calamità naturali

#Droni per cercare persone scomparse o per le situazioni di emergenza: siglato l’accordo .@CorcianOnline

“Inizia un rapporto importante tra la O.V.U.S. Pubblica Assistenza, realtà attivissima nel nostro territorio, ed una start up molto particolare che utilizzando i droni, strumento sempre più diffuso ed utile, potrà offrire nuovi servizi e/o implementare quelli esistenti”.

Così il Sindaco di Corciano Cristian Betti ha tenuto a battesimo la nuova Unità Operativa S.A.P.R. (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto) di O.V.U.S. Pubblica Assistenza.
È stata realizzata con il contributo della cooperativa Multicoopter drone, che ha messo gratuitamente a disposizione di O.V.U.S. i droni e le…

Da @CorcianOnline – 19.03.2018

LEGGI TUTTO su CORCIANONLINE.it

Si parla di: protezione civile, emergenze, incendi, ricerca di persone scomparse, grandi eventi, alluvioni, terremoti, monitoraggio

#Terremoti, 6 #innovazioni per #salvare #vite umane prima e dopo il #sisma

@EconomyUp Terremoti, 6 innovazioni per salvare vite umane prima e dopo il sisma

Eventi come quello avvenuto a Ischia il 21 agosto non sono prevedibili, ma le nuove tecnologie possono contribuire alla loro prevenzione e nella fase post-crisi. Come? Attraverso l’utilizzo di droni, robot, Internet of Things e ingegneria hi-tech. Ecco alcuni esempi

Fino ad oggi i terremoti non possono essere in alcun modo previsti, ma l’innovazione tecnologica può dare il suo prezioso contributo in due fasi: quella della prevenzione e quella post-terremoto. Si torna a parlare dell’argomento dopo il sisma di magnitudo 4.0 avvenuto ieri sera a Ischia, che ha causato crolli e alcune vittime. Il presidente del Consiglio nazionale dei Geologi, Francesco Peduto, ha affermato che…

Da @EconomyUp di Luciana Maci – 22 Ago 2017

LEGGI TUTTO su ECONOMY UP

Si parla di: terremoti, sisma, prevenzione, prevenire, innovazioni tecnologiche, calamità naturali, protezione civile, droni

Nokia Saving Lives: droni e stazioni 4G per salvare vite umane

#LiberoTecnologia @droni L’iniziativa promossa da #Nokia è attualmente in fase di test con diversi operatori e verrà presentata ufficialmente al MWC di Barcellona a fine febbraio

Il ripristino delle comunicazioni è di vitale importanza per i servizi di emergenza – in caso di calamità naturali – e i droni possono contribuire a fornire una più rapida valutazione della situazione. La dimostrazione dell’innovativa iniziativa Nokia Saving Lives si è svolta al recente evento Drones for Good (D4G) Award a Dubai…

Da http://tecnologia.libero.it – 19.02.2017

LEGGI TUTTO su LIBERO Tecnologia

Si parla di: Nokia Saving Lives, droni, stazioni 4G, salvare vite umane, terremoti, inondazioni, maremoti, zona disastro, acquisire informazioni da drone, monitoraggio aree disastri,

I DRONI PER LE EMERGENZE AMBIENTALI A DRONITALY CON ASSOARPA E PROTEZIONE CIVILE

#dronitaly #terremoto Terremoti ma non solo, le fotocamere ad altissima risoluzione dei droni servono per sorvegliare in tempo reale dall’alto e a basso costo le zone a rischio del Paese.

A Dronitaly 2016, due importanti convegni in collaborazione con ASSOARPA e Protezione Civile Lombardia fanno il punto sull’impiego dei velivoli unmanned nelle attività di monitoraggio territorio e di soccorso della popolazione, altamente innovative per la capacità di scouting dal cielo e per la ricostruzione in 3D degli …

Da @dronitaly di Sergio Barlocchetti – 31.08.2016

LEGGI TUTTO su DRONITALY Blog

Si parla di: protezione civile, droni, dronitaly 2016, convegno, terremoto, sisma, terremoti, monitoraggio territorio con droni, soccorso popolazione

GLI EFFETTI DEVASTANTI DEL TERREMOTO IN GIAPPONE RIPRESI DA UN DRONE

Nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 aprile due forti scosse di terremoto, rispettivamente di magnitudo 6.4 e 5.7 hanno colpito il sud Giappone. La terza potente scossa di magnitudo 7.3 è stata invece avvertita nella mattina di…

Da @tpi – 18.04.2016

LEGGI TUTTO su THE POST INTERNAZIONALE

Si parla di: calamità naturali, terremoti, droni per emergenze, monitoraggio aree devastate da terremoti, protezione civile